Burberry Uomo primavera estate 2022: “Universal Passport”, il fashion film e tutti i look

Burberry Uomo primavera estate 2022: i look sono pieni di sperimentazione giovanile e sensualità, espressa attraverso accessori ribelli.

Burberry Uomo primavera estate 2022 – Per la presentazione della collezione uomo Burberry primavera estate 2022, Riccardo Tisci fonde i sentimenti di libertà e solidarietà in un’esplorazione delle forze che ci uniscono e ci ispirano, quelle che ci fanno sentire vivi. Creando un momento di positività giovanile, la sfilata si incentra con grazia sul potere spirituale e sull’energia della musica e del movimento.

Burberry Uomo primavera estate 2022: il fashion show

“Questa sfilata racconta il potere e la bellezza dell’espressione di sé così come il fuggire per ritrovarsi poi a celebrare assieme la nostra creatività. Sono sempre stato ispirato dalla musica e dalla sua capacità di trasportare la nostra mente, il modo in cui riesce a connetterti con tempi, luoghi e persone oltre i confini. La musica ha avuto un ruolo importante nella mia vita, come colonna sonora e fonte di energia durante la mia giovinezza. Tanti dei miei ricordi sono stati forgiati dalla musica mi riportano ad un momento incredibile in cui stavo scoprendo me stesso – la mia voce interiore, la mia identità, la mia creatività – condividendo le mie esperienze con amici e talvolta anche con estranei lungo la strada. Era come essere in un viaggio universale, uniti da un senso collettivo di apertura, accettazione e opportunità. Volevo che la collezione catturasse quello spirito libero della giovinezza e il suo atteggiamento onesto e audace, quel senso di sperimentazione e fluidità. C’è un forte sentimento di unità ma anche di individualità: incoraggiarsi ed elevarsi a vicenda per esprimersi liberamente. È un’energia molto cruda che è contagiosa, eccitante e piena di vita. Come un risveglio” ha commentato Riccardo Tisci, Direttore Creativo Burberry.

Girato all’aperto, le strisce di sabbia sono in contrasto con la struttura urbana minimalista e grezza dei suggestivi Millennium Mills nei Royal Victoria Docks, East London. Un gruppo di modelli traccia un percorso audace attraverso il set, ognuno contraddistinto da una forte individualità. In una rappresentazione inflessibile e onesta della libertà di espressione, la collezione sfida i codici convenzionali con fluidità.

I look sono pieni di sperimentazione giovanile e sensualità, espressa attraverso accessori ribelli con finti piercing, gilet e cappotti in pelle nera. La sartoria e l’outerwear vengono rivestiti in modo simile con silhouette senza maniche non conformi e stampe astratte. Il nome della collezione “Universal Passport” è riportato su T-shirt in rete senza maniche e camicie in cotone, affermando il messaggio di connessione ed esplorazione. Attingendo dalla tradizione di Burberry legata al sostegno dello spirito comunitario e alla libertà di espressione, Riccardo Tisci cura un’esperienza piena di energia e di aspettative per la scoperta di spazi nuovi e sconosciuti da esplorare insieme.

La collezione

I capispalla vengono spinti alla ribalta in nuove silhouette senza maniche non convenzionali. L’iconico trench è rifinito con raglan e maniche ad aletta a pannello e con collo alzato. I cappotti in twill di cotone rinunciano ai colletti e aggiungono bottoni sulle spalle, trasformando il design in uno stile con scollo a barchetta. I bomber in pelle senza maniche tornano con finiture a coste accentuate e cinturini con bottoni a pressione.

Un senso di libertà sperimentale è trasmesso attraverso tutta la collezione: gilet, cappotti, pantaloni e slip in pelle nera. Gilet e felpe in cotone sono rimodellati con pannelli in pelle dalla forma organica e dettagli cut-out per un’interpretazione ribelle dei capi base con giocosi motivi sul petto, stampati su T-shirt e trench.

Continua l’ode all’evasione verso la vita all’aria aperta. Camicie senza maniche, pantaloncini e pantaloni con cinturini, pantaloni con pettorina impunturati a contrasto e grandi ornamenti sui cappucci. File simmetriche di cinghie di carico fissate sulla parte anteriore dei cappotti. Un abito senza maniche in pelle con collo a imbuto e gonne. Stampe curve astratte su T-shirt trasparenti, gilet in rete e camicie in cotone evocano le forme fluide del camouflage.

La sartoria sfida il convenzionale. Cappotti e blazer dal taglio inglese con revers impreziositi da bottoni, indossati con pantaloni sartoriali. Camicie ricostruite con dolcevita a strati, o camicie button-down con pettorina.

Nell’abbigliamento femminile, una continuazione di finiture metalliche fuse con i tessuti trasparenti della stagione. Motivi astratti adornano un abito sottoveste in lamé sovrapposto a un top trasparente stampato. Il trench in tessuto velato di paillettes con profili zebrati. Paillettes quadrate specchiate applicate ai bikini con fasce avvolgenti, indossati sotto pantaloni cargo e gilet trapuntato con motivo grafico a globo.

Le nuove borse in pelle trapuntata a quadri, tra cui uno zaino e una tracolla, sono entrambi impreziositi dal monogramma Thomas Burberry. Le borse messenger in pelle dalle proporzioni semplici con cinturini a sopraggitto in beige o monocromatico, riportano la stampa “Universal Passport”. Per le scarpe, sneakers alte da uomo in tela con pannelli e in pelle con cinturini alla caviglia e finiture tecniche; sandali quadrati da donna in pelle con paillettes, cinturini alla caviglia e finiture tecniche.

Tra gli accessori spiccano il cappellino da baseball imbottito oversize con linguette. Gioielli a cerchio di ispirazione punk in finiture solide, trasparenti, metalliche e tartarugate. Cerchietti in maglia grossa, indossati sopra berretti da baseball in pelle e tela di cotone. Nuove montature sportive per gli occhiali tra cui maschere da sci arancioni o nere e occhiali da sole navigator in acetato trasparente arancioni, rosa o tartaruga.

Riccardo Tisci ha reso omaggio al gruppo musicale Shpongle, utilizzando la loro canzone “Strange Planet” per la colonna sonora della sfilata.
Shpongle è un progetto di musica elettronica psichedelica Inglese, formatosi nel 1996. Il gruppo comprende Simon Posford (alias Hallucinogen) e Raja Ram (uno dei tre membri di The Infinity Project). Il duo è considerato uno dei capostipiti del genere psichedelico, che unisce la world music all’ambient psichedelico.

I modelli che hanno sfilato alla presentazione della collezione uomo sono: Alexander Brodersen, Alexis Chaparro, Alvaro Silveira, Aweng Ade-Chuol, Ben Gibson, Charles Nwosu, Chris Alli, Claus Royo, Daniil Dmitriev, Erik Assman, Felice Noordhoff, George Wilson , Gia Bab, Janick Heilijgers, Jayden, Jaylon Dawson, Joan Smalls, Kayako Higuchi, Khalil Ghani, Manolo Theodosiou, Matteo Ferri, Miles Gardner, Nando Tholel, Nic Minwoo, Niclas Baker, Nozomu Ito, Nyasha Matonhodze, Reece Nelson, Rocinio Tuinfort , Sneako, Tashi Kwayie, Tyler Forbes.

credit image by Press Office – photo by © Courtesy of Burberry