Kristina Ti capsule VM18: la nuova sensualissima proposta lingerie

Kristina Ti, brand di moda torinese, presenta la sua nuova limited edition di lingerie, dal nome suggestivo e inequivocabile, VM18. Scopritela su Globe Styles

Kristina Ti capsule VM18 – La seduzione, dove ha inizio? Dalla testa, la parte più seducente del corpo di una donna. La mente, l’immaginazione, il desiderio, qualcosa che va aldilà della sessualità, forse addirittura non vi ha nulla a che fare, è qualcosa che coinvolge la femminilità come metodo d’espressione e si trasforma in bellezza che può manifestarsi esplicita o implicita.

La seduzione va oltre il genere, la razza, il credo, la seduzione è espressione, di Noi con noi stessi e di noi verso gli altri. La seduzione è un linguaggio. Nasce da questi temi la liaison tra Artissima e Kristina Ti. Jana, storico concept store ospita nei suoi spazi “Abstract Sex” un progetto espositivo che porta la fiera in
città e raccoglie strumenti imprevisti, dispositivi ibridi, tecnologie devianti, fotografie, video sculture, opere su tela e oggetti, in prestito dalle gallerie che partecipano ad Artissima, per raccontare storie di sessualità nella sua forma più anticonvenzionale.

Ispirata da queste tematiche, Cristina Tardito trasforma lo store di Via Maria Vittoria in spazio espositivo elaborando visivamente il tema del desiderio/censura e presentando negli stessi giorni, “VM18” la nuova collezione di Lingerie Kristina Ti, una limited edition per donne “Self conscious”, emancipate, decise, indipendenti, che vogliono intrigare con la mente e poi con il corpo.

Una collezione che si compone di diversi gradi di vedo-non-vedo, tulle con ricami simmetrici, stampe dal tema voyeuristico e luminose paillettes ramate. Differenti capi, differenti materie, differenti modi di esaltare il corpo femminile. Una proposta sensuale che si compone di 13 pezzi che includono baby doll, slip, culotte, bra, top, camicie e vestaglie.

Kristina TI crea così uno strumento di comunicazione, un linguaggio, che rispecchia e si ispira al nome della mostra stessa “Abstract Sex: We don’t have any clothes, only equipment”, per una concezione dell’abbigliamento svestito dal suo significato più materico che diventa “attrezzatura”, strumento d’espressione, per una donna dalla mente seduttiva.

Il progetto è stato presentato presso lo store KTI di Torino, in occasione di Artissima 2019, la mostra internazionale d’arte contemporanea che si tiene ogni anno nel capoluogo piemontese.