Liquides Imaginaires Melancolia: l’acqua dello spirito, la nuova fragranza

La fragranza ha tra i suoi ingredienti principali zenzero, menta, citronella, cardamomo, alloro, muschi. Scopritela su Globe Styles

Liquides Imaginaires presenta Melancolia, la seconda fragranza che fa parte della trilogia Les Humeurs.

Aristotele si chiedeva perché avessi incantato persone eccezionali. Perché la mia bile nera, la mia dolce malinconia avesse colpito filosofi, poeti, artisti e persino eroi come Ercole. Sono la regina di una terra piovosa cara a Baudelaire. Sono lo stato dell’anima che mi rende una “malattia sacra”. Un liquido che un tempo si chiamava “umore”.

Sono il tuo umore, buono o cattivo. Interrompo la tua mente con visioni di follia e di genio. Il mio profumo trascende la nostalgia e sublima la milza. Sono l’acqua dello spirito, Melanconia.

Creata da Amélie Bourgeois, la fragranza ha tra i suoi ingredienti principali zenzero, menta, citronella, cardamomo, alloro, muschi.

“Secondo la medicina antica, il corpo ha mantenuto il suo equilibrio attraverso quattro umori, liquidi preziosi descritti da Ippocrate, per garantire l’armonia del corpo e della mente. Ispirata a questa teoria, la Trilogia des Humeurs propone di evocare il profumo e il suo potere di concentrare le nostre emozioni, sublimare il reale, moltiplicare i nostri sensi. Con queste sottili preparazioni olfattive, vi invito a liberare le forze della vostra immaginazione” racconta Philippe Di Méo.

I Liquides Imaginaires nascono da un design olfattivo di Philippe Di Méo, durante la sua mostra del 2011 presso la Maison des Centraliens. Se il profumo, nell’antichità, era un mezzo per comunicare con gli dei attraverso il fumo (lat.: per fumum), la sua incarnazione oggi si esprime nel simbolismo: per consentire ancora il passaggio dal materiale all’immateriale, dal solido al liquido, dal visibile all’invisibile delle emozioni.

Oltre alla funzione come accessorio di bellezza, i Liquides Imaginaires trasmettono la loro bellezza nella libertà delle loro creazioni. Ci offrono un mondo immaginario a portata di mano, aperto alla fuga di un linguaggio invisibile. Queste trilogie olfattive sono profumi di elevazione.