Fuorisalone 2019 Attilio Ladina: la nuova lampada Candle

Per il Fuorisalone 2019, Attilio Ladina presenta la lampada “Candle”, che nasce dal riutilizzo di barre di vetro decorate, derivanti dallo scarto delle lavorazioni dei lampadari di Murano. Scopritela su Globe Styles

Fuorisalone 2019 Attilio Ladina – In occasione della Milano Design Week 2019, Attilio Ladina, interior designer, presenta la lampada “Candle”, che nasce dal riutilizzo di barre di vetro decorate, derivanti dallo scarto delle lavorazioni dei lampadari di Murano.

La “Candle”, ideata come lampada da tavolo, è contemporanea e retrò allo stesso tempo, il suo design richiama l’immagine dei classici portacandele ma è tecnologicamente avanzata, e dispone di un sistema di ricarica con USB. Partendo dalle stesse barre di vetro la “Candle” viene poi anche realizzata come applique.

Attilio Ladina inizia la sua attività per pura passione: l’arte, la ricerca estetica, il gusto per tutto ciò che è bello sono elementi che iniziano a far parte della sua vita fin dall’adolescenza. L’arte di arredare di Attilio Ladina è un gioco fra i contrasti, le sintonie cromatiche e l’armonia delle forme che diventano il suo segno distintivo, il suo marchio di fabbrica.

Amante delle sensazioni tattili e visive Ladina crea giocando con i materiali. Tra le sue opere una lampada che già nel nome, Bozzolo, racchiude energia vitale, che si sprigiona dall’insolita combinazione dell’acciaio, algido elemento della modernità, con il calore dell’ottone e la trasparenza del plexiglas.

Attilio Ladina segue i progetti d’arredo della casa milanese della stilista Donatella Versace, del presentatore Mike Buongiorno, degli editori Alberto Peruzzo e Alberto Rusconi, così come la penthouse di Antonio Gallo, capo della comunicazione Pirelli Design, che ha ottenuto la copertina di svariate testate internazionali e italiane.

La Signora Katherine Price Mondadori, moglie di Leonardo Mondadori ed esponente dell’alta società newyorkese lo chiama personalmente per affidargli il progetto d’arredo della sua casa che affaccia su Central Park. Inoltre, porta la sua firma l’elegantissima casa della famiglia Kennedy a Southampton.

La sua fama di interior designer ha portato Attilio Ladina ad occuparsi, negli ultimi anni, non solo di spazi privati, ma anche di luoghi pubblici. Sue le scelte d’arredo del lussuoso Hotel Hermitage Relais & Chateaux di Cervinia e l’intero progetto del nuovissimo Noon Café & Restaurant di Milano, spazio che ha inaugurato un nuovo modo di concepire il luogo d’incontro.

Sospeso tra arte e design il Noon, grazie alle scelte di Ladina, è un luogo estremamente accogliente in cui ogni dettaglio sfugge alla manicheista divisione fra estetico e funzionale, collocandosi in un intermezzo di cui si può godere solamente vivendolo.

Attualmente sta curando la costruzione e la realizzazione degli interni della villa dell’impreditore cinese Long
Lang situata nei pressi di Shanghai.