Festival di Sanremo 2018 abiti seconda serata: tutti i look delle star

Al Festival di Sanremo 2018, Globe Style vi svela tutti i look della prima serata indossati dagli artisti e gli abiti indossati da Claudio Baglioni, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunkizer per la seconda serata.

Passato il debutto del nuovo trio di conduttori sul palco dell’Ariston, eccoci a mostrarvi tutti i look della prima serata indossati dagli artisti e a svelarvi cosa indosseranno stasera. Partiamo dalla seconda conferenza stampa del Festival di Sanremo, il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni e la conduttrice Michelle Hunziker hanno scelto di indossare abiti di Ermanno Scervino.

Claudio Baglioni ha scelto un abito scuro con giacca monopetto e camicia in tinta, mentre Michelle Hunziker ha indossato un tailleur con giacca corsetto doppio petto in gessato di lana.

In occasione della seconda serata del 68° Festival della Canzone Italiana, Pierfrancesco Favino indossa capi esclusivi Salvatore Ferragamo. Si tratta di due abiti tre pezzi con collo a scialle realizzati su misura per il celebre attore. Silhouette rigorosa, unicamente taglio smoking dallo spiccato gusto sartoriale che contraddistingue la maison fiorentina. L’eleganza e il rigore si coniugano alla creatività, non solo nella scelta dei materiali e negli abbinamenti inaspettati, ma anche nella palette di colori che – oltre al classico nero – introduce nuance insolite come il blu chiaro.

Il primo smoking ha una giacca nera composta da due tessuti leggeri che racchiudono e lasciano intravedere delle micro paillettes che conferiscono un effetto leggermente brillante ma contenuto. I pantaloni sono flat front con tasche sui fianchi, senza banda in raso laterale, realizzati in barathea di lana colore nero. Il gilet – sempre in barathea di lana – diventa un must di eleganza maschile. Il secondo completo è composto da giacca in mohair e lana di colore blu chiaro con revers in raso di seta nero, i pantaloni flat front in barathea di lana colore nero con cintura e banda laterale in raso di seta tono su tono. Anche in questo caso lo smoking si completa con un gilet in barathea di lana nero a cui abbinerà i gioielli in argento di Nove25 e gli orologi IWC. Questa sera Michelle Hunziker vestirà tre abiti da sera di Alberta Ferretti.

Carlo Pignatelli veste Mudimbi, l’eclettico rapper dall’ironia e spontaneità coinvolgenti, che sarà sul palco dell’Ariston tra le “Nuove Proposte”. Completi sofisticati che alterneranno suggestioni classiche e smoking dal twist contemporaneo e dalle nuance speciali ed esclusive: questi i look che Carlo Pignatelli ha creato per la partecipazione di Mudimbi alla rassegna canora.

Michel Mudimbi sarà in gara con “Il Mago”, un brano dal ritmo accattivante e per le sue performance ha scelto il design contemporaneo che strizza l’occhio ad un’eleganza classica e rigorosamente Made in Italy della maison Pignatelli. Il risultato della collaborazione è tutto da scoprire: gli atout propri di Carlo Pignatelli, forte di un design sartoriale ed elegante che non perde di vista l’attualità, interagiranno con il personalissimo stile del rapper.

ABITI PRIMA SERATA SANREMO 2018

Passione, intensità, carattere: tutto questo in un cantante, Fabrizio Moro, e nell’anfibio oXs che ha scelto per salire sul palco del Festival della Canzone italiana ieri sera, capaci di amplificare, anche esteticamente, la forza della sua interpretazione. In coppia con Ermal Meta, il cantautore romano ha fatto sentire la sua voce in “Non mi avete fatto niente”, la canzone – manifesto contro il terrorismo, attesissima e accolta con calore dal pubblico in sala e a casa.

Una performance toccante, come quelle che caratterizzano da sempre Fabrizio Moro, che sottolinea ancora una volta come si possano affrontare argomenti scomodi ma con un tocco inaspettato e sorprendente. Come le oXs, le scarpe che l’artista sceglie da tempo e che rispecchiano una comune affinità di stile e di vedute, con la loro filosofia che punta all’evoluzione e alla contemporaneità, con un codice estetico preciso e riconoscibile.

Emozione senza tempo: John, l’anfibio-icona indossati da Fabrizio Moro con taglio al vivo, in denim spalmato artigianalmente, gros grain nero con gradi militari trasparenti e patch ricamata sulla linguetta, riassumono alla perfezione questo trend, con la loro anima forte e dura, di estrazione militare, l’interno confortevole grazie alle migliori tecnologie che facilitano la calzata, e l’esterno di tendenza grazie al mix di texture e al claim inatteso.

Personal couturier delle più belle voci italiane, è Gianluca Saitto a realizzare per Max Gazzè i look di scena che lo vedranno protagonista a Sanremo. Dopo il grande successo della prima collaborazione, sancita in occasione del tour “Alchemaya”, la creatività di Gianluca Saitto veste il debutto del singolo “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” – tratto dall’album “Alchemaya” – e presentato da Max Gazzè al Festival di Sanremo.

Il couturista ha realizzato per l’occasione 4 inediti modelli di giacche. La prima giacca si caratterizza per il taglio a 3/4, la chiusura baciata e il collo double effect che può essere lasciato classico oppure alzato, con un effetto di slancio che dona una certa hauteur. Realizzata in broccato di seta con doppia tonalità di grigio, la tonalità varia con il cambiare delle luci, creando un effetto che ricorda il metallo e cita l’universo alchemico. L’inserto centrale, interamente ricamato a mano e realizzato con passamanerie metalliche, cristalli e materiali vari, rappresenta il serpente che si morde la coda, formando un cerchio senza inizio né fine, rappresentazione della natura ciclica delle cose, l’eterno ritorno, l’immortalità e la perfezione, e che riporta inequivocabilmente alla simbologia alchemica.

Di nuovo alchimia nella raffigurazione dell’uroboro che distingue la giacca asimmetrica in cotone con stampa all over. Trattata con materiale tecnico, si distingue per l’effetto “acqua” della superficie le cui tonalità, sotto i giochi di luci del palco, variano e creano movimento. Collo interamente ricamato a mano con cristalli e materiali tecnici per la giacca con coda, realizzata in tessuto broccato dalle nuance del blu e del nero con leggero effetto cangiante. Il look rimane aperto sul davanti in modo da esaltare il collo a scialle ricamato, che crea un effetto di slancio e preziosità.

L’insieme è classico nella giacca frac con collo smoking in seta. Realizzata con tessuto a trama ampia e nera, l’effetto tecnico dona modernità al capo classico, reinterpretato in chiave alchemica attraverso l’applicazione di un ricamo realizzato interamente in cristalli che rappresenta alcuni dei principali simboli alchemici tra cui i principi, gli elementi, i pianeti ed i metalli.

Noemi durante la prima serata del Festival, in cui si è esibita nel brano “Non smettere mai di cercarmi”, ha indossato un necklace della collezione Ottaviani Bijoux. Sul palco dell’Ariston la cantante ha scelto un girocollo dorato con frange di cristalli, perfettamente in linea con il suo look e la scollatura del completo total black. Per la serata di apertura del Festival, Noemi ha optato per un look anni ’30 rivisitato, caratterizzato da onde piatte che le incorniciano il viso mettendone in risalto i lineamenti. I capelli sono tirati su un lato per fare spazio al fiore bianco contro la violenza sulle donne. Le onde sono state lavorate a phon e successivamente riprese con la piastra. Prima della piega un tocco di Naturil Argan Oil Styling Cream di Cotril, una crema modellante e idratante ideale per tutti i tipi di capelli, rende i capelli setosi, facilmente pettinabili e immediatamente più lucenti.

Nel corso della serata inaugurale, Michelle Hunziker, Pierfrancesco Favino e alcuni ospiti hanno scelto di indossare abiti di Giorgio Armani. Michelle Hunziker, conduttrice del Festival, per la prima parte della serata ha indossato un abito in velluto di seta nero con maniche lunghe, profondo scollo e ricamo di cristalli, della collezione Giorgio Armani Privé. Per la parte centrale, Michelle ha scelto un abito lungo ricamato con pois neri di ciniglia su tulle nero, della collezione Giorgio Armani Privé. Per il finale della serata, la presentatrice ha indossato un abito composto da bustino e gonna morbida color oro con ricamo di cristalli e leggero pizzo di crinolina grigio sovrapposto, sempre della collezione Giorgio Armani Privé.

Pierfrancesco Favino, conduttore del Festival, ha indossato uno smoking nero Giorgio Armani Made to Measure, con giacca con revers a scialle. Per la seconda parte della serata ha indossato uno smoking, sempre Made to Measure, con giacca in velluto verde bottiglia, in entrambi i look la’ttore ha abbinato i gioielli in argento di Nove25 e un orologio IWC. Fiorello, ospite della serata, ha indossato uno smoking blu della collezione Giorgio Armani.

Il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni ha indossato due smoking neri di Ermanno Scervino. Il primo era impreziosito da una chiusura gemello completamente ricamata a mano e illuminata da piccoli interventi di lurex, abbinato a camicia bianca con nervature e papillon nero. Il secondo, anch’esso abbinato a camicia bianca e papillon scuro, aveva dettagli di lurex sui revers a scialle.

Giulia Michielini ha indossato un abito rosa della collezione Philosophy di Lorenzo Serafini della primavera estate 2018; Valeria Solarino ha indossato un abito lungo Blumarine in chiffon creponne di seta con scollo drappeggiato in occasione della prima serata del Festival di Sanremo presso il Teatro Ariston; Nina Zilli ha indossato un abito in seta bianca della collezione Vivienne Westwood Couture a cui ha abbinato la collezione Ghirlanda Amore e Psiche della maison Pasquale Bruni.

Lo speciale set dell’iconica linea Ghirlanda racconta la bellezza e la passione divina tra uomo e donna, una indescrivibile alchimia che dà vita a Voluttà. In un prezioso giardino di fiori di loto che risplendono nella luce di diamanti bianchi si perdono gocce di Morganite. Si accompagna al principesco collier, degno di una divinità, il regale anello, la cui gemma centrale poggia su di un fiore di loto di diamanti. Ad adornare l’elegante acconciatura un pettinino in oro e diamanti della collezione Giardini Segreti e delle comete della collezione Stelle in Fiore come orecchini. Il mondo è quello di un giardino incantato dove magiche foglie preziose si susseguono a ricreare il movimento più bello e spontaneo, quello di una natura rigogliosa e piena di femminilità.

Antonio Diodato, conosciuto semplicemente come Diodato, a Sanremo 2018, è autore del testo di “Adesso”, la canzone con cui si esibito insieme a Roy Paci sul palco dell’Ariston, indossando un total look Manuel Ritz. Il Tuxedo è reinterpretato dalla texture digital camouflage, a conciliare i contrasti fra mondo digitale e naturale, con una palette cromatica dal grigio al verde. La giacca in cotone è a un bottone, realizzata con texture all over, il rever è in raso così come tutti i dettagli quali bottoni, fodera interna e profili tasche. Il pantalone con banda laterale in raso reinterpreta lo smoking grazie ad un jersey morbidissimo, il fondo stretto e la doppia pince.

Dopo la prima partecipazione al Festival nel 2005, Le Vibrazioni, fresche di reunion fortemente voluta dai fan, tornano a Sanremo con il brano “Così sbagliato” e indossano tuttavia, per la serata di debutto, un look, realizzato dal designer bresciano Maurizio Miri.

“Cercavo uno stile che segnasse il distacco dal mood ‘Flower Power’ – ha commentato Clizia Incorvaia, moglie del front man della band Francesco Sarcina, stylist per l’intero gruppo – un look che aveva fortemente caratterizzato gli esordi de Le Vibrazioni. Oggi sono cresciuti, sono anche giovani padri, ma hanno sempre un animo super-rock. Così mi sono orientata verso uno stile Glam-Rock. La giacca che indossa Francesco, un modello della collezione donna che lo stilista ha riaggiornato nella modellistica solo per lui, è un capo che sarebbe tanto piaciuto anche a David Bowie…”

Le giacche create da Maurizio Miri risaltano sui toni dark di jeans e T-shirt stagliandosi luminose grazie ai rever a taglio vivo declinati in lamina di alluminio, dai riflessi di colore porpora, oro e grigio. La giacca di Francesco Sarcina presenta sulla schiena una cascata di frange decisamente rock, nata per assecondare i movimenti sempre seducenti del cantante del gruppo.