Aalto collezione primavera 2019: la diversità delle donne moderne

Sulle passerelle di Milano Moda Uomo ha sfilato la collezione primavera 2019 di Aalto. Scopri tutti i look su Globe Styles

Sulle passerelle di Milano Moda Uomo ha sfilato la collezione primavera 2019 di Aalto. Tuomas Merikoski, nel 2001, osservando ciò che gli stava intorno e la sua quotidianità, ha notato la presenza di un trend che ha fortemente condizionato tutti noi.

I macro trend trasformano le nostre vite e scandiscono le diverse epoche. Il 2018 verrà definito come l’anno incentrato sul well-being personale e il momento in cui la moda è diventata sport e lo sport è diventato moda. La palestra è la nuova passerella. Lo sport è un mezzo per esprimere se stessi ma anche per evadere.

Per alcuni, è un modo per superare se stessi, per altri è un modo per cambiare la propria vita realizzando l’irrealizzabile. Analizzandone un senso più profondo, si tratta anche del conoscere e accettare se stessi, perseguendo ciò che si desidera, senza conformarsi.

Allo stesso modo, Tuomas Merikoski trae ispirazione sdalle donne stesse, le donne che ammira, forti e femminili a modo loro. Il connubio tra forza e bellezza rappresenta una qualità eccezionale della donna, ciò che la rende unica. E oggi l’emancipazione assume nuove forme. L’oggi non è legato alle quote rosa, ma a ciò che si vuole diventare. Questo è un tema rilevante, stimolante e attuale. È anche ciò che AALTO trasmette – la diversità delle donne moderne, come mi piace definirlo personalmente.

999 è il titolo della nuova stagione. Simboleggia il sentirsi positivi e completi ma con una nota di competitività e una mentalità che ci spinge a cambiare e diventare una versione migliore di noi stessi. Rappresenta anche l’opposto dell’inquietante 666. Il numero di pettorale indossato dalla donna ideale. La vincitrice indosserebbe 999.

Per comunicare il mood e i valori della collezione, Tuomas Merikoski ha creato una fanzine unica, chiamata Arkisto, focalizzata sul tema dello sport, dove racconta la storia di due atlete, la sollevatrice di pesi Gaelle Nayo Ketchanke e la amazzone Iman Perez: entrambe incarnano lo spirito di 999. Inoltre, abbiamo aggiunto due grandi novità: i costumi da bagno e gli occhiali da sole.

La collezione Primavera 2019 parla dell’essere donna all’interno di un contesto improntato allo yoga e ossessionato dal jogging mantenendo l’eleganza senza tempo che definisce il carattere femminile. Un mix tra il mondo sportivo e i classici old school contaminato dai contrasti tipici degli anni ’90.

Il movimento rappresenta l’aspetto più importante e il fulcro del design di questa stagione. Per quanto riguarda i tessuti e i filati, la collezione restituisce nuova vita al lino, contrastandone il tocco ruvido con linee eleganti e raffinate, sfruttandone la naturale predisposizione al drappeggio. La lavorazione preponderante della stagione è l’increspatura, che possiamo trovare in egual misura su tessuti di cotone e tessuti tecnici. I capi possono essere indossati tranquillamente una volta tirati fuori dalla valigia, simboleggiando una distensione sia in termini mentali che sartoriali.

I tagli sono cubici, semplificati all’estremo e quasi naif, sfidando la normale concezione di coscienza del corpo nella sartoria femminile. Non si tratta di avere un corpo modellato in un capo, ma del sentirsi sensuali e libere. L’ispirazione finlandese prende forma attraverso i drappeggi originari della regione della Carelia, attualmente parte della Russia, dove le cappe tradizionali vengono create a partire da semplici lembi di tessuto quadrati e rettangolari.

Per questa stagione AALTO ha collaborato con l’artista svedese Joakim Ojanem, le cui creature allo stesso tempo infantili e inquietanti denotano un riferimento alla cultura pop. Il suo lavoro non segue un filo narrativo ben preciso ma si sposa perfettamente con lo stato d’animo della collezione AALTO – uno stile fresco ma con una carica di stravaganza, che è sempre molto importante per noi.

credit image by Press Office – photo by @Guillaume Roujas