Gucci Epilogue Ken Scott: il romanticismo floreale e pop, la campagna

Gucci Epilogue Ken Scott: la selezione di capi e accessori caratterizzata dalle stampe tratte dall’archivio del designer americano Ken Scott.

Gucci Epilogue Ken Scott – La Maison presenta una selezione di capi e accessori, parte della collezione Epilogue, caratterizzata dalle stampe tratte dall’archivio del designer americano Ken Scott, che tra gli anni ’60 e ’70 visse a Milano, dove creò i suoi vivaci tessuti e la sua linea.

Soprannominato “il giardiniere della moda”, nelle sue creazioni Scott prediligeva i fiori oversize, tra cui peonie, rose, papaveri e girasoli. Pattern tratti dal vasto archivio di Ken Scott decorano capi e accessori da uomo e da donna della linea Epilogue. Motivi colorati e floreali caratterizzano i look. Le stampe sono raffigurate su maglie, giacche, abiti, borse e accessori in seta, tra cui fasce per capelli.

“Ken Scott è stato un grande creatore di tessuti” ha affermato Alessandro Michele, Direttore Creativo di Gucci, “Ha rappresentato i fiori con romanticismo e li ha introdotti nella cultura pop. Trattava i fiori come fossero insegne di negozi, li moltiplicava, faceva in modo che risaltassero in maniera incantevole. Amo il suo lavoro perché sono ossessionato dalle stampe floreali”.

Una campagna dedicata, ideata da Alessandro Michele e scattata dal fotografo Mark Peckmezian, ambientata in una stanza riccamente decorata con motivi diversi e composizioni floreali, mette in risalto la nuova linea di articoli. Per la campagna, le stampe di Ken Scott sono state riprese dai capi per creare e personalizzare carte da parati, tende, tovaglie e cuscini, dando vita ad un universo straordinario fatto di colori intensi e stampe a contrasto.

In occasione del lancio degli articoli con le stampe di Ken Scott, Gucci Podcast proporrà un episodio speciale con la partecipazione di Shahidha Bari, scrittrice, accademica, critica e professoressa di Fashion Cultures and Histories al London College of Fashion della University of the Arts London, che parlerà della vita dello stilista americano, del suo lavoro e della sua influenza sulla moda contemporanea.

Gucci Epilogue Ken Scott: tutti i dettagli

La proposta di capi femminili con stampe floreali tratte dall’archivio di Ken Scott include un cappotto, T-shirt, felpe, lingerie, top, pantaloni, gonne, blazer, camicie e abiti dalle linee fluide. Tutti i capi sono caratterizzati da colori vivaci e di grande effetto. I capi maschili comprendono un cappotto, una giacca, un completo giacca e pantaloni (acquistabili separatamente), piumini, camicie e tute da ginnastica.

Le sneakers stringate e le slip-on Gucci Tennis 1977, così come le Pursuit, sono proposte in una variante in tessuto nero con stampa raffigurante le iniziali KS dell’artista e il logo GG oro e dei fiori argento. Le Pursuit e un modello di sneaker Screener sono disponibili inoltre in una vivace stampa floreale di Ken Scott chiamata ‘Giardino d’Aprile’, caratterizzata da fiori coloratissimi dal forte impatto visivo.

Le sneaker Screener presentano inoltre inserti in pelle scamosciata blu sul retro e il nastro Web blu e rosso, mentre le slider floreali Pursuit recano il motivo GG intrecciato in blu ben visibile. Le scarpe e gli stivali da donna sono realizzati in quattro diverse stampe Ken Scott (‘Giardino d’Aprile’, ‘Zia’, ‘Jenni’ e ‘Pomponica’), caratterizzate da vivaci motivi floreali in diversi colori, e arricchite con i micro loghi Ken Scott e Gucci. Le fantasie sono declinate su una serie di modelli: sneaker (Rhyton, Ace e Screener), sandali, slip-on (Princetown e Jordaan), ballerine e stivali.

Le vivaci stampe floreali di Ken Scott, con la loro allure anni ’70, decorano anche accessori in seta: foulard in seta di diverse dimensioni, piccolo, classico e maxi, per far risaltare al meglio le stampe di Scott. Inoltre, l’offerta di accessori è completata da fiocchi colorati, stole e scialli caldi e raffinati, fasce per capelli in lamé o cotone, cappellini da baseball e cloche che non passano inosservati.

Oggi ‘Ken Scott’ è un marchio della rinomata azienda tessile Mantero e le stampe del vasto archivio di Ken Scott sono conservate dalla Fondazione Ken Scott che ha sede a Como.