Festival Sanremo 2020 abiti: i look di Amadeus, Diletta Leotta, Fiorello e dei cantanti

Mancano ormai poche ore all’inizio della kermesse nazional popolare e su Globe Styles vi sveliamo i bozzetti degli abiti indossati sul palco dell’Ariston da cantanti e conduttori.

Festival Sanremo 2020 abiti – Mancano ormai poche ore all’inizio della kermesse nazional popolare e Amadeus, il conduttore della 70 edizione del Festival della Canzone Italiana, per tutte le serate sul palco dell’Ariston vestirà Bagutta.

Il presentatore indosserà per l’intera durata del Festival della canzone italiana raffinate e sofisticate camicie realizzate dallo storico marchio, in grado di esprimere l’eleganza di uno dei volti più famosi del piccolo schermo italiano. Amadeus indosserà poi per tutte e sette le serate del Festival Gai Mattiolo, che ha realizzato ben quindici mise in broccato di seta e giacche da smoking molto ricamate.

Etro veste la conduttrice televisiva Diletta Leotta e il presentatore Nicola Savino in occasione della 70esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Diletta Leotta indosserà tre abiti sul palco del Teatro Ariston, affiancando Amadeus nella conduzione della Prima Serata, mentre per la serata finale ha scelto i look di Fausto Puglisi.

Nicola Savino vestirà Etro per condurre L’AltroFestival, il nuovo programma di RaiPlay in diretta ogni sera dopo il Festival di Sanremo.

Fiorello vestirà invece completi di Giorgio Armani. Rula Jebreal protagonista della prima serata indosserà un outfit di Armani Privè, un abito lungo a sottoveste.

Piero Pelù con la sua nuova canzone Gigante, indosserà abiti disegnati appositamente per lui da Tom Rebl. Piero Pelù festeggia su questo palco 40 anni di carriera con l’uscita di un nuovo album “Pugili fragili” disponibile dal 21 febbraio.

La collaborazione con Tom Rebl nasce invece nel 2013 in occasione della prima edizione di The Voice of Italy. Da quel momento il connubio stilistico si è intensificato fino ad arrivare ad essere un rapporto personale. Oltre ai look per diversi concerti e due video musicali, Picnic all’Inferno e Mille Uragani, Tom Rebl ha infatti disegnato l’abito del matrimonio di Piero Pelù celebrato l’anno scorso a Firenze.

I capi realizzati sono reinterpretazioni del guardaroba iconico di Piero Pelù, pezzi che hanno segnato e raccontato il suo essere uno degli esponenti più brillanti della scena rock italiana. Pantalone in pelle, canotta e gilet sono emblemi di questo mondo che Tom Rebl ha rivisitato in chiave glam sostituendo alla pelle in alcuni casi il PVC o affiancando a questi capi più classici, come lo smoking, ma tingendoli di colori primari.

Sul palco dell’Ariston anche il talento unico di Raphael Gualazzi unito allo stile sartoriale di Carlo Pignatelli. In occasione della 70ma edizione della kermesse canora per la quale Raphael Gualazzi, artista poliedrico amato in Italia e all’estero, ha scelto per accompagnare il suo brano “Carioca” l’eleganza, la sartorialità e il savoir faire italiani di Carlo Pignatelli che firmerà quattro diversi outfit per le altrettante serate della competizione canora.

Per il debutto del cantante, il made to misure della maison ha scelto l’eleganza del blu tradotta in un abito due bottoni con revers punta a lancia con tasche a pattina e camicia dal fondo panna dalle fantasie floreali, in un simbolico omaggio al Festival: un insieme scanzonato e in linea con l’ouverture frizzante della competizione canora.

Sofisticato sì ma con brio per l’outfit della seconda serata nella quale Raphael Gualazzi indosserà un classico frac nero a un bottone, con collo a scialle, portato con una candida camicia bianca dal collo diplomatico con fascia e papillon nero di raso. Il risultato è un tuffo nel tempo, grazie a quel mix di classe e di eleganza che, da sempre, appartiene alla maison Pignatelli.

Un tailor made di tendenza per l’evening dress color burgundy che il cantante indosserà nella terza serata di gara: un modello che ricalca quello di debutto – chiuso da un bottone, con tasche a pattina e revers larghi con punta a lancia, da portare sulla camicia a fiori bianchi e rossi su fondo blu – e sottolinea quella joie de vivre che accompagna da sempre la musica di Gualazzi. Il perfetto clima della riviera diventa ispirazione per il completo della quarta serata, che in un’immagine unica e sofisticata del più autentico Made in Italy: Carlo Pignatelli ha creato infatti un abito dalla giacca color corda con un bottone, revers punta a lancia e pantalone color sabbia. Un po’ tombeur de femmes, un po’ gentiluomo, Raphael Gualazzi lo indosserà con una camicia panna dal pattern floreale, garanzia di un risultato unico e ricco di fascino.

Per la prima volta sul palco dell’Ariston, Levante sarà in gara a Sanremo 2020 con il brano Tikibombom. Non solo una voce affascinante e sofisticata, ma anche una donna dallo stile inconfondibile ed eclettico. Un viso dalla bellezza magnetica e dai tratti mediterranei esaltato dai lunghi capelli scuri. Per il Festival della canzone italiana Levante ha scelto di affidare i suoi beauty look a Chantal Ciaffardini per il make-up firmato Yves Saint Laurent Beauté e all’hairstylist di Grazia Cassanelli Global Fashion Ambassador L’Oréal Professionnel.