Apartment 7 Alto Adige: Dornbracht e Foscarini per interpretare lo stile raffinato

In Alto Adige, la nuova struttura a 5 stelle: Apartment 7 propone un’ospitalità all’insegna del design e del comfort e sceglie i prodotti di Dornbracht e di Foscarini per interpretare lo stile di un ambiente esclusivo, raffinato ed accogliente. Scoprite tutto su Globe Styles

Apartment 7 Alto Adige – In Alto Adige, una nuova struttura a 5 stelle: Apartment 7, un boutique apartment house lontano dal turismo di massa, propone un’ospitalità all’insegna del design, dell’eleganza e del comfort. E sceglie i prodotti di Dornbracht e di Foscarini per interpretare lo stile di un ambiente esclusivo, raffinato ed accogliente.

Cinque appartamenti, adagiati sui pendii di Scena a Merano, con terrazza o giardino privato, idromassaggio, una Spa, una piscina panoramica sul tetto e una vista mozzafiato sulle vette alpine, offrono libertà assoluta, come a casa propria, senza rinunciare a tutte le raffinatezze e ai servizi di un hotel a 5 stelle.

Spazi architettonici aperti e luminosi, materiali contemporanei, una passione per il verde e attenzione al dettaglio caratterizzano questa struttura alberghiera di proprietà della famiglia Mair, da poco inaugurata e già molto apprezzata per la sua particolare offerta e per la personalità degli ambienti.

Per tutti i bagni è stata scelta la linea di rubinetteria Tara di Dornbracht, una vera icona del design caratterizzata da un linguaggio formale geometrico, essenziale e raffinato, nella finitura nera opaca, mentre per la cucina ci si è orientati sui rubinetti della stessa serie ma in una più classica finitura cromata.

Negli ambienti living, le lampade a sospensione Spokes di Foscarini, disegnate da Vicente Garcia Jimenez e Cinzia Cumini, definiscono gli spazi con il loro volume leggero e con i giochi di luce ed ombra proiettati sulle pareti in un magico effetto di moltiplicazione. Da sole o in composizione, completano il progetto di interior regalando all’ambiente un accento estremamente attuale, dato sia dalla linea e dal materiale utilizzato, un tondino metallico piegato, che dalla fonte luminosa LED celata all’interno.

Lo stesso mood contemporaneo, ma con un tocco grunge, è dato dalle lampade da terra e sospensione Fork di Diesel Living – la home collection del noto brand di moda, che comprende una linea di lampade realizzata in collaborazione con Foscarini -, caratterizzate dalle cuciture a vista sul paralume in canvas e da un effetto luminoso morbido e caldo, perfetto per le zone relax.

Su Globe Styles l’intervista con il proprietario Johannes Mair e con i progettisti Stephan Marx e Nadine Bauer di Apartment 7.

Come è nata l’idea di questa realizzazione? Perché proprio in questi luoghi? Come interagisce con l’ambiente e il territorio circostante?

Johannes Mair: “La nostra famiglia vive qui da 30 anni, conosciamo bene, per la nostra esperienza, la pace e la privacy offerta da questi luoghi. Per questo motivo è nata la nostra idea di mettere questo posto speciale a disposizione dei nostri ospiti, per offrire loro vacanze in Alto Adige come non avevano mai sperimentato prima, all’insegna della libertà, di stile e privacy. Apartment 7 è in una posizione perfetta per esplorare Merano, i dintorni e l’Alto Adige.”

Quali sono le caratteristiche fondamentali del progetto, sia da un punto di vista di business che architettonico?

Stephan Marx: “Il principio alla base di questo progetto era la massima valorizzazione di un contesto naturale unico. Di conseguenza, ogni stanza è stata progettata per valorizzare la vista sul panorama circostante. Ad esempio, alcune partizioni sono state realizzate in vetro e gli infissi delle finestre sono stati disegnati per ottenere l’effetto di foto panoramiche incorniciate. L’edificio si presenta con lastre di pietra sovrapposte e, grazie al rivestimento in pietra naturale, assume una personalità nobile ed elegante ma allo stesso tempo ruvida e spontanea. Questo costante contrasto tra materiali grezzi e di alta qualità si ritrova anche all’interno.”

Nadine Bauer: “L’idea di partenza del progetto punta a rendere estremamente permeabil interno ed esterno. Da un lato, Apartment 7 è un edificio moderno e molto contemporaneo, ma allo stesso tempo testimonia un’incredibile bellezza e un’eleganza sicuramente di grande interesse per diverse tipologie di ospiti nei prossimi anni. Oltre ad una vista imbattibile, con un panorama unico, la situazione collinare e la parziale scomparsa dell’edificio “in sotterranea” rendono Apartment 7 un edificio interessante dal punto di vista architettonico e di grande valore. Tuttavia, non solo l’insieme affascina con la sua particolare raffinatezza, ma grande attenzione è stata posta anche nei più piccoli dettagli, con molto amore e cura.”

Qual è il target di riferimento? A chi si rivolge?

Johannes Mair: “Apartment 7 è perfetto per coppie, per gruppi di amici e famiglie: Ogni appartamento ha un ampio soggiorno centrale, due camere da letto con bagni separati e una spettacolare terrazza con vasca idromassaggio privata per rilassarsi. Chi sceglie la nostra struttura ama la libertà, lo stile, l’eleganza, il design, il comfort, il lusso e la totale indipendenza. I nostri clienti sono da un lato molto esigenti, eleganti e istruiti, dall’altro molto curiosi e aperti alle novità.”

Quali sono le motivazioni per la scelta di un format basato su appartamenti di lusso anziché una struttura alberghiera tradizionale?

Johannes Mair: “Apartment 7 punta a far sentire i propri ospiti come a casa, piuttosto che in un ambiente impersonale e asettico. Il nostro obiettivo è quello di offrire ai nostri ospiti molta indipendenza e libertà, liberi da orari e schemi. Tuttavia, non vogliamo rinunciare a servizi e attrezzature: i nostri ospiti hanno a loro disposizione una piscina sul tetto, una sala Spa con sauna finlandese classica, una bio-sauna e un bagno turco, aree relax, palestra e sala camino separata, con vitamin bar e lettini infrarossi. Le tensioni muscolari si allentano nella sala massaggi interna e lo yoga è praticato sulla terrazza privata. Per iniziare la giornata con una coccola in più, andiamo al panificio del paese e prendiamo per i nostri ospiti il loro panino preferito per la colazione.”

Quali sono state le sfide progettuali più significative nel realizzare Apartment 7?

Stephan Marx: “La collocazione collinare è stata certamente una delle maggiori difficoltà di costruzione. Tuttavia, è proprio questo aspetto che conferisce all’edificio il suo carattere speciale. La maggior parte del volume è sotterraneo (circa 2/3 del totale), eppure tutti gli appartamenti danno la sensazione di essere su una piattaforma unica che svetta sul panorama circostante.”

Nadine Bauer: “Un’altra sfida è stata la progettazione della grande scala e dei corridoi. Grazie a una particolare lavorazione in gesso sulle pareti, a un’imponente ringhiera metallica e a un’illuminazione sapientemente posizionata, è stato creato un altro eye-catcher. Anche l’inserimento di aree “pubbliche” di riposo, benessere, sport e negozi ha presentato una certa sfida progettuale, a causa delle dimensioni limitate all’interno dell’edificio, così come il fatto che non ci fosse luce diretta per queste aree. Nonostante queste difficoltà, però, queste aree sono state rese molto attraenti e invitanti.”

Quali le esigenze della proprietà e come sono state affrontate dallo studio di architettura e da quello di interior design?

Stephan Marx: “In primo luogo, l’obiettivo era sfruttare al massimo lo spazio e creare un comfort speciale per gli appartamenti. La decisione di programmare un solo appartamento per piano era la più praticabile, in grado di soddisfare entrambi i requisiti.”

Nadine Bauer: “L’idea da cui siamo partiti per ogni appartamento era una disposizione simile a un loft, che prevedesse comunque un certo grado di privacy. Di conseguenza, sono stati usati elementi semi-trasparenti per la separazione degli spazi, come motivo ricorrente estetico e funzionale; effettivamente forniscono il grado desiderato di privacy, ma allo stesso tempo fanno sì che l’appartamento nel suo complesso sia molto aperto e spazioso, trasmettendo tutta l’atmosfera e il fascino di un loft. Anche il pavimento, realizzato con una particolare tecnica a spatola, conferisce un tocco speciale. L’uso di complementi d’arredo di design o di elementi stilistici è stato di grande importanza – come nel caso delle lampade, ma anche di mobili o piccoli oggetti decorativi.”

Che ruolo ha in questo contesto la stanza da bagno? Si è prestata particolare attenzione nella progettazione di questo ambiente?

Nadine Bauer: “I bagni in Apartment 7 particolarmente curati, il più possibile grandi e spaziosi, e riflettono anche il carattere del loft. Anche in questi ambienti è stata posta una grande enfasi sulla selezione di materiali speciali ed elementi di stile, che danno un tocco unico al tutto. Dominanti nei bagni sono piccole piastrelle esagonali, che decorano l’intera parete dal pavimento al soffitto. Al lavabo sospeso è stata abbinata una superficie in pietra a contrasto, mentre un’illuminazione elegante conferisce un fascino molto speciale. All’effetto finale contribuisce la scelta della rubinetteria in una raffinata finitura nera, in tutti i bagni degli appartamenti e anche in quelli delle aree pubbliche.”

Per quale motivo si è scelto di utilizzare i prodotti Dornbracht?

Nadine Bauer: “Il marchio Dornbracht è stato scelto da un lato perché è sinonimo di qualità e, dall’altro, perché, grazie alla sua eleganza senza tempo e alla sua unicità, si adatta perfettamente al concept di Apartment 7. Nuove finiture e colori danno un tocco inusuale al bagno e sono in perfetta armonia con gli altri elementi stilistici di questo progetto. Il linguaggio di design chiaro e lineare del rubinetto Tara si integra perfettamente con lo stile che abbiamo voluto ottenere.”

credit image by Press Office – photo by Tiberio Sorvillo