Louis Vuitton Archlight primavera estate 2020: vivaci dettagli colorati!

Louis Vuitton Archlight primavera estate 2020: vivaci dettagli colorati, dal rosa all’arancione, dall’azzurro al blu, che spiccano su fondo bianco.

Louis Vuitton Archlight primavera estate 2020 – Dal loro debutto in passerella nel 2018, le sneaker dalla suola oversize e ondulata ideate da Nicolas Ghesquière, non hanno mai smesso di rinnovarsi stagione dopo stagione in nuovi materiali e colori, diventando un’icona della collezione di calzature Louis Vuitton.

Le nuove sneaker Archlight reinterpretano le ispirazioni della collezione primavera estate 2020 di Louis Vuitton con vivaci dettagli colorati, dal rosa all’arancione, dall’azzurro al blu, che spiccano su fondo bianco in una combinazione di pellle e tessuto tecnico.

La ormai inconfondibile suola-scultura delle sneaker Archlight, con la forma ad onda alta 5 cm, diventa una firma della Maison così come il logo LV circle sulla linguetta e l’asola posteriore in tela Monogram. Un viaggio nel futuro che si rinnova stagione dopo stagione per un look al tempo stesso grintoso e femminile.

L’eccellenza della produzione calzaturiera italiana di Louis Vuitton, la Manufacture du Souliers a Fiesso d’Artico è un vero e proprio atelier della calzatura, dove tutti i giorni si produce il savoir-faire lussuoso della Maison parigina.

Louis Vuitton ha scelto infatti l’Italia per la produzione delle sue linee di calzature, sulle sponde del Brenta, polo di eccellenza, che riunisce in un unico luogo l’ufficio stile, la produzione, una splendida galleria d’arte e un centro di formazione.

Inaugurata nel settembre 2009, la Manufacture di Fiesso d’Artico racchiude tutta l’eccellenza italiana messa al servizio della Maison parigina, un polo che riesce a coniugare sia gli altissimi valori dell’artigianato sia gli ultimi ritrovati tecnologici. Un atelier della calzatura che al suo interno racchiude molti tesori d’arte contemporanea, con una collezione e delle opere appositamente realizzate da alcuni artisti.

Per produrre un paio di scarpe Louis Vuitton ci vogliono in media due giorni e da 150 a 250 operazioni, a seconda della complessità dei modelli, dell’assemblaggio dei vari componenti tra di loro, fino all’applicazione finale dell’etichetta con i due punti che ricordano il punto sella dei laboratori di pelletteria.

La maggior parte di queste operazioni sono fatte a mano, da artigiani dall’occhio esperto e dall’infinita pazienza, unici garanti di una simmetria ideale, perfetta sia all’interno che all’esterno della calzatura, perché tutte le calzature Louis Vuitton vengono lavorate a coppia.