Bovet 1822 Virtuoso IX: il nuovo ed esclusivo Tourbillon Amadéo Fleurier

Bovet 1822 presenta il nuovo Tourbillon Amadéo Fleurier Virtuoso IX. Scopritelo in tutta la sua esclusività ed eccellenza su Globe Styles

Bovet 1822 Virtuoso IX – Quando immagina un nuovo segnatempo, il Signor Raffy, titolare di BOVET 1822, ha sempre in mente il patrimonio storico della Maison, affinché la sua interpretazione contemporanea vi si adatti in modo coerente.

Se, come il Signor Raffy, volgiamo lo sguardo all’attività orologiera dei fratelli Bovet agli albori del 19º secolo, scopriamo che essi dominavano alla perfezione l’orologeria tradizionale e le arti decorative accademiche, ma allo stesso tempo esprimevano una visione assai contemporanea e innovativa, sia dal punto di vista tecnico che stilistico.

Se gli esperti d’arte e di orologeria riconoscono il lavoro dei fratelli Bovet in tutta questa diversità, è perché la qualità è sempre stata il denominatore comune fra la tradizione accademica e questa visione contemporanea innovativa.

Una qualità assoluta, al servizio dell’affidabilità, della cronometria, dell’eleganza e del buon gusto. Raggiungere questo sottile equilibrio è l’obiettivo che il Signor Raffy si è proposto nella creazione del Tourbillon Amadéo Fleurier Virtuoso IX.

Una cassa convertibile Fleurier Amadéo di 46,30mm di diametro accoglie questo calibro completamente nuovo. Autentica icona della Maison, il sistema Amadéo consente di trasformare il segnatempo in un orologio da polso reversibile, in un orologio da tasca o da tavolo senza dover utilizzare alcuno strumento.

Inoltre, la cassa del Virtuoso IX è dotata di un meccanismo segreto che permette di aprire il fondello con la semplice pressione della corona. La collaudata ergonomia della cassa Fleurier lo rende un segnatempo adatto a essere indossato ogni giorno. Le sue funzioni e complicazioni saranno sempre utili al collezionista, nella vita quotidiana e durante i suoi viaggi.

Solo la lancetta dei minuti occupa il centro del quadrante. La lancetta delle ore è decentrata al 2. La ragione dell’esistenza di questa lancetta separata è data dalla presenza di una seconda lancetta delle ore situata al 10.

Questa lancetta 24 ore indica un secondo fuso orario. L’ora locale e il secondo fuso orario condividono la lancetta dei minuti, che logicamente è collocata al centro. Il secondo fuso orario è completato da un’indicazione con il nome di una città corrispondente al fuso orario mostrato. La regolazione e la selezione del fuso orario si effettuano facilmente mediante due correttori laterali, che consentono inoltre di tener conto delle differenze tra l’ora legale e l’ora solare nei due fusi orari indicati.

L’indicazione della gran data logicamente fa parte di questa combinazione di complicazioni. La sua ampia finestrella non presenta separazioni tra le decine e le unità. L’ingegnosità degli orologiai della Maison ha permesso di ingrandire il più possibile l’indicazione della data minimizzando lo spazio occupato dal suo meccanismo. Essendo associata all’ora locale, la gran data si trova sul lato destro del quadrante.

L’indicatore di riserva di carica è situato a ore 8, specularmente rispetto alla gran data, fornendo un senso di
equilibrio all’intero quadrante. Quest’informazione è particolarmente utile, dato che il Virtuoso IX presenta una
riserva di carica di 10 giorni.

Trattandosi di un segnatempo reversibile, la sua seconda faccia presenta un aspetto completamente diverso. Non c’è quadrante. I vetri in zaffiro offrono la vista libera del movimento. Su questa faccia, le ore e i minuti si trovano in posizione centrale. I ponti traforati evocano l’architettura iconica dei movimenti BOVET del 19º secolo.

La loro superficie è incisa con uno scintillante motivo «bris de verre». Una volta incisi, bisellati e completamente decorati, i ponti vengono rivestiti in CVD blu, creando uno splendido contrasto con la platina rodiata. Questa combinazione di colori già era la favorita dei fratelli Bovet, che la usavano normalmente sulle superfici lucidate a specchio o finemente incise, per un’interpretazione realmente avanguardista del tempo.

Su questa stessa faccia, gli occhi più attenti ai dettagli noteranno un’apertura circolare a ore 12, che rivela un meccanismo poco comune. Si tratta del sistema di carica che presenta un differenziale sferico, oggetto di due brevetti.

Il Virtuoso IX presenta una riserva di carica di 10 giorni fornita da un unico bariletto. Questa caratteristica dimostra il dominio assoluto dell’energia da parte dei tecnici e degli orologiai della Maison BOVET. L’inconveniente di una tale prodezza sarebbe il tempo necessario per caricare questo tipo di molla. Il differenziale sferico offre una soluzione ingegnosa, dimezzando il numero di giri della corona necessario per caricare completamente il segnatempo senza aumentare la torsione del meccanismo.

Per assicurare una cronometria ottima, il movimento è regolato da un tourbillon volante double-face brevettato. In questa costruzione innovativa, il tourbillon è fissato al centro del suo asse. La sua distribuzione su entrambi i lati del bilanciere-spirale e dello scappamento riduce significativamente l’effetto del braccio di leva e migliora la cronometria. Il bilanciere a inerzia variabile è associato a una spirale tradizionale fabbricata nei laboratori della Manifattura BOVET 1822.

Una scienza dominata da meno di dieci orologiai a livello mondiale, che permette a BOVET 1822 di ottenere le migliori prestazioni attraverso un controllo assoluto della qualità e dell’accoppiamento bilanciere-spirale. Tra tecnicità e rifiniture estetiche, il ponte della gabbia da solo necessita di due giorni di lavoro per la decorazione e il berçage dei bracci, prima di ricevere lo zaffiro sfaccettato che giace magnificamente su di esso.

Il vero volto del segnatempo, il quadrante, è per definizione il componente più contemplato. Con il Virtuoso IX,
gli artigiani quadrantisti della Maison hanno dimostrato ancora una volta il loro enorme talento. La base del quadrante presenta una delicata finitura guilloché con un magnifico motivo a ventaglio. Otto strati di lacca traslucida sono applicati prima che la superficie venga lucidata.

Il quadrante flinqué irradia riflessi dai toni blu che evocano la ricchezza degli smalti del 19º secolo. Ai fini di una migliore leggibilità ed eleganza, i contatori delle ore e le loro graduazioni presentano una finitura satinata circolare e rodiata.

Disponibile in oro rosso, oro bianco o platino, il Virtuoso IX è il culmine di due secoli di storia dell’orologeria
artigianale e di arte orologiera nella loro espressione più nobile. Questa tradizione è accompagnata da numerose innovazioni, come dimostrano i quattro brevetti di questo segnatempo.