Dior Victoria and Albert Museum mostra: Designer of Dreams, la retrospettiva

Fino al 14 luglio 2019 è possibile visitare la mostra Christian Dior: Designer of Dreams al Victoria and Albert Museum (V&A) di Londra, che celebra il patrimonio della Maison. Guardate tutte le immagini su Globe Styles

Dior Victoria and Albert Museum mostra – Fino al 14 luglio 2019 è possibile visitare la mostra Christian Dior: Designer of Dreams, al Victoria and Albert Museum (V&A) di Londra, che celebra il patrimonio della Maison e il legame indissolubile che da sempre la unisce all’Inghilterra.

“Ne amo gli usi, il senso della tradizione, l’educazione, l’architettura”, scrive Christian Dior nelle sue memorie a proposito dell’Inghilterra. Lanciata a Parigi il 12 febbraio 1947, la prima collezione Haute Couture in cui trionfa il New Look è presentata al cospetto di Sua Maestà la regina Elisabetta nello stesso anno, a Londra.

Quattro anni dopo, affascinato da questa città e mosso dal desiderio di conquistare le donne inglesi, lo stilista-fondatore lancia, oltremanica, C.D. Models. “Quando parlo della sede di Londra, quasi dimentico che si trova all’estero. Essendo l’ultima nata delle mie succursali, è quella cui in questo momento dedico le maggiori cure”, aggiunge nella sua autobiografia Christian Dior & moi.

Il 3 novembre 1954 è il giorno della consacrazione: la duchessa di Marlborough invita lo stilista a Blenheim Palace, la sua maestosa residenza situata a pochi chilometri dalla capitale del Regno Unito, per organizzarvi una sfilata benefica a favore della Croce Rossa britannica.

Questo monumento storico e simbolico sarà nuovamente scelto dalla Maison per presentare la sua collezione Haute Couture autunno inverno 1958 e come scenografia della sfilata Crociera 2017. Lo spirito e l’eleganza british ispirano Christian Dior sia per il suo guardaroba personale che per i suoi modelli, da lui battezzati Londres, Mayfair, Chelsea, Dickens o ancora Oxford.

L’amicizia che lega Dior a questo Paese si rinforza ulteriormente nel 1996, con l’arrivo di John Galliano, designer della scena londinese, in qualità di Direttore Artistico delle collezioni donna. Le affinità elettive con la Gran Bretagna continuano anche nel presente e nel futuro: nel marzo 2018, la Maison ha scelto il talento britannico Kim Jones come nuovo Direttore Artistico delle collezioni maschili.

A unire con un legame inalterabile la Maison all’Inghilterra è anche uno dei suoi accessori più iconici: la Lady Dior. Questa borsa, che ha conquistato il mondo intero, fu così battezzata in onore della principessa Diana, che la adottò senza indugi in occasione di una visita a Parigi nel 1995.

Ancora oggi, sono numerose le personalità inglesi che indossano le creazioni della Maison. Per citarne solo alcune: Emilia Clarke, che nel 2015 ha prestato il suo volto alla linea di gioielleria Rose des vents, Cara Delevingne, musa della linea di trattamenti Capture Youth, Robert Pattinson, dal 2013 volto della fragranza Dior Homme, o ancora Kate Moss, Naomi Campbell e Emma Watson.

In omaggio allo stile visionario dello stilista e all’ammirazione che egli nutriva per la cultura britannica, il V&A presenta una retrospettiva dedicata a oltre settant’anni di creazioni e intitolata Christian Dior: Designer of Dreams.

Questa retrospettiva celebra lo spirito pionieristico dello stilista-fondatore, nonché il destino internazionale della sua Maison, guidato, dopo la sua scomparsa avvenuta nel 1957, dal talento dei Direttori Artistici che gli sono succeduti.

Suddiviso in undici tematiche, questo evento esclusivo invita il visitatore a entrare nell’intimità di Christian Dior, ripercorrendo i momenti salienti della sua vita, dall’infanzia fino alla creazione della Maison di moda nel 1946. Un viaggio nel tempo che prosegue con la presentazione di icone senza tempo, come l’intramontabile tailleur Bar, e di look leggendari nati dalla visionaria fantasia dello stilista.

Rievocando le affinità che da sempre uniscono la Maison al Regno Unito, la sezione della mostra dedicata al fascino che la cultura e l’eleganza britannica esercitavano su Christian Dior introduce le numerose passioni dello stilista (il Settecento, lo stile Belle Epoque, i fiori e i giardini), che allora cadenzavano le sue collezioni e che oggi continuano a ispirare i suoi successori. Alla ricchezza creativa di questi ultimi è consacrato uno spazio, che sottolinea l’unicità degli stili di Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferré, John Galliano, Raf Simons e Maria Grazia Chiuri.

Omaggio cromatico all’arte del colore secondo Dior, accessori, cappelli, borse, illustrazioni, abiti in miniatura, rossetti o ancora fragranze emblematiche formano insieme una tavolozza di tonalità care a Christian Dior e arricchiscono questo appassionante incontro con l’universo della Maison.

A coronamento di questa esplorazione immersiva, un’area chiusa battezzata “the Salon” presenta il fasto delle serate mondane, illustrato da abiti spettacolari, testimoni del virtuosismo e del savoir-faire d’eccellenza degli atelier di Haute Couture Dior.

Felicity Jones, Eddie Redmayne, Eva Herzigova, Kristin Scott Thomas, Noomi Rapace, Bianca Jagger e molte altre celebrità erano presenti all’inaugurazione della mostra Christian Dior: Designer of Dreams al Victoria & Albert Museum a Londra.

credit image by Press Office Dior – photo by Adrien Dirand & Getty Images for Dior