Etro Uomo primavera estate 2020: motivi tribali dallo spirito naif

Sulle passerelle di Milano Moda Uomo ha sfilato la collezione primavera estate 2020 di Etro. Scoprite tutti i look su Globe Styles

Etro Uomo primavera estate 2020 – Un viaggio con il cuore pieno di emozioni e ricordi, ma con una valigia leggera ed essenziale. Un peregrinare senza fine attraverso il deserto, che perde qualsiasi connotazione locale, per diventare l’emblema del luogo più adatto dove perdersi e riscoprire una nuova versione della realtà.

Fedele alla sua visione assolutamente personale, dove un mix colto di suggestioni derivanti da diverse culture si incontrano con l’immaginazione e la creatività attraverso un radicato senso di innocente incanto e pura onestà, Kean Etro celebra lo spirito avventuroso del brand con un’eleganza eclettica.

In bilico tra sogno e realtà, il deserto, dal Thar al Gobi, dal Sahara al Chihuaha, offre un ampio spettro di referenze culturali e artigianali, che si integrano alla perfezione nell’iconografia tipica del marchio.

Riscoprendo l’essenza più autentica di Etro, la collezione primavera estate 2020 si focalizza su una perfetta combinazione di materiali preziosi dalla sorprendente tattilità e silhouette ampie, rilassate, a tratti generose.

Un senso di assoluta leggerezza risuona nella collezione, disegnata come un guardaroba maschile di pezzi classici rielaborati attraverso la sensibilità per il colore e la materia che caratterizza il brand. Dagli avvolgenti poncho che sfoggiano un vibe nomadico e i bomber in jacquard che rivelano motivi tribali dallo spirito naif fino agli ampi pantaloni in tessuti a righe punteggiati da piccole frange, tutto parla di un’eleganza pura ed essenziale.

L’iconico Paisley incontra il grafismo delle righe sulle morbide camicie, a volte realizzate in tessuti prodotti con materiali alternativi, tra cui l’eucalipto, o è ingrandito sulla maglieria stampata. Piccoli motivi cravatteria tono su tono o sofisticati ricami geometrici arricchiscono il tailoring rivisitato, che svela costruzioni leggere per una nuova interpretazione della tradizione sartoriale italiana.

Jeans dalle silhouette morbide stampati con micro pattern o decorati con ricami sui fianchi, bomber che sfoggiano intricati jacquard di rigogliose oasi e camicie definite da patchwork realizzati con sciarpe d’archivio sono i must-have da città per spiriti nomadi.

Sandali in pelle e sneaker sfrangiate completano il kit essenziale degli avventurosi esploratori di Etro, che lungo la strada richiamano la buona sorte indossando amuleti tribali porta fortuna.