Festival di Sanremo 2018 abiti quarta serata: i look degli artisti e dei conduttori

La quarta serata di Sanremo 2018 si preannuncia ricca di performance spettacolari con i dei duetti canori. Scoprite su Globe Styles i look che indosseranno stasera gli artisti e i conduttori.

La quarta serata di Sanremo 2018 si preannuncia ricca di performance spettacolari con i dei duetti canori. Ma torniamo subito a descrivervi i look che indosseranno stasera gli artisti e i conduttori.

In occasione della conferenza stampa di oggi al 68° Festival della Canzone Italiana di Sanremo, Michelle Hunziker ha indossato total look Salvatore Ferragamo. La conduttrice ha scelto un abito blu navy senza maniche in tessuto plissettato abbinato ad un paio di decoltè slingback in vernice a fiori con kitten heel, tutto della collezione Pre Spring 2018. La conduttrice indosserà invece stasera gli abiti di Moschino.

Pierfrancesco Favino sul palco dell’Ariston vestirà per la quarta serata due abiti firmati Dsquared2. Ad accompagnarlo per l’intero corso dell’evento i gioielli in argento di Nove25 e gli orologi IWC; Alessandro Preziosi, ospite al Festival, indosserà uno smoking della collezione Giorgio Armani. Il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni indosserà abiti di Ermanno Scervino.

Insieme ad artisti, conduttori, ed ospiti, protagoniste sono state anche le musiciste dell’orchestra che hanno indossato le creazioni Atelier Emé. Due i modelli scelti, l’elegante completo smoking bianco composto da giacca e pantalone in crêpe couture con dettagli sartoriali lucidi è stato l’outfit delle strumentiste. Mentre le coriste hanno optato per l’abito scivolato in crêpe couture. Il corpino con drappeggio sartoriale mette in risalto la profonda scollatura sulla schiena e la gonna con pieghe morbide ha un profondo spacco davanti a sinistra.

ABITI TERZA SERATA SANREMO 2018

Michelle Hunziker ha indossato Trussardi sul palco dell’Ariston per la serata di ieri. La presentatrice ha scelto tre abiti da sera realizzati per lei dal team creativo del brand Milanese. Midnight, Marlene e Dafne, ad ogni abito è associato un nome evocativo di un mood d’ispirazione, che Michelle interpreta con il suo carisma.

Per le nuance, blu notte, toni pastello e un gioco di black and white, con ricami di perle e preziose finiture che arricchiscono materiali fluidi ed impalpabili. Un team di 4 modelliste ed 8 sarte ha lavorato all’ideazione e creazione di questi tre modelli unici, costruiti e rifiniti rigorosamente a mano, per esaltare la silhouette di Michelle Hunziker. Il processo di realizzazione ha richiesto una settimana di lavoro continuativo, i cristalli che decorano i capi sono stati applicati in soli tre giorni.

Midnight è un abito a sirena in Mikado di seta con scollo a corolla e corpino ricamato in cristalli blu, Marlene è una giacca in doppio crep stretch con baschina in peau de soie bi colore e ricamo degradè in cristallo con gonna in peau de soie con taglio a tulipano e spacco centrale ed infine Dafne è un abito a sirena in crep stretch con scollatura ad oblo e inserti in plissè soleil su base di chiffon e ricamo degradè di cristalli in nuance. In occasione della terza puntata del Dopofestival, Michelle Hunziker ha scelto invece un suit rosso della collezione Prefall di Alberta Ferretti.

Il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni ha indossato tre look di Ermanno Scervino. Il primo era un completo nero con giacca che richiama le marsine dei cadetti e impreziosita da ricami, abbinata a camicia bianca con nervature. Il secondo era uno smoking nero con giacca caratterizzata da chiusura a gemello ricamato, abbinata a camicia nera con ricami punto tappeto, mentre il terzo outfit era composto da uno smoking illuminato da glitter all over e abbinato a camicia bianca, gilet e cravatta nera.

Pierfrancesco Favino ha scelto di indossare Ermenegildo Zegna Couture in occasione della terza serata ai quali sono stati abbinati un anello quadrato in argento con pietra rossa e un anello rotondo puntinato in argento entrambi del brand Nove25 e un orologio IWC. L’attore ha indossato due smoking disegnati in esclusiva per Lui da Alessandro Sartori, Direttore Artistico di Ermenegildo Zegna. Uno smoking monopetto a un bottone in misto lana/seta bordeaux scuro, con giacca dal rever sciallato in seta nera a contrasto, pantaloni flat front con dettagli laterali in seta nera, camicia da smoking con abbottonatura nascosta in finissimo popeline di cotone bianco, papillon e fascia da smoking in seta nera e scarpa stringata in morbida pelle di vitello nera.

Il secondo smoking monopetto a un bottone in jacquard di lana e mohair blu scuro, con giacca dal rever sciallato in seta nera a contrasto, pantaloni flat front con dettagli laterali in seta nera, camicia da smoking con abbottonatura nascosta in finissimo popeline di cotone burro, papillon e fascia da smoking in seta nera e scarpa stringata in morbida pelle di vitello spazzolato nera, tutto Ermenegildo Zegna Couture.

Per la terza serata Noemi ha scelto un outfit super sexy valorizzato da un hairlook molto glamour. I professionisti Cotril hanno liberato il suo bob-cut destrutturando il volume in curve libere e realizzando linee decise illuminate dal tocco finale di Naturil Argan Oil Shining Spray, lo spray lucidante che conferisce luminosità e setosità ai capelli. Look anni ’90 per Claudia Pandolfi, all’Ariston per promuovere la sua fiction “Aspettando la felicità 2”. Uno stile tomboy moderno, quello di Claudia, ma sempre senza rinunciare alla sua femminilità. Onde definite e lavorate a spazzola e phon con un risultato brillante grazie anche a Creative Walk Jalurox Youth, il siero mineralizzante, nutriente e rinforzante, che applicato sui capelli umidi, li rende visibilmente più giovani, corposi e lucenti.

Mirkoeilcane, che partecipa al Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il brano Stiamo Tutti Bene, per le serate sul palco dell’Ariston indossa le stringate di Alberto Guardiani, fuori dal palco indossa Ray-Ban Aviator Blaze, l’occhiale più iconico di sempre. La forma pilot, caratterizzata dal frontale in acciaio e dall’audace ponte superiore, si reinventa grazie all’innovativa struttura Blaze: le lenti piatte glasant, sovrapposte alla montatura, sono declinate in nuove tonalità sfumate o nella classica nuance G-15.

Carlo Pignatelli veste Mudimbi, l’eclettico rapper dall’ironia e spontaneità coinvolgenti, che ha calcato il palco dell’Ariston esibendosi tra le “Nuove Proposte”. Mudimbi ha scelto per la sua performance il design contemporaneo che strizza l’occhio ad un’eleganza classica e rigorosamente Made in Italy della maison Pignatelli.

Gianluca Saitto ha realizzare per Max Gazzè la giacca asimmetrica con la raffigurazione dell’uroboro in cotone con stampa all over, trattata con materiale tecnico, che si distingue per l’effetto “acqua” della superficie le cui tonalità, sotto i giochi di luci del palco, variano e creano movimento.