Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori: la mostra di Wes Anderson in Fondazione Prada

Si è svolto alla Fondazione Prada a Milano un evento privato per l’apertura della mostra “Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori”. Scoprite tutto su Globe Styles

Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori – Si è svolto alla Fondazione Prada a Milano un evento privato, in occasione dell’apertura della mostra “Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori”, concepita dal regista cinematografico Wes Anderson e dall’illustratrice e scrittrice Juman Malouf.

In corso fino al 13 gennaio 2020, il progetto è organizzato in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna e riunisce più di 500 oggetti tra reperti naturali, opere d’arte e manufatti selezionati da Anderson e Malouf e realizzati nell’arco di 5 millenni, dall’Antico Egitto a oggi.

Alla presenza dei Presidenti della Fondazione Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, hanno preso parte all’evento Wes Anderson e Juman Malouf, il Direttore generale del Kunsthistorisches Museum Sabine Haag, il Soprintendente artistico e scientifico della Fondazione Prada Germano Celant, il Direttore del Design Museum di Londra Deyan Sudjic, i registi e gli attori Ella Balinska, Nicole Kidman, Regina King, Shota Matsuda, Gaspar Noé, Storm Reid e Sadie Sink; i musicisti e cantanti A$AP Rocky, Jarvis Cocker, Sunmi, Guan Xiaotong e Cai Xu Kun; gli artisti Taryn Simon, Andreas Slominski, Juergen Teller e Francesco Vezzoli oltre a personalità del mondo della cultura e della moda come Winnie Harlow, Amanda Gorman ed Elisabeth von Thurn und Taxis.

Organizzata in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna, la mostra riunisce 538 opere d’arte e oggetti provenienti da 12 collezioni del Kunsthistorisches Museum e da 11 dipartimenti del Naturhistorisches Museum di Vienna. Il titolo della mostra rende omaggio a una delle opere esposte, il sarcofago di Spitzmaus, una scatola di legno egiziana del IV secolo a.C. che conteneva la mummia di un toporagno.

La mostra è una riflessione sulle motivazioni che guidano l’atto di collezionare e sulle modalità con le quali una raccolta è custodita, presentata e vissuta. Guardando al passato e ispirandosi al modello della Wunderkammer, “Il sarcofago di Spitzmaus e altri tesori” sfida i canoni tradizionali che definiscono le istituzioni museali. La scelta delle opere, effettuata seguendo un approccio non accademico e interdisciplinare, dimostra non solo una conoscenza approfondita dei due musei da parte di Anderson e Malouf, ma testimonia anche risonanze e corrispondenze inattese tra i lavori raccolti e gli universi creativi dei due artisti.

Il percorso espositivo è costituito da gruppi di opere: dagli oggetti di colore verde ai ritratti di bambini, dalle miniature agli strumenti di misurazione del tempo, dalle scatole agli oggetti in legno, dai ritratti di nobili e gente comune a soggetti naturali quali il giardino, meteoriti e animali presentati come reperti scientifici o come rappresentazioni artistiche.

credit image by Fondazione Prada – photo by Andrea Rossetti