Dior J’Adore Absolu Eau de Parfum: la nuova fragranza femminile, la campagna

Dior presenta la nuova fragranza J’Adore Absolu e il video della campagna con testimonial Charlize Theron. Scopri tutto su Globe Styles

Ci vuole molto tempo per creare un’icona. J’adore ne è un esempio, un’icona capace di attraversare le epoche e le mode, le stagioni e gli stati d’animo. Sono rari i profumi che si elevano a emblema assoluto. J’adore è l’eletto.

Ma qual è il motivo di così tanto amore? Grazie ai fiori, sicuramente, selezionati con cura, cesellati e sublimati. Al piacere folgorante offerto da una sola goccia di questo nettare. Grazie anche allo splendore della dea che lo incarna. Oggi, è diventata anche lei un punto di riferimento per le donne.

Le donne Dior sono sempre state indipendenti e trionfanti. Nate dall’immaginazione di un uomo visionario che le voleva libere, belle e felici, oggi più che mai sono loro che conducono il gioco, libere di prendere le proprie decisioni nella vita e nell’amore.

Questo è il temperamento della donna J’adore. Donna in carne e oro, che da sempre spicca. Una donna che, oggi, decide di riunirne altre. Tutte unite da uno stesso grido di vita: “J’adore!”

Carnosa come mai prima d’ora, questa nuova composizione fa danzare le Assolute con una freschezza inedita. I suoi fiori hanno la dolcezza di un delizioso sciroppo, di un nettare sublime, naturale e sensuale. J’adore è l’opera di uno stilista.

François Demachy, Parfumeur-Créateur Dior, l’ha immaginata come un esteta, giocando con le sue varie sfaccettature floreali per plasmarne la composizione. Per il nuovo J’adore Absolu, ha accettato la sfida: creare una coreografia per le Assolute, floreali, carnose e sensuali, rinfrescate da una luminosa leggerezza.

“J’adore Absolu è chiaramente un’ode alle Assolute floreali, che bisogna trattare con precisione. Non si possono esprimere tutte allo stesso modo, bisogna creare delle sfumature e metterle in comunicazione tra loro. Per questa composizione, ho desiderato che il Gelsomino splendesse in tutta la sua intensità. È animalesco, fruttato, pieno di sole. Avvolto da note mielose di Arancio e Rosa, assume accenti più carnosi, degni di un nettare” ha raccontato François Demachy, Parfumeur-Créateur Dior.

Il Gelsomino Sambac e il Gelsomino di Grasse, ancora più intensi, uniscono qui le loro Assolute. Del primo, conosciamo la forza pungente e animale che seduce i sensi. Del secondo, apprezziamo le sfumature uniche, le sfaccettature fruttate e la ricchezza floreale riscaldata dal sole della Provenza.

François Demachy è particolarmente legato al Gelsomino, attribuendo a questo piccolo fiore bianco lo statuto privilegiato di Regina di Grasse. Celebrato e coccolato, è diventato un emblema della città dei fiori profumati.

Questo fiore, tanto leggendario quanto delicato, dev’essere raccolto al momento giusto, alle prime ore dell’alba, con i primi raggi di sole, quando è ancora bagnato di rugiada e inizia ad aprirsi, sprigionando tutta la sua potenza e le sue sfumature olfattive. È solo allora che il fiore sprigiona tutta la sua bellezza, dopo una lunga e paziente attesa.

François Demachy adora distinguere i molteplici tratti di questo Gelsomino loquace: “Al mattino, il Gelsomino possiede accenti più vivaci, simili a quelli del ribes. Quando è colto, offre tutto quello che possiede, ci dona la sua forza indolica e pungente. Nell’aria umida e più fresca della sera, quando sboccia nuovamente, suscita sensazioni straordinarie. Quando la raccolta è conclusa, il Gelsomino si lascia andare, diventando più ricco e ancora più sensuale, sprigionando note fruttate di albicocca. Ho voluto esprimere tutta la bellezza dei suoi molteplici tratti.”

Fruttato e delicato come un petalo, questo nuovo J’adore Absolu introduce nuovi accordi, conservando al contempo tutta la bellezza della sua firma di Assolute floreali. Una Rosa sensuale incredibilmente mielosa, presente in Assoluta come in Essenza, dialoga con una nuova nota di Arancio.

Quest’ultima si allontana sorprendentemente dalla leggerezza floreale e sprigiona una forza dal carattere animalesco. Utilizzata con parsimonia, aggiunge un aspetto “nettare” alla composizione. Avvolti con delicatezza, i fiori si tingono così di nuovi tocchi leggermente liquorosi.

Un’altra novità aggiunge una punta di freschezza alla fragranza. Un tocco leggero di una potente Assoluta di Magnolia, rinfresca la composizione grazie al suo accento verde e bagnato, che sa di “gambo”. Sostenuta da una nota floreale acquosa, questa Assoluta inedita dona una sferzata di freschezza a questo sensuale balletto.

Silhouette emblematica, l’anfora di J’adore conserva la sua bellezza limpida e rotonda. Celebrata e spesso rivisitata dagli artisti, ha subito lievi trasformazioni nel corso degli anni. Oggi, sceglie di liberare il suo cappuccio dorato, accennando a un nuovo movimento sensuale: un’onda organica che le dà vita e la sublima con la sua voluttuosa femminilità.

Charlize Theron, musa della fragranza, torna protagonista della nuova campagna. Un film sensuale e suggestivo, estremamente lussuoso. Un bagno turco rigorosamente oro dove la donna J’Adore fa la sua entrata insieme ad altre donne-odalische. Un sogno liquido in cui Charlize rappresenta l’elemento eterno della femminilità.