Dior collezione Donna autunno 2021: il nuovo Pop futurista, la sfilata

Dior collezione Donna autunno 2021: i look rivisitano il vocabolario di Dior con un’estetica Pop futurista ricca di colori acidi.

Dior collezione Donna autunno 2021 – Maria Grazia Chiuri ha svelato la collezione Autunno 2021 di Dior al Long Museum West Bund di Shanghai. La sfilata ripercorre un ventaglio di temi e rivisita il vocabolario di Dior con un’estetica Pop trasversale, da quella di stampo anglosassone proposta da Richard Hamilton al Nuovo Futurismo dai colori acidi di Marco Lodola.

Dior collezione Donna autunno 2021: il fashion show, video

Fra i capi simbolo spicca un cappotto con l’iconica stampa leopardata, uno dei modelli emblematici di Monsieur Dior. Gli effetti maculati risplendono in una gamma di tonalità fluorescenti; il tulle rosa è impreziosito da ricami argento e il motivo Toile de Jouy si trasforma in pizzo. Il nero è assoluto mentre i quadri sono proposti in blu navy, grigio, lampone e chartreuse.

Il motivo Mille Fleurs Dior in velluto di seta nero muta a seconda dei materiali. I ricami sono composti da paillettes oversize, come specchi a forma di disco, un richiamo alle sfere specchiate che illuminano gli arredi della sfilata, oltre a quattro nuovissimi abiti.

Maria Grazia Chiuri propone un caleidoscopio di materiali e forme, compresi must-have e icone, come la giacca Bar rivisitata. Una serie di altri cinque modelli esclusivi, ciascuno in una diversa tonalità fluo e in rosso (definito da Monsieur Dior “il colore della vita”), con tributi agli archivi della Maison, contribuisce ad arricchire la collezione. Presentate al ritmo di una composizione musicale di Giorgio Moroder che si intreccia con la voce di Maripol, queste creazioni sono pensate per affrontare il mondo di oggi con la forte energia, l’eccezionale raffinatezza e la profonda leggerezza dello spirito Pop.

In occasione dello speciale fashion show il Long Museum West Bund, il museo privato più grande della Cina, fondato dalla coppia di collezionisti Liu Yi Qian e Wang Wei, è stato completamente ripensato per l’occasione. Decorato con sfere specchiate da discoteca giganti e un’illuminazione dalle tonalità acide, lo spazio è stato popolato dall’audacia Pop incarnata dai modelli di Maria Grazia Chiuri. Nell’aria aleggiava una sensazione di radiosa vitalità che ha trasformato la sfilata in una festa dove a farla da padrone era la gioia allo stato puro.

The After-Party

Simile a una suggestiva pista da ballo, la passerella è stata ricoperta con una stampa leopardata, tributo a Mizza Bricard, simbolo dell’eleganza che ha anche ispirato una serie di look della Direttrice artistica delle collezioni donna di Dior. La sorpresa finale sono state le eccezionali performance dal vivo della cantante Joey Yung e del gruppo rock cinese Black Panther.

Come ultima sorpresa, la sfilata si è conclusa con l’apparizione di quattro abiti audaci dallo spirito anni Cinquanta. Rappresentazioni di una maestria virtuosa, queste creazioni presentano specchietti ricamati e suggestive gonne in tulle. Per celebrare l’arte del dettaglio cara alla Maison, ciascuno porta una lettera del nome “DIOR”.

Dettagli discreti rivisitano l’arredo della sfilata, impreziosito da sfere specchiate da discoteca: una moltitudine di specchi ricamati adorna un abito nero e due tute rosse, in versioni lunghe e corte. Un omaggio luccicante all’estetica Pop. Rivisitazioni di look d’archivio realizzati da Monsieur Dior, Moulin Rouge e Diana, due delicati abiti in tulle, sono caratterizzati da vistose tonalità fluorescenti che vanno dal giallo al rosa.

Ispirato al sontuoso cappotto leopardato disegnato da Christian Dior negli anni Cinquanta, il motivo Mizza adorna gli accessori Autunno 2021. Questa irresistibile stampa animalier è presente sui must-have Lady D-Lite, Saddle, Dior Book Tote e sulla sua versione in miniatura, la Dior Book Tote Mini, nonché su altri articoli essenziali di piccola pelletteria, fra cui portafogli agganciabili e una pochette. La ballerina Dior Mizza, new entry del guardaroba Dior, è dotata di un luccicante cinturino in nylon drappeggiato, sormontato da un logo “CD” in metallo dorato. Infine, foulard di seta e cappelli da pescatore Mizza contribuiscono al fascino Pop della collezione.

Parallelamente a una selezione di gonne, giacche e tute, anche gli accessori vengono proposti in versione argento. Guanti, cappelli da pescatore, le borse Dior Caro e DiorDouble e le scarpe D-Doll sono caratterizzati da un effetto metallizzato irresistibilmente moderno. A dimostrazione di un’eccellente maestria, l’iconica Lady Dior viene reinventata in una serie di edizioni limitate dallo spirito couture. Come raffinata ciliegina sulla torta, i gioielli della linea 30 Montaigne completano questi look audaci.

Il sandalo Dioract con cinturino in velcro può essere indossato con o senza calze per un look casual, mentre il sandalo D-Connect, con dettagli in neoprene e silicone, è ideale per un look ibrido. Infine la nuova D-Doll Mary Jane: un misto di fascino rétro e contemporaneo in versioni nera, bianca, rossa e argento.

credit image by Press Office – photo by Dirk Weiblen, Eric, Jacky Yang, Stand, Xuejiao, Chris Cu, Jack Fu, Meng Yinan, Jan, Shao Jie, Leah Zhang, Cheng Chong, Monte, Jiezhang, Mutu, Zhong Ha, Dotto, Zhonghai, Mango.