Luxottica rivoluzione digitale 2019: innovazione tecnologica e personalizzazione

Schermi digitali, negozi interattivi, cataloghi infiniti e realtà aumentata: Luxottica presenta la trasformazione digitale dell’ottica. Scopritela su Globe Styles

Luxottica rivoluzione digitale 2019 – Le tecnologie digitali rivestono un ruolo sempre più importante nel settore dell’occhialeria permettendo di vivere esperienze esclusive ed innovative.

Lo spazio Luxottica diventa dunque un’area digitale nella quale prendono forma le novità e le principali storie di brand presentate in un’ottica innovativa e differente.

Negli ultimi quattro anni Luxottica ha investito nella trasformazione digitale e ha cambiato il suo modo di operare. Ha messo in rete le fabbriche con il mercato e sviluppato al suo interno competenze digitali uniche nel settore.

Questo profondo cambiamento tecnologico permette oggi al Gruppo di proporre opportunità e servizi digitali a vantaggio dell’intero settore dell’ottica, aprendo la strada a un processo di innovazione a beneficio di tutti: clienti e consumatori.

“Il digitale è il futuro di Luxottica e del nostro intero settore. Oggi ci aspettano nuove sfide per poter stare al passo con i tempi e soddisfare consumatori che cambiano rapidamente i loro comportamenti e i loro linguaggi, influenzati dalle nuove tecnologie. In questa fase di trasformazione, vogliamo essere ancora più vicini ai nostri clienti ottici e continuare a investire per portare a tutti loro i vantaggi che solo l’innovazione digitale può garantire. La parola d’ordine è ‘personalizzazione’ del prodotto e del servizio e con il digitale in negozio tutto questo diventa realtà”, commenta il Presidente Leonardo Del Vecchio.

La prima novità presentata in anteprima assoluta porterà direttamente nei negozi dei clienti ottici nuove modalità di interazione digitali con l’intero catalogo di prodotti Luxottica.

I consumatori potranno indossare virtualmente in modo del tutto realistico qualsiasi modello del catalogo, in ogni variante di colore, anche se non presente in negozio, grazie all’impiego della realtà aumentata e di tecnologie proprietarie evolute di virtual mirroring.

Il nuovo strumento si presenta come un vero e proprio smart shopper, ovvero una postazione virtuale all’interno del negozio dove i consumatori possono esplorare, con l’aiuto dell’ottico, collezioni e marchi del Gruppo in modo inituitivo, attraverso categorie facilmente navigabili.

Lo strumento, pienamente integrato con l’infrastruttura digitale di Luxottica, è pensato su misura di ogni singolo cliente, poiché personalizzabile nella veste grafica e nel logo e in grado di adattarsi in maniera “intelligente” alle collezioni vendute nel punto vendita.

Sempre tramite lo schermo interattivo, infine, per la prima volta in un negozio di ottica si potranno personalizzare liberamente i propri modelli di Ray-Ban e Oakley, scegliendo fra colore, tipo di montatura, lenti, finitura delle aste, terminali e custodie, o richiedendo particolari incisioni e dediche per rendere unico il modello di occhiale che si vuole acquistare.

Luxottica è stata la prima azienda ad applicare la tecnologia delle vetrine digitali su larga scala nel settore dell’eyewear, rendendo l’esperienza del consumatore coinvolgente e ricca di contenuti. In breve tempo è diventata uno dei più grandi digital broadcaster privati a livello globale, con circa ventimila vetrine digitali installate nei suoi negozi e presso clienti ottici di tutto il mondo.

Luxottica presenta un’ulteriore evoluzione di questo concetto con la nascita dello showroom digitale.

Da poco aperto nella nuova sede di New York sulla Quinta Strada e presto disponibile nello spazio espositivo all’avanguardia in via di realizzazione nella centralissima via Tortona di Milano, il nuovo modello di showroom sarà disponibile in una dozzina di sedi nel mondo già entro il 2019.

Al suo interno i visitatori possono vivere un’esperienza interattiva e immersiva alla scoperta dei prodotti Luxottica, attraverso schermi ad alta definizione, contenuti multimediali di ispirazione o legati al mondo della marca, infine simulazioni virtuali degli spazi in negozio.

Le collezioni sono organizzate in “couvette digitali” per agevolare l’interazione con i singoli modelli e il completamento dei processi di acquisto, mentre ogni occhiale appare a schermo come fosse reale, grazie all’impiego di rendering real-time ad altissima definizione, navigabili a 360 gradi e ingrandibili fino ad arrivare a osservare ogni più minimo dettaglio.