Chanel Metiers d’art Paris 31 rue Cambon: la campagna di Sofia Coppola con Gigi Hadid

Chanel Metiers d’art Paris 31 rue Cambon: la campagna video realizzata da Sofia Coppola è una celebrazione della storia e dei codici della Maison.

Chanel Metiers d’art Paris 31 rue Cambon – Per celebrare l’arrivo della collezione Métiers d’art Paris – 31 rue Cambon 2019 2020 nelle boutique, la cineasta Sofia Coppola ha creato un video che ripercorre oltre un secolo di creazioni nel cuore dell’indirizzo storico di Chanel.

Chanel Metiers d’art Paris 31 rue Cambon: il video di Sofia Coppola

Nel 1918, Gabrielle Chanel acquistò un edificio situato in 31 rue Cambon a Parigi per fondare la sua casa di moda. Lì installò rapidamente il suo Studio insieme ai suoi atelier e un appartamento dove si sarebbe presa del tempo per leggere o ricevere i suoi amici. Ancora oggi, dal piano terra al quinto piano, troviamo la boutique, i saloni dell’alta moda, l’appartamento, lo studio e gli atelier, collegati dalla scala a specchio Art Deco dove si dice che alla couturière piaceva guardare i suoi spettacoli senza essere vista. Dal 1983 e per più di 30 anni, fu all’interno di queste mura – segnate per sempre dalla presenza di Gabrielle Chanel – che le creazioni di Karl Lagerfeld presero vita.

Per la sua prima collezione Métiers d’art, Virginie Viard ha naturalmente voluto rendere omaggio a 31 rue Cambon: l’edificio che fu ricostruito per il fashion show, sotto il tetto di vetro del Grand Palais, questo luogo unico è anche lo sfondo della campagna pubblicitaria della collezione Métiers d’art Paris – 31 rue Cambon 2019 2020.

Chanel Metiers d’art Paris 31 rue Cambon: La Coupole, il video

La famosa scala a specchio di 31 rue Cambon ora fa da sfondo alla campagna, fotografata da Melodie McDaniel sotto la direzione di Sofia Coppola. Le modelle Mona Tougaard, Gigi Hadid, Vittoria Ceretti, Rebecca Leigh Longendyke, Anna Ewers, Ola Rudnicka, Pan Haowen e Blesnya Minher intraprendono un percorso celebrativo che porta dal leggendario indirizzo della Maison di Gabrielle Chanel a un luogo frequentato da Karl Lagerfeld e dai suoi amici – il ristorante La Coupole a Parigi.

Un modo per tornare ai fondamenti dello stile Chanel. A partire dalla scala al 31 di rue Cambon, un’opera in stile Art Déco creata nei primi anni 1920 dove Gabrielle Chanel si sedeva a guardare i suoi spettacoli, invisibile al pubblico, appollaiata, come dice la leggenda, sul quinto gradino.

“Abbiamo pensato agli spettacoli originali che si sono tenuti al 31 di rue Cambon, e quanto doveva essere stato bello vedere le modelle che camminavano così vicine, e l’ambientazione della scala a specchio di Coco mi dà sempre un brivido quando la vedo”, spiega Sofia Coppola. Specchi con sfaccettature cubiste in cui si riflettono le silhouette della collezione.

La gamma cromatica si ispira ai colori emblematici di Chanel: bianco su un abito lungo fluido e un ensemble di crêpe di raso; nero su una giacca in jersey ricamata con strass multicolor e un cappotto in tweed riccamente ricamato in lana e cashmere; ma anche oro, su un cappotto trapuntato di bronzo, un vestito e un delicato ensemble di pizzo avvolto in fiori.

Il ricamo della House of Lesage, che si tratti di una spiga di grano, nastri o perle, punteggia diverse creazioni. Una minaudière a forma di gabbia dorata costellata di strass, che ricorda la famosa gabbia per uccelli presente nell’appartamento di Mademoiselle, viene utilizzata per accessoriare una delle silhouette della campagna.

Il bicolore, un codice classico dell’estetica di Chanel, si esprime perfettamente in una tuta grafica in tweed bianco e nero, così come nelle décolleté dorate e nere realizzate dalla Casa di Massaro. Il creatore di piume e fiori Lemarié rende sublimi un abito di pizzo nero, una gonna ecru impreziosita da doppie C e un mantello bianco in organza di seta stampato con camelie. Questo fiore, così caro a Gabrielle Chanel, copre interamente i bomber da sera.

Il tweed si fonde con paillettes su una tuta rifinita con un plastron e una giacca corta e una gonna a matita. Le catene sono tra i simboli celebrati e sono indossate con fili di perle, fiocchi o camelie. I gioielli – bracciali, collane, collane sauteir, pendenti e girocolli – completano i look.

La campagna della collezione Métiers d’art Paris – 31 rue Cambon 2019 2020 è una celebrazione della storia e dei codici della Maison Chanel.