Converse JW Anderson Run Hike: la nuova sneaker dall’anima runner

Rappresentando l’evoluzione di Converse per le strade, la parte superiore iconica della Chuck Taylor viene remixata con la nuova suola Converse Run Star. Scopritela su Globe Styles

Converse JW Anderson Run Hike – Una parte runner, una parte classica Chuck Taylor, l’ultima creazione di Jonathan Anderson con Converse ha attirato subito l’attenzione quando ha debuttato durante la collezione primavera estate 2019 del designer lo scorso settembre a Londra.

In linea di principio, la Converse x JW Anderson Run Hike è una dichiarazione sfaccettata sulla cultura contemporanea del mash-up, mentre in pratica la scarpa è un’articolata esplorazione giocosa di Anderson sulle proporzioni e la posizione.

È cominciato con un desiderio consolidato – fondere una Chuck Taylor con una runner – e si è evoluto come studio nel fondere un’icona di Converse con una nuova, molto diversa, silhouette per Converse.

“Le proporzioni contrastanti hanno sempre fatto parte dell’estetica del mio design. Quando mi sono avvicinato a questa nuova Converse, stavo cercando di ricreare la stessa estetica abbinando la suola di una Run Star alla classica Chuck Taylor per enfatizzare le proporzioni” afferma Anderson.

Costruire la Converse X JW Anderson Run Star Hike ha quindi richiesto un po’ di ingenuità nel design. La tomaia è intatta: arrotonda il piede con la sagoma aggraziata e stretta degli anni ’70. Al di sotto di questa semplice sagomatura, però, vi è l’accentuata lavorazione della Converse Run Star, una scarpa da corsa stampata a iniezione che è l’antitesi della Chuck in termini di taglio.

La Run Star presenta un’altezza di suola interessante. La para è stata anche concepita anche con un carrarmato, dando vita efficacemente ad una scarpa in tre parti (superiore, intersuola, suola) in cui ciascuna porzione è ben distinta e identificabile.

Sottili dettagli, tra cui segni tipografici disegnati a mano, trasmettono la storia condivisa di Converse e JW Anderson. Nella versione bianca, in cui la tipica tela viene sostituita da un lino, la data “1917” appare accanto alla patch, come omaggio all’anno di debutto dell’All-Star.

Così come, un’imminente scarpa nella versione Glitter recita “2017”, che segna l’uscita iniziale del Converse x JW Anderson Chuck 70 Glitter.