Dior Sauvage Elixir: la nuova fragranza maschile, una pozione ammaliante

  • Dior Sauvage Elixir
  • Dior Sauvage Elixir
  • Dior Sauvage Elixir
  • Dior Sauvage Elixir
  • Dior Sauvage Elixir
  • Dior Sauvage Elixir

Dior Sauvage Elixir: la nuova fragranza maschile ha potenti note legnose, fresche, speziate, che esplodono, seducono e sommergono.

Dior Sauvage Elixir – Distillato spirituale, magia concentrata, quintessenza purissima. Un elisir è una terra di estremi. Denso come una notte d’inchiostro, raro quanto una luna rossa, il nuovo Dior Sauvage Elixir si avventura lontano e forte. La Maison Dior, audace e rinomata per il suo spirito pionieristico, traccia nuovi sentieri, spingendosi oltre i limiti con questo nuovo elisir dalla concentrazione inedita, mai raggiunta prima.

Sauvage Elixir non è una fragranza prevedibile. Cattura, sorprende, esplora. È un liquore forte, denso e immediato che supera i limiti, accettando la sfida di un’incredibile potenza mai proposta prima d’ora nell’universo dei profumi. Un’emozione diretta, una potenza che stordisce, che spazza via tutto, in modo deciso. Sauvage Elixir è una composizione plasmata con precisione estrema.

François Demachy ha messo a nudo il suo spartito per aumentarne il volume, ha ridotto l’orchestra per far scaturire la sua forza. Da questo lavoro di purificazione è nato il paradosso di una ricchezza intensa. Legnose, fresche, speziate, ogni nota esulta, esplode, seduce, sommerge.
L’orchestra si è fatta da parte, la folla è silenziosa. Sauvage colpisce con pochi accordi. Una scia elettrizzante come un assolo virtuoso e ostinato. Un Elixir devastante. Un riff di chitarra perfetto.

La sua firma virile, riconoscibile tra mille, è sempre lì, ma è oggi accompagnata dall’audacia inedita di eccessi raffinati e padroneggiati. Estremi resi possibili grazie all’eccezionale rigorosità Dior, e grazie a materie prime selezionate per la loro nobiltà. Nuove sfaccettature cesellate su misura svelano un’eleganza unica plasmata da Dior, per Dior. Intensa come mai prima d’ora, questa “pozione” ammaliante evita la pesantezza e conserva la sua iconica freschezza. Nata da una “riduzione” precisa, è l’espressione di un lusso raro.

“Sauvage possiede note essenziali alle quali volevo restare fedele, portandole, al contempo, verso una densità inedita. Per raggiungere la potenza evitando la cacofonia, ho scelto di sfrondare, di mettere a nudo la sua architettura per conservarne solo l’essenziale. Questo Elixir è come la linea piena, nitida e precisa di una stampa. La sua scia è sorprendentemente profonda, densa” racconta François Demachy, Parfumeur-Créateur Dior.

Con audacia, questo Elixir rivisita l’iconica freschezza di Sauvage. François Demachy ha scelto dispeziarlo con precisione e di far risaltare una Lavanda su misura sorprendente, raffinata nella sua potenza, espressiva nelle sue sfumature e virtuosa nelle sue qualità biologiche.

Dior Sauvage Elixir: la fragranza

Sauvage non sarebbe Sauvage senza la sua vampata inaugurale di agrumi impetuosi. In testa, spunta il pungolo incisivo di una nota Pompelmo vivace e tenace. Chiama in rinforzo spezie che arrivano in gruppo, ben decise a farsi sentire grazie a un trattamento di estrazione
a bassa temperatura che preserva i loro aromi. Alcune giocano la carta del calore e della sensualità, come le essenze molto pungenti di Cannella e Noce moscata; altre sono invece più fresche e si avvolgono in un Cardamomo agrumato e aromatico al tempo stesso. Tutte si
sostengono le une con le altre, zampillano, seducono e accolgono poi una nota liquorosa e distesa di un’Assoluta di Rum della Martinica che finalizza questa ouverture virile, immediatamente accattivante.

Lavanda vibrante, una bellezza selvaggia firmata Dior, con la distilleria “Bleu Provence”. Subito dopo questo inizio potente, la freschezza assume un’ampiezza singolare, intensa ma cesellata. Vi si riconosce immediatamente la fragranza evocatrice e riconfortante della lavanda, fiore selvatico di eterna freschezza. Ma siamo anche sorpresi da una stupefacente nobiltà, inattesa, perché la lavanda è “diversa” in questo potentissimo elisir. Profonda e raffinata al tempo stesso, questa Essenza di Lavanda di Nyons DOP, ci svela sfaccettature uniche, frutto di un assemblaggio di vari raccolti selezionati con precisione da François Demachy. Un’Essenza di Lavanda semplicemente creata su misura per i profumi Dior.

Subito dopo questa lavanda dalle qualità floreali e leganti particolari, si annuncia il calore dei legni. Un accordo ambrato, firma potente di Sauvage, si svela in tutte le sue sfumature di tabacco biondo vellutato e sensuale. Avvolgente, tappezza il fondo pungente di una nota di
liquirizia, liquorosa e molto appetitosa. Insieme a loro, un Vetiver di Haiti che afferma la sua mascolinità un po’ terrosa, dialogando a meraviglia con il tocco acidulo e succoso del pompelmo, che si attarda.

Attorno a loro, un cuore di Patchouli che collega tutti questi legni eclettici. Venuto dal cuore delle foreste tropicali indonesiane, dove è distillato una prima volta “all’antica” in un alambicco scaldato a legna, questo Patchouli viaggia poi fino a Grasse per essere nuovamente frazionato a varie riprese. Un processo che permette a François Demachy di isolarne alcune sfaccettature e di ricomporre poi un Patchouli firmato Dior,
anch’esso su misura. Più nitide, sbarazzate dai loro accenti umidi, le sue note cesellate accompagnano con modernità le volute di una nota di Incenso avvolgente.

Fragranza sacra dall’incredibile potere legante, la nota di incenso fa brillare gli aromi che lo sostengono, li avvolge senza nasconderli, tappezza senza snaturare. Un compagno perfetto. Pieno e intenso, Sauvage Elixir è un manifesto del lusso.

Notturno e prezioso, è il flacone all’altezza del suo nome. Dior Sauvage Elixir concentra la sua straordinaria potenza in un nuovo scrigno di vetro blu notte dal formato unico di 60 ml. Questo flacone prezioso, dall’aspetto di ampolla moltiplica i segni di raffinatezza. Il suo nome
magico è apposto in argento brillante su un’etichetta scavata nel vetro. Il suo fondo a forma di cupola gioca con la luce.

L’icona Sauvage fotografata da Jean-Baptiste Mondino

È solo nella notte bluastra, sotto l’occhio di una luna incandescente. Johnny Depp, icona assoluta, vaga nella smisurata immensità di un deserto ipnotico. Un mondo selvaggio e notturno, spoglio e misterioso. Una terra estrema, sconosciuta e simbolica. Che appartiene solo a lui.
Sotto lo sguardo di Mondino, circondato da un branco di lupi, l’eroe con la chitarra si fonde più che mai con lo spirito di Sauvage. Intero, profondo, autentico. È lui, in tutta la sua essenza, la sua verità.

Ancora più carismatico, incarna la densa magia di questo nuovo potentissimo Elixir. Vestito di pelle nera, rude e sensuale. Nessuno è mai stato così rock’n’roll e magnetico prima d’ora…