Cappellini poltrona Lud’o Lounge: il nuovo progetto ecosostenibile firmato Patricia Urquiola

Cappellini poltrona Lud’o Lounge: il nuovo progetto ecosostenibile firmato da Patricia Urquiola, che supera i confini del design. Scopritelo su Globe Styles

Cappellini poltrona Lud’o Lounge – Un progetto innovativo, sorprendente ed ecosostenibile. Un progetto che trasforma completamente la percezione dell’oggetto d’arredo. Un progetto ibrido che travalica i confini del design fino a entrare in contatto con il mondo della moda.

È Lud’o Lounge, la nuova poltrona disegnata da Patricia Urquiola per Cappellini che ricrea la soffice morbidezza di un giubbotto imbottito di piuma, di un cappotto ispirato alla street culture, di una giacca sartoriale.

Lud’o Lounge è un omaggio a Vico Magistretti per celebrare i 100 anni del maestro del design italiano, con cui Patricia Urquiola ha iniziato la sua carriera di progettista a Milano e da cui ha appreso la capacità di spingersi oltre i limiti del progetto. Ed è proprio nell’aver sfidato queste frontiere che è nata una poltrona trasformista e rivoluzionaria.

Una struttura portante realizzata in materiale plastico riciclato accoglie un morbido vestito, che può essere cambiato a seconda delle stagioni, delle occasioni o del proprio stato d’animo. “Con un semplice cambio d’abito, Lud’o Lounge rivela di volta in volta un’immagine diversa. Non si tratta di un classico imbottito sfoderabile, ma al contrario di un oggetto vestibile, caratterizzato da grande comfort che rappresenta un importante capitolo nell’evoluzione del concetto di seduta contemporanea”, ha commentato Giulio Cappellini, talent scout e anima creativa dell’azienda.

Invece di annidarsi un una poltrona tradizionale, il fruitore è invitato a vivere una nuova relazione con l’oggetto d’arredo perché Lud’o Lounge è un invito a lasciarsi scivolare nel proprio capospalla preferito. Una volta può essere il rivestimento sportivo in nylon che richiama il mondo street delle sneakers ed è realizzato dal riciclo della plastica raccolta nei mari; un’altra, sarà quello in velluto a coste che riprende le ultime tendenze delle passarelle di moda; un’altra ancora, sarà la soffice lana bouclé che regala una piacevole esperienza tattile e ricorda la morbidezza dell’alpaca o del vello di pecora.

Lud’o Lounge è un progetto concettuale ed eticamente responsabile in cui il tema dell’upcycling è protagonista. Ponendo l’attenzione sul ruolo del designer nell’ambito della progettazione consapevole, la poltrona restituisce ai materiali un rinnovato valore.

Dal basamento alla scocca, dal tessuto di rivestimento all’imbottitura in ovatta Tecnofill o in eco-fibra di acrilico che ricorda la voluminosità dei giubbotti in piumino, ogni componente è completamente riciclata e riciclabile. La soffice imbottitura interna deriva da materie prime riciclate e da fibre naturali estremamente leggere, fra cui la lana vegetale che si ricava dalla lavorazione degli steli e dei baccelli della Calotropis, una pianta conosciuta comunemente come un’erbaccia.

“L’idea era quella di disegnare una seduta confortevole, avvolgente ed estremamente morbida, ma che nello stesso tempo potesse essere trasformata più volte. Così è nato un elemento d’arredo in grado di vivere più vite: è un oggetto quotidiano che interpreta perfettamente il nostro patto di sostenibilità con l’ambiente”, ha raccontato Patricia Urquiola.

Il basamento presenta proporzioni volutamente esasperate che formano un grande cono girevole, disponibile in alluminio. Esiste anche una versione con base a 4 razze e con 4 gambe in legno naturale o tinto. La scocca, realizzata con stampo rotazionale, è in plastica riciclata e durevole: la sua struttura è volutamente essenziale perché è l’abito che fa il prodotto, è il rivestimento effetto piumino la sua caratteristica distintiva. Lud’o Lounge è una poltrona relax estremamente innovativa nel concept, nelle linee, nel sistema costruttivo: è la protagonista di un nuovo modo di abitare.