Gucci collezione Décor 2018: nuovi mobili, complementi d’arredo e accessori decorativi

Gucci svela la collezione Décor 2018, i nuovi mobili, complementi d’arredo e accessori decorativi con i quali personalizzare il proprio spazio abitativo. Scoprili su Globe Styles

Gucci Décor dà vita all’estetica eclettica e romantica della Maison attraverso una collezione di mobili, complementi d’arredo e accessori decorativi con i quali personalizzare il proprio spazio abitativo.

In linea con l’approccio di Gucci al design, secondo il quale “nulla è mai troppo”, gli articoli della collezione Gucci Décor declinano una moltitudine di codici decorativi resi familiari dalle sfilate della Maison. L’effetto è una sorprendente e gioiosa combinazione di sfumature, motivi e disegni al di fuori da ogni regola.

Qua e là spuntano decori con scritte, mentre l’influenza del lessico Gucci Garden è ben visibile, con rigogliosi motivi floreali e animali che compaiono ovunque, che si tratti di sedie, cuscini o teiere. L’intenzione non è quella di suggerire un look particolare per l’arredamento: Gucci si sforza invece di fornire elementi che permettano di personalizzare gli spazi abitativi.

Al centro di questa collezione è l’impegno nei confronti del mestiere e dell’abilità tradizionalmente associati con gli artigiani italiani, oltre al desiderio di celebrare la ricca cultura artistica dell’Italia. Questo intento è particolarmente evidente in una serie di splendidi vasi, decorati con gli slogan e i disegni tipici della Maison, abbelliti da serpenti neri decorativi in funzione di manici.

I vasi sono prodotti da Richard Ginori, la famosa azienda fiorentina fondata nel 1735. Grazie alla maestria artigiana della storica fabbrica di porcellane, Gucci ha potuto realizzare una gamma di articoli in ceramica che si avvalgono di procedimenti di cottura complessi, che richiedono abilità manuale e competenze di alto livello. Inoltre, molte delle ceramiche Gucci sono dipinte a mano: i manici a forma di serpente, ad esempio, richiedono circa cinque ore di lavoro.

Un’altra novità importante è una sedia a baldacchino con imbottitura capitonné in pelle colorata o in velluto, munita di cassetto sotto la seduta. La sedia è ispirata dalle porter’s chair con schienale alto e calotta sopra la testa, utilizzate in Inghilterra, e più tardi nella Francia del XVI secolo, dai servi portinai che sedevano negli atri delle dimore signorili. Questa sedia è realizzata interamente da artigiani toscani e il caratteristico schienale le conferisce una forma a guscio d’uovo. Solo per realizzare lo schienale capitonné sono necessarie 28 ore di lavoro, mentre l’intera sedia ne richiede ben 64. Il cassetto in ogni esemplare è rivestito in tessuto jacquard Gucci utilizzato nelle precedenti collezioni di ready-to-wear della Maison.

Oltre ai vasi, i nuovi arrivi fra le ceramiche includono una più ampia gamma di tazze e portacandele. I nuovi disegni mostrano gatti, un sipario teatrale e un motivo con gemme. Presenti anche i decori con scritte, come ‘Maison de l’Amour’ e ‘Urtica Ferox’. I nuovi portacandele sono più grandi rispetto a quelli che facevano parte della collezione al momento del lancio.

Serpenti tridimensionali adornano adesso i coperchi dei portacandele e, nel caso di quelli neri, vengono dipinti a mano. Questi oggetti si aggiungono al vasellame, sempre realizzato da Richard Ginori, che si avvale della stampa floreale Herbarium, verde su sfondo bianco, la cui gamma si amplia con l’aggiunta di nuovi articoli (fra cui piatti, scodelle, tazze e piattini, brocche, caffettiera e zuppiera).

I portacandele in porcellana per candele profumate sono decorati con i codici tipici della Maison: la stampa floreale Herbarium, i motivi geometrici e il decoro ‘Star Eye’, ma anche una versione in tinta unita rosa carico con la scritta ‘Gucci’ in nero, in caratteri gotici. Animali in 3D provenienti dal Gucci Garden – api, farfalle e galletti in porcellana – adornano i coperchi dei contenitori. La collezione comprende anche piattini per incenso, dove cervi volanti e api fanno da supporto ai bastoncini di incenso, proposti in set mono-fragranza e offerti in confezioni esclusive Gucci.

Le cinque fragranze – appositamente create per le candele e per l’incenso – sono realizzate per soddisfare gli olfatti più raffinati e includono note di antica rosa damascena, betulla, cera d’api, fresia, cuoio e sale.

La collezione offre una nuova selezione di tavolini ripiegabili realizzati in metallo dai colori vivaci, disponibili nella variante con la stampa di una tigre, o con il disegno di un Kingsnake, o con il motivo ‘Urtica Ferox’, e un nuovo modello di tavolino le cui gambe ripiegabili fanno da supporto a un vassoio cesellato e decorato.

I vassoi sono anche disponibili separatamente e fanno da canovaccio ai numerosi motivi della Maison: fiori, animali e scritte. Tavolini e vassoi ben illustrano l’idea, allo stesso tempo immaginativa e pratica, che mobili e oggetti decorativi facili da spostare permettono di vestire e ri-vestire il proprio spazio abitativo con facilità.

Quando la collezione è stata lanciata, l’unico sedile rivestito era una poltroncina da toilette in tessuto jacquard floreale a colori vivaci con dettagli in argento; la gamma comprende ora due nuove poltrone, oltre al già menzionato modello porter’s. La prima è lussuosa, rivestita in tessuto decorativo, con braccioli che proseguono sui lati dello schienale e una frangia a nappine; la seconda è più bassa e più profonda. I rivestimenti disponibili per questi nuovi modelli includono tessuti in lino a motivi floreali, tessuti decorativi jacquard, e un tessuto con motivo GG jacquard dai colori vivaci.

I due stili di sedie per sala da pranzo – a schienale alto, con telai verniciati e colorati, e sedute imbottite adornate da una serie di motivi tipici della Maison, quali il gatto, la tigre, il cane Staffordshire in ceramica, la falena, l’ape e la tigre ruggente – sono offerti in versioni con seduta decorata nei nuovi motivi. E anche qui compare il coloratissimo tessuto GG jacquard.

Ai sontuosi cuscini della collezione, disponibili in varie forme e dimensioni, alcuni abbelliti con nappine, altri con bordi decorativi, si aggiunge ora una vasta gamma con motivi ricamati a punto croce su sfondo in velluto o misto lana. I nuovi arrivi sfoggiano teste di tigre, orsetti, la scritta ‘Maison de l’Amour’ e immagini di Bosco e Orso, i due Boston terrier del direttore creativo della Maison, Alessandro Michele. Altri ancora sono decorati con il motivo GG in jacquard di seta. Così come i cuscini già presenti nella collezione – dove il lato frontale è in lussuoso velluto decorato con motivi di rose, serpenti e tigri, mentre il retro è realizzato in splendidi tessuti jacquard – i nuovi arrivi hanno un retro a contrasto, anche se meno vistoso, in moiré o lino.

Pensati per chi desidera una presenza decorativa particolarmente spiccata, sono stati creati vari separé ornamentali ripiegabili rivestiti in tessuto stampato o in lurex jacquard per suddividere gli spazi abitativi.

La collezione include anche una gamma di carte da parati fuori dal comune, in vinile, carta o seta: un motivo con cartoline tratto dalla collezione Prefall 2017, e un motivo floreale presente su alcuni capi della collezione Fall Winter 2015-16; una carta da parati con motivo testa di tigre ruggente, e un’altra con grandi cigni bianchi su sfondo rosa shocking. Non manca la stampa Herbarium, in nero, verde o rosso, su sfondo color panna. Il rivestimento murale più esclusivo è però in seta e presenta una nuova versione del famoso motivo Flora della Maison.

Non a caso, nei negozi Gucci non è predisposta un’area apposita per la collezione Décor. Al suo posto, e per sottolineare l’idea che questi articoli sono semplicemente un altro modo di vestire Gucci, gli oggetti sono presentati un po’ dappertutto, integrati con i capi d’abbigliamento, gli accessori e gli allestimenti.

Infine, Gucci introduce un innovativo utilizzo della realtà aumentata che consente ai clienti di vedere come i pezzi della collezione Décor si integrano nei loro ambienti. Visitando la sezione Gucci Décor sull’App Gucci, gli utenti possono scegliere fra una gamma di articoli e “posizionare” questi prodotti nei loro spazi in tempo reale, facendo apparire l’immagine sugli schermi dei loro dispositivi mobili.