Fuorisalone 2021 Alcantara: due installazioni per la mostra Cult & Must a cura di Giulio Cappellini

Fuorisalone 2021 Alcantara: due installazioni tra le opere protagoniste della mostra a cura di Giulio Cappellini in scena a Superstudio Più.

Fuorisalone 2021 Alcantara – L’azienda è stata tra i protagonisti di CULT & MUST, la mostra ospitata da Supersudio Più, che racconta gli oggetti del desiderio degli ultimi 20 anni e la visione progettuale che li ha generati. Un emozionante percorso, curato da Giulio Cappellini, che porta in scena in modo reale e anche digitale i più interessanti progetti di design, arte, fashion, tecnologia, automotive, materiali, education, immagine degli ultimi 20 anni. Un “museo” contemporaneo che storicizza le più recenti icone del lifestyle, i pezzi imprescindibili e indimenticabili che hanno inciso nella nostra vita. I Cult e i Must, appunto.

Alcantara prende parte a questo interessante progetto espositivo con due opere che se da un lato evidenziano l’estrema versatilità del materiale – l’infinta gamma di cromie e decori proposti dall’azienda e la capacità di rispondere ai brief più complessi delle industry di riferimento (dall’interior design, al fashion, dall’automotive fino al consumer electronics) – dall’altro raccontano il dialogo aperto con designer, creativi e curatori museali di tutto il mondo. Una relazione di reciproco scambio e ispirazione che Alcantara porta avanti dal 2011 e che ha condotto all’acquisizione di un patrimonio tangibile di opere e di conoscenza, in linea con i valori del marchio.

Nella sezione “Materiali” di Cult & Must l’azienda presenta il progetto Cromofono firmato da Ico Migliore e Mara Servetto. Una grande ruota che, una volta messa in movimento, come per incanto produce un concerto di colori, texture e suoni, ponendo l’accento sugli infiniti linguaggi di Alcantara. Presentata per la prima volta nel 2015 a Milano, Palazzo Reale, in occasione della mostra di Alcantara “Technology of Dreams”, Cromofono è un ricordo delle macchine sceniche delle corti reali del passato, reso ancora più straordinario grazie al prezioso contributo grafico di Italo Lupi.

Nella sezione “Automotive” spicca invece il progetto Dolce Vita di Paola Navone. Icona pop e simbolo del made in Italy, per questa sfidante installazione la Vespa Piaggio si veste del tricolore, grazie ad una inedita interpretazione della sella e ai pois, in Alcantara bianca, che rivestono l’intera superficie.

Presentata per la prima volta al Museo MAXXI di Roma nel 2015, in occasione della mostra Lolac Icons. Greetings from Rome, Dolce Vita è un omaggio all’Italia e ai suoi colori: vacanze romane, sulla due ruote più famosa al mondo.