Cavour 82 Firenze Pierattelli Architetture: spazi fluidi, ambienti permeabili e segni cromatici

Cavour 82 Firenze Pierattelli Architetture: la ristrutturazione di un appartamento su due livelli a pochi passi dal Giardino dei Semplici.

Cavour 82 Firenze Pierattelli Architetture – Fare architettura è un atto di creazione: permette di dare forma non solo a nuovi spazi, ma anche significati e funzioni, stabilire nuove relazioni e prospettive. Colore, luce e geometria diventano gli elementi con cui ripensare un piccolo appartamento a Firenze: l’abitazione è stata trasformata da Pierattelli Architetture in una dimora funzionale e contemporanea, pensata su misura per il giovane professionista proprietario dell’immobile.

Materiali naturali, come legno e pietra, caratterizzano il progetto: tocchi di colore scaldano gli ambienti ed elementi vetrati amplificano gli spazi, per assicurare un’atmosfera calda e accogliente, senza rinunciare a comfort e unicità. A pochi passi dal Giardino dei Semplici, il secondo Orto botanico al mondo per antichità, l’appartamento di 65 mq su due livelli nasce dalla ristrutturazione di un ambiente di un unico piano con soffitta, collocato all’ultimo piano di un palazzo signorile dell’800.

Cavour82 è il risultato di una somma di equilibri e trasparenze. Cuore del progetto è il living open space, attorno a cui gravitano le stanze e gli ambienti privati: il soppalco e la camera padronale, a cui si accede tramite porta a filo muro e che affaccia sul cortile interno. Gli spazi sono pensati per offrire comfort e praticità, ma anche privacy e riservatezza, grazie a una suddivisione spaziale definita ma al tempo stesso permeabile, tra luce e trasparenze.

Lo studio di architettura fiorentino sfrutta la grande altezza dell’unico piano originariamente presente, ricavando un soppalco dove è ospitata la seconda camera, dotata di bagno privato e bagno turco. Una vetrata all’inglese in metallo brunito rende il secondo livello permeabile, anche se separato, permettendo al tempo stesso alla luce di distribuirsi in modo uniforme negli ambienti, modellandone gli spazi.

Tonalità naturali e delicate caratterizzano gli ambienti, rendendoli caldi e accoglienti: dal verde petrolio del living, al blu oltremare della camera padronale; con pavimento in rovere scuro a listoni che, senza soluzione di continuità, corre lungo tutti gli ambienti. Lo spazio diventa, nel complesso, un luogo aperto e giovanile: connubio di spazi che si incontrano, volumi aggiuntivi, suggestioni materiche e cromatiche.

Cavour 82 Firenze Pierattelli Architetture: interior design

Il progetto di ristrutturazione edilizia ha previsto la demolizione di una porzione del solaio preesistente, permettendo di ricavare un doppio volume: Pierattelli Architetture ha così trasformato un unico spazio con soffitta in un appartamento su due livelli arioso e funzionale. All’ingresso si viene accolti in un open space che ospita la zona living: la cucina a penisola compatta Arclinea, in un inedito color verde petrolio, caratterizza l’ambiente, contribuendo al tempo stesso all’organizzazione spaziale.

Un frigorifero free standing Smeg aggiunge un tocco di design, così come la lampada Zeppelin di Flos, sospesa sopra il tavolo Graceland di Lema, e le sedie Cila di Arper in ciniglia. Dal living si accede alla camera padronale: un ambiente contemporaneo con eleganti pareti
blu oltremare. Scompare nella parete la porta di ingresso a filo muro, affiancata da un mobile aperto in legno, dialoga con il pavimento in parquet della casa e la cornice dello specchio.

Ai piedi del letto Victoriano di Lema, sorretto da una struttura in metallo brunito, è stata posizionata una vasca progettata su misura dallo studio fiorentino, interamente rivestita in marmo di Carrara. La stessa pietra si trova nei rivestimenti in grande formato del bagno, a cui si accede tramite una porta vetrata a tutta altezza. Sulla zona living affaccia la scala progettata su misura, con finiture in legno: come la pavimentazione degli ambienti.

Il soppalco è stato ricavato sfruttando l’altezza dell’ambiente originale, attraverso aggiunte strutturali non invadenti. Separa dal piano inferiore, garantendo privacy e intimità, una vetrata all’inglese in metallo brunito. Lo spazio mansardato, raccolto e riservato, ospita la seconda camera da letto caratterizzata dalla tonalità verde salvia, che si ritrova sia nella parete di fondo sia in alcuni elementi di arredo, coma la sedia Cila di Arper.

Oltre che di un bagno privato, la stanza è dotata di bagno turco Effegibi, rivestito in piastrelle Bisazza, sempre sui toni del verde. Entrambi i bagni sono rivestiti in piastrelle di grande formato in marmo di Carrara, con rubinetterie nere ad accentuare i contrasti e lo stile contemporaneo dell’appartamento. Le pavimentazioni di tutti gli ambienti sono in parquet a doghe larghe in essenza rovere scuro.

credit image by Press Office – photo by Iuri Niccolai