Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: lo stile opulente ed elegante dell’Art Déco

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: la collezione di gioielli celebra lo spirito della couture e gli antagonismi dei ruggenti anni Venti.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style – Questo è il nome suggestivo delle collezioni di Alta Gioielleria, che trovano ispirazione dagli archivi della Maison Boucheron per farli rivivere attraverso l’occhio creativo di Claire Choisne. Il suo stile inconfondibile offre creazioni senza tempo.

Claire Choisne, Creative Director, quest’anno si è immersa negli sterminati archivi della Maison Boucheron dedicati all’Art Déco. Ha estrapolato lo spirito, la linea, la semplicità assoluta di un tempo in cui le donne parigine affermavano la propria femminilità indossando capi maschili, mettendo in bella mostra scollature, pantaloni a vita alta, collane lunghe e capelli corti. Un’epoca di stravaganza, in cui lo stile era una questione di atteggiamento.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: il video

Come eco perfetta per le donne e gli uomini di oggi, Claire Choisne ha scelto di celebrare lo spirito della couture e gli antagonismi dei ruggenti anni Venti, focalizzandosi sul femminile e sul maschile, sull’opulenza delle linee pure, sul contrasto tra bianco e nero, accentuato da un tocco di colore. Il savoir-faire di Boucheron nella creazione di gioielli, applicato a collane flapper e bracciali intrecciati a nastro, dà vita a pezzi multiwear dal gusto genuinamente contemporaneo.

Con le sue innumerevoli collezioni di Alta Gioielleria per donna e per uomo, A History of Style, Art Déco è una dichiarazione di
libertà e stile.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Cravate Emeraude

Un pezzo di gioielleria semplicemente come una cravatta. Una eco della couture di quegli anni di emancipazione, in cui le donne affermavano il proprio stile indossando accessori rubati dai guardaroba maschili. Collana in oro bianco, soffice e delicata come la seta, su cui poggia una spilla removibile; la lacca nera e l’onice conferiscono accenti delicati, mettendo in risalto uno smeraldo da 8,02 carati.

Il contrasto tra materiali e colori viene esaltato dalle innumerevoli possibilità d’impiego di questo gioiello, da indossare come cravatta o collana, come pendente. Si può perfino staccarne il cuore di smeraldo per renderlo un gioiello da collana oppure una spilla su un look maschile.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Ruban Diamants

Questa treccia di oro bianco, su cui si posano diamanti round e baguette, è molto più di un gioiello. È l’accessorio genderless perfetto. Con il suo motivo a gallone, vera e propria icona dell’Art Déco, la sua linea può essere indossata tanto come cintura da uomo su smoking, quanto come cerchietto o collarino da donna, o perfino come una coppia di braccialetti genderless. Le opzioni per indossare questo gioiello nei modi più contemporanei sono infinite, il solo limite è l’immaginazione.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Noeud Diamants

Se da un lato i papillon venivano utilizzati come ornamenti squisitamente barocchi nella storia dell’Alta Gioielleria, eccone una versione pura, impreziosita dal contrasto tra bianco e nero. L’occhio creativo di Claire Choisne ne ha fatto una spilla in lacca nera e oro bianco, impreziosita da una base di diamanti, che può essere appuntata su un abito nero o su un’acconciatura da valorizzare. Può essere utilizzato anche come papillon su completo maschile. E in ultimo, un anello, fedele alla tradizione multiwear di Boucheron: un solitario da 1,50 carati, con il bordo nero, oppure un anello da papillon couture.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Liseré Diamants

Il bordo nero esprime tutta la forza di una semplicissima linea nera: alla goccia di diamante taglio goccia da 5,27 carati non serve altro per dar vita a un pezzo squisitamente moderno. Proprio come una fascia intrecciata valorizzerebbe un indumento, questo pezzo esprime il tocco inconfondibile Boucheron su un classico dell’Alta Gioielleria.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Plastron Emeraudes

Una collana come una corazza? Questo vistoso plastron si ispira alle collane Boucheron create per il Maharaja di Patiala ed è realizzato con 220 perle di smeraldo, per un totale di 1071,97 carati. La sua opulenza richiama l’epoca in cui gli uomini indossavano l’Alta Gioielleria come segno di potenza e gloria. Forza pura che si allea alla delicatezza degli smeraldi: ecco cosa offre Claire Choisne alle donne. Nella tradizione del multiwear Boucheron, questa collana mozzafiato è in grado di trasformarsi in choker e un bracciale; il suo design è disponibile come anello grafico e due diverse coppie di orecchini.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Bouton Emeraude

Anello in oro bianco e platino, impreziosito da diamanti e realizzato con uno smeraldo Muzo taglio cuscino da 7,43 carati, quasi come un bottone su un dito. Questo anello è stravagante ma con discrezione, grazie alla sua curva morbida, alla purezza delle linee e ai colori amati da Claire Choisne: nero, bianco e verde. È il tocco finale da ammirare, perfetto proprio come un bottone su un capo d’abbigliamento.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Chevron Emeraude

Una collana così flessibile da essere in grado di seguire ogni movimento, quasi come un tessuto che si adatta a una silhouette. Richiamando il motivo a gallone molto caro a Boucheron negli anni ‘20 del secolo scorso, Claire Choisne ha immaginato una catena in morbido oro bianco su un pavé di diamanti, che termina con una goccia di smeraldo da 61,35 carati. L’audacia di questo pezzo risiede nel suo fermaglio che lo trasforma in ornamento, essendo un gioiello di per sé e un fermaglio scorrevole, che permette di regolare la catena alla lunghezza perfetta.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Col Emeraudes

Con il suo design puro, questa collana segue la linea nitida di una scollatura a V e ci dice tanto sulla modernità dell’Art Déco e sulle inconfondibili peculiarità di Boucheron. Il suo design estremo vuole osare molto, posizionando 28 smeraldi in orizzontale, per un totale
di 24,59 carati. Le pietre con taglio smeraldo, intagliate nel cristallo e costeggiate di onice, richiamano la forma di Place Vendôme, ma anche l’eleganza cromatica che Claire Choisne desidera conferire alla sua collezione con il verde intenso, il bianco luminoso e il nero grafico. La stessa linea si ritrova in un anello e in una coppia di orecchini a chiusura leverback, che richiamano il motivo a ciottoli della piazza parigina.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Chevaliere Emeraude

Un conquistatore? Deve certamente essere baldanzoso e sicuro di sé. Da uomo o da donna, questo anello con sigillo si abbina al potente design ottagonale di Place Vendôme, con la precisione dei suoi ciottoli. Un luminoso smeraldo Muzo da 4,43 carati si erge su diamanti round e baguette, circondati da un bordo nero, ed è posto su una montatura in quarzo. Proprio come indossare uno stemma parigino al dito.

Boucheron Alta Gioielleria A History of Style: Lavalliere Diamants

Una collana come una cravatta. Linee pure e opulente che dettano uno stile specifico, proprio come un dettaglio può determinare un intero look. Questo pezzo realizzato in diamanti, onice, lacca nera e oro bianco ricorda le mitiche ragazze emancipate che prendevano in
prestito oggetti alla moda dal guardaroba maschile, per affermare una nuova femminilità. Ecco una cravatta, riprodotta in un movimento
congelato, come collana costellata di diamanti e decorata da tre trecce impreziosite dai grandi anelli in lacca nera. Claire Choisne si propone di giocare con questo pezzo che può essere indossato in tre modi diversi, da donne o da uomini, con o senza cravatta. Come collana, collarino o fermacravatta, accompagnato da anelli abbinati e da un anello in onice, diamanti e lacca nera su oro bianco.