Lardini Uomo autunno inverno 2021: Life in the Woods, la nuova collezione

Lardini Uomo autunno inverno 2021: la connessione con la natura e i colori caldi sono le principali fonti di ispirazione della nuova collezione.

Lardini Uomo autunno inverno 2021 – La connessione con la natura, i colori caldi dell’autunno, sono le principali fonti di ispirazione per la prossima collezione autunno inverno 2021 2022 di Lardini Uomo. Una connessione che prende spunto dalle opere di due autori che hanno influenzato il pensiero dell’ufficio stile Lardini: il libro “Walden” di H. D. Thoreau, e l’arte del naturista Giuliano Mauri.

Thoreau raccontando la sua esperienza di vita vissuta nella campagna del Massachusetts, privatosi di ogni comodità che la società gli concesse per poter vivere in modo autentico e assaporare la natura nella sua purezza, influenza tutt’ora il mondo moderno. Giuliano Mauri non distante da questo concetto di coesione, come esponente dell’arte ambientale vive realizzando “architetture naturali” per mostrare quello che il nostro pianeta ha da offrire, ironizzando sul fatto che la civiltà ha snaturato l’uomo.

Un desiderio di ritorno alla natura, ad una vita più lenta, un uso consapevole delle risorse. Il fil rouge dell’intera collezione sono proprio i colori che si possono trovare durante il periodo autunnale. Il colore del legno, il foliage sfumato delle foglie, le tonalità delle spezie, come il cardamomo, o l’arancio della zucca, affiancati dall’utilizzo di alcuni tessuti come lana e cotone naturali e quindi ecologici, e nylon per i capi dal carattere più tecnico.

L’outerwear viene ampiamente sviluppato in cappotti, trench e field jacket, anche reversibili. Utilizzo di lane non trattate per la realizzazione di un cappotto doppio petto reversibile, l’esterno in disegno micro-check si fonde nelle nuance dei beige con i toni “bruciati”, l’interno si uniforma in un mélange tortora.

Il cappotto esclusivo in “harris tweed” lavorazione – jersey, doppio petto punta a lancia è realizzato in toni naturali. Il trench reversibile ha una doppia funzionalità: da un lato tessuto tecnico, anti pioggia e anti vento, e dall’altra tessuto drapperia in pregiata lana cachemire e seta che rende questo capo unico per la sua funzionalità. La field jacket anch’essa reversibile, capo iconico, funzionale e moderno, è realizzata da un lato in flanella-stretch nei colori del sottobosco e dall’altro in tessuto Nylon-tecnico.

Gli abiti sono sviluppati in lane leggere e confortevoli, in una fusione di colori che dai toni della terra passano ai beige e ai grigi fino al “quasi nero”, con l’immancabile blu Lardini che completa l’offerta. Yellow flannel effetto “vintage-look” per l’abito check dai colori beige e grigi, di mano leggera e morbida. Abiti d’interpretazione “Travel” in jersey di lana per la linea “Easy Wear”, in tessuto antipioggia e anti-stropiccio.

Giacche con fantasie damier e check fusi e sovrapposti ad immagini stampate sono realizzati nei colori di un bosco di betulle autunnali. Cachemire riciclato, lana e seta mista a cotoni e lino costruiscono capi su jersey stampati, che si sostituiscono alle fodere classiche. Esclusiva giacca in Jersey stampata su entrambi i lati, quadro fuso per l’esterno e stampa con riproduzione di cartamodelli e annotazioni sartoriali per l’interno, anche nella variante introdotta per questa stagione con effetto gessato per l’esterno e “fiore Lardini” tono su tono per l’interno in misto lana.

Giacche camicie strutturate proposte in micro check e gessatura irregolare, in lana e viscosa, o realizzate in panno “natural stretch” color bruciato. Giacca maglia realizzata nel nuovo “Filato 4.0”, un filato idrorepellente con cui viene realizzata la giacca maglia giro inglese, che per le sue caratteristiche è lavabile ed asciugabile nelle lavatrici domestiche.

La nuova “Giardigan” nata dal binomio di una giacca e di un cardigan abbinato ad un dolcevita danno vita ad un nuovo modo di interpretare il “Twin-Set”, con disegno in stile “Cracked Earth” nei toni naturali. Completano la proposta di maglieria il dolcevita, girocollo e cardigan in filato cachemire e lana “riciclato” che conferisce ai capi un aspetto “vintage”, realizzati nei colori della terra.

Il pantalone novità di questa stagione è “Dover”, dal sapore retrò che riporta agli anni 50: vita alta, passanti più bassi per cinture sottili e lunghe, da annodare lateralmente e lasciare cadere sul fianco. Tutti i modelli sono caratterizzati dalla ricerca esclusiva di tessuti cardati che per i nostri “tinti in capo” si colorano dei toni della zucca, delle castagne e delle foglie nella campagna autunnale. Particolari lane micro-Damier ed effetti knickerbocker per il pantalone Oslo. La tintura “Surface” nel velluto rocciatore effetto seersucker, per un pantalone dal sapore “vintage”.