Gilberto Calzolari primavera estate 2021, per la sua nuova collezione Gilberto Calzolari, che nel 2015 ha creato il suo brand di moda high-end e sostenibile dopo oltre 15 anni presso gli uffici stile di alcune tra le più importanti maison del lusso internazionale come Marni, Alberta Ferretti, Valentino, Miu Miu e Giorgio Armani, attua una profonda riflessione sull’intero sistema moda: la necessità di offrire capi sostenibili a basso impatto ambientale, nel pieno rispetto delle condizioni dei lavoratori, che trascendano dalle stagioni, per regole del panorama tutte da riscrivere.

Gilberto Calzolari primavera estate 2021: “Volume 2 di Tilt System”

Un percorso da lui iniziato già dallo scorso febbraio con la collezione invernale year-long e che continua oggi con quella della bella stagione 2021.

“Volume 2 di Tilt System” è così la extended capsule dall’approccio season-less, tagli femminili e maschili, colori accesi, forti geometrie e un’estetica del tutto contemporanea.

Materiali sostenibili, contro gli sprechi dei meccanismi di produzione di massa, diventano glamour e trovano impiego sotto il segno della creatività. Ed ecco che il cappotto viene proposto in canvas biodegradabile, le giacche oversize si abbinano a shorts multipockets in Principe di Galles fluo per un look schoolboy di giorno, o declinate in tessuto laminato turchese e fucsia per un look glam-rock di sera.

Non manca la T-shirt con slogan da attivista green, le impalpabili camicine in tulle verde-acqua, rosa e turchese da abbinare a maxi pants in vinile bianco o a shorts in douchesse a vita alta. Richiami Brit-punk per capi in tartan a taglio vivo, portati con t-shirt in organza o bluse in seta. Nei capi di upcycling pezzi di capi differenti vengono ibridati tra loro. La costante della collezione? Il continuo patchwork di forme e tessuti, per un inno al recupero e al ri-uso in chiave creativa che si illumina di bagliori dorati nei jaquard floreali e nelle paillettes.