Kiton autunno inverno 2019: il formale si avvicina al casual-elegant

A Milano Moda Uomo, Kiton svela la nuova collezione autunno inverno 2019 2020. Scopri tutti i nuovi look su Globe Styles

Kiton autunno inverno 2019 – La collezione Kiton, presentata a Milano Moda Uomo, per il prossimo autunno inverno 2019 2020 nasce dall’esigenza di offrire all’uomo un guardaroba confortevole e rilassato, funzionale alla sua passione per il viaggio – un guardaroba di capi da portare facilmente con sé, piegati in valigia e non riposti in porta abiti.

Rivoluzionando la propria identità, l’abito diventa decostruito e si propone come capo versatile, che trascende la tradizionale connotazione “formale”, per affacciarsi al mondo del “casual-elegant”. Abbinato a camicia e cravatta durante il giorno, o indossato con t-shirt ton sur ton e sneakers per un cocktail serale, l’abito Kiton è adatto ad ogni momento della giornata.

Se nell’immaginario collettivo il cappotto rappresenta l’eleganza austera, Kiton ha voluto rivisitare questo capo iconico e attualizzarlo, come nel modello UGO, un must dall’aspetto morbido e moderno.

Le nuove giacche Kiton offrono un’ampia varietà di pattern e lavorazioni, come il jacquard, grazie ai continui sviluppi del progetto “Pure Vicuña Yarn”, che testimonia l’impegno costante dell’azienda nella ricerca e nell’innovazione nel campo delle fibre e della sartorialità.

Una collezione che immancabilmente ruota intorno alla qualità dei tessuti, caposaldo di Kiton, autentica fonte di ricerca e ispirazione per raccontare la sua idea di stile. Tessuti realizzati partendo da fibre naturali, con lavorazioni a mano, creati in esclusiva nel lanificio Kiton di Biella, nel quale si sperimentano costantemente nuove fantasie, texture, e mescolanze di fibre. Le iconiche trame e fantasie degli archivi storici, come i Principe di Galles e i Pied-de-poule, assumono un aspetto completamente rinnovato grazie alla lavorazione decostruita dei capi.

Per la collezione autunno inverno 2019 2020, Kiton arricchisce la sua proposta con capi dedicati alla montagna, che completano il guardaroba di un cliente che non vuole rinunciare alla qualità anche ad alta quota: giacche militari simili a parka con colli di pelliccia; piumini reversibili, lucidi o opachi. La novità assoluta della stagione è il cappotto in cashmere foderato in viseal, castorino o visone – must di Kiton – abbinato al double con interno in pile estraibile.

ll mondo della pelle, che sia nappa o scamosciato super selezionato, è riscaldato da imbottiture in piuma d’oca, utilizzate per smanicati, blouson, parka e giacca. Il montone, utilizzato per blouson e cappotti lunghi, sia in versione classica che sportiva, è nappato con lana riccia, o scamosciato con lana stirata; è inoltre tinto in botte, per avere colore uniforme sia all’interno che all’esterno. Ripensato per affrontare le fredde temperature, il denim, “lavato in capo”, è inaspettatamente arricchito da riporti in castorino e foderato in piuma d’oca.

KNT, la collezione urbanwear realizzata in Italia da Mariano e Walter De Matteis, giunge alla terza stagione. Nata da un’incessante ricerca tessile, KNT rappresenta la sartorialità di Kiton declinata su capi moderni, sportivi e più disinvolti, che si rivolgono alle nuove generazioni di cittadini del mondo con un appeal giovane e sofisticato.

E’ la geometria dell’architettura urbana ad ispirare la collezione KNT, le trame di abiti e giacche richiamo le griglie e le pavimentazioni delle metropoli contemporanee. La collezione presenta un ritrovato minimalismo di forme, nuance e volumi che mescolano linguaggi e codici diversi per dar vita ad un processo di ibridazione stilistica in cui i capi formali trascendono la loro specifica identità e si rinnovano con un’allure “sportiva”: ai cappotti e alle giacche, decostruiti e con bottoni coperti, è stato aggiunto il cappuccio, che conferisce un’aria più rilassata, effetto felpa.

I filati principali della collezione sono cashmere, seta e lino, insieme al cotone Sea Island, filato tra i più antichi e preziosi al mondo. La palette cromatica si focalizza sulle diverse gradazioni di grigio e blu.