Max Mara primavera estate 2020: i nuovi agenti segreti, la sfilata a Milano Moda Donna

Sulle passerelle di Milano Moda Donna sfila la collezione primavera estate 2020 di Max Mara. Scoprite tutto su Globe Styles

Max Mara primavera estate 2020“Nella narrativa c’è bisogno di più donne come agenti segreti”, dichiara la scrittrice femminista Natasha Walter “dopo tutto, le donne sono allenate a mantenere i segreti”. A Quiet Life, la sua opera di debutto, mette le donne al centro di un romanzo di spionaggio.

Non è la prima – il fumetto sull’avventuriera Modesty Blaise è stato creato nel 1963 – ma è una delle poche. La più
recente è senz’altro Killing Eve, la serie tv fenomeno della BBC America che ha ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo (tra cui 9 nomination ai prossimi Emmy Awards).

Non a caso all’autrice della serie, Phoebe Waller-Bridge, è stata commissionata la revisione della sceneggiatura del prossimo film di James Bond, che uscirà la prossima primavera: “le donne avranno un ruolo di primo piano”, ha dichiarato Waller-Bridge.

Max Mara immagina il guardaroba di un film ancora da girare. Gli elementi ci sono già tutti, sono solo da mettere in ordine. Modesty Blaise è la nuova 007. Ammira l’eleganza di Bond, ma ne mette in discussione il modus operandi, gli inseguimenti rocamboleschi in auto, le sparatorie e le esplosioni catastrofiche.

Pensa che sia tutto così pericoloso e inutile. Con uno stratagemma o una trappola sconfigge i suoi avversari. Non c’è quindi bisogno di ricorrere alla pistola, ma la fondina è un accessorio molto elegante. Il nostro film inizia a Londra; in macchina lungo la piovosa Whitehall, il rumore dei tacchi risuona nei corridoi del potere, il cupo silenzio di un ufficio rivestito in legno. Indossa impermeabili e tailleur tre pezzi in Principe di Galles con spalle ben delineate.

Per il pranzo in un discreto pub di Mayfair indossa micro stampe foulard in bianco e nero. Viaggia sempre con una giacca sahariana e la sua Whitney Bag. Piccola, morbida e precisa oppure grande abbastanza per 24 ore. Il suo jet privato atterra su un’isola tropicale. Adora le divise: bermuda che sfiorano il ginocchio e camice multitasche
in rosa conchiglia, blu cipria o eau de Nil.

E’ preparata ad ogni eventualità. Un cocktail con il soggetto del suo incarico? Un invito nella villa del Governatore? Ha con sé lunghe gonne a stampa Paisley dai colori delicati o abiti fluidi color pastello con bretelle. Quando attraversa il prato fino all’elicottero che l’attende, i volant di seta ondeggiano seducenti. In questo film immaginario e nella vita reale, Max Mara non la tradisce mai.