Frankie Morello Milano Via Verri – Urbana, artistica, apparentemente incompleta ma definita in ogni dettaglio, Frankie Morello inaugura a Milano in Via Verri 4, la prima boutique monomarca.

Il negozio, 280 mq sviluppati sue due piani, si affaccia sul quadrilatero della moda con 3 importanti vetrine. Il progetto utilizza frammenti di materiali di scarto dalla ristrutturazione dello spazio preesistente, giocando su armoniosi contrasti che vedono convivere il vetro satinato, l’acciaio, il ferro, il cemento e il legno.

Un ambiente neutro che rispecchia appieno la filosofia del brand che esalta il difetto come dettaglio artistico. Uno spazio che mette in contrapposizione il passato e il futuro, che indaga l’anima del marchio con la personale interpretazione di ricerca e modernità di Damir Doma che dalla stagione primavera estate 2020 ne guida la direzione artistica.

Il racconto, fatto di vuoti e sospensioni, di trasparenze e opacità si svela nel contrasto di colori che in modo deciso passano dal bianco al giallo fino al nero, stimolando i valori tattili, visivi ed emozionali. Il negozio ospita le collezioni uomo e donna, abbigliamento e accessori.

Il mix di elementi è audace e personale: giacche sartoriali; giacche con maniche tagliate; abiti e top con frange di perline; tasche cargo su pantaloni e gonne; patch fuori misura che possono essere rimossi e posizionati altrove; fiori sfocati su abiti liquidi; cinture vintage come fasce su sandali fussbet.

Lo spirito urbano, per sua stessa natura, è un mélange di contrasti: forme nitide e ricordi sfocati; romanticismo e asciuttezza; la funzionalità di una zanzariera e l’imprevisto della spugna. Modernità, con un tocco italiano, significa la sensualità della pelle che occhieggia o di un corpo la cui presenza è costantemente percepita.