Mercedes-Benz #WeWonder: protagonisti i visionari Solange Knowles, Carol Lim e Humberto Leon

Solange Knowles, Slick Woods, Carol Lim e Humberto Leon, Hans Ulrich Obrist, Kimberly Drew e Kevin Ma sono i nuovi protagonisti di #mbcollective. Scopri tutto su Globe Styles

Mercedes-Benz presenta un altro capitolo della sua fashion story #mbcollective intitolato #WeWonder, un manifesto che riunisce sette dei visionari più innovativi e stimolanti al mondo per confrontarsi sulle potenzialità del futuro.

Un futuro in cui Mercedes-Benz persegue un approccio olistico, nell’ambito della famiglia di marchi EQ che include la macchina Concept EQ, presentata come parte integrante della nostra vita quotidiana. Il progetto #mbcollective, a cui partecipano i designer Carol Lim e Humberto Leon, il direttore artistico Hans Ulrich Obrist, il fondatore di Hypebeast Kevin Ma, la scrittrice, curatrice di mostre e attivista Kimberly Drew, la modella Slick Woods e la cantante Solange Knowles, rappresenta un ulteriore passo avanti nell’impegno globale di Mercedes-Benz nel mondo della moda.

Tutti questi visionari, provenienti da ogni parte del mondo e specializzati in diverse discipline, si sono riuniti in una tavola rotonda col fine di plasmare una visione del futuro guidata dalla speranza, dall’ispirazione e dall’immaginazione, abbinandola al futuro della mobilità. Ognuno di loro avvierà un dialogo su un tema provocatorio e di grande impatto, creando un manifesto dinamico che mira a ispirare piuttosto che a fornire istruzioni.

#WeWonder: il manifesto

Nessuno può sapere come si evolverà il futuro, ma in ogni caso la moda ha la capacità di far emergere importanti quesiti sul nostro interagire reciproco. Ad esempio, come risponderà la moda al futuro che ci aspetta e al futuro della mobilità in generale? In che maniera la moda può offrire una piattaforma di discussione sulle nostre potenzialità? Allo scopo di approfondire questi temi, il manifesto #WeWonder sfrutterà una vasta gamma di canali digitali per comunicare con le innumerevoli voci dell’industria della moda. Il futuro della mobilità sarà CASE ovvero: Connected, Autonomous, Shares & Service and Electric, che ci trasformerà tutti in passeggeri con una nuova libertà: il tempo. Cosa può significare questo? Andare al lavoro la mattina potrebbe essere ridefinito come il momento in cui ci vestiamo, per esempio trasformando l’auto del futuro in un armadio mobile. Non ingombrati dal processo di guida, il modo in cui utilizziamo questo nuovo tempo ha un potenziale illimitato.

I visionari

I sette visionari hanno creato insieme una visione del futuro guidata dalla speranza, dall’ispirazione e dall’immaginazione. Il loro scopo non è delineare un’utopia né una distopia, ma piuttosto un’immagine di ciò che potrebbe essere umanamente possibile. I visionari hanno indossato i capi di Gesine Forsterling, Jan Cerny, Nobi Talai e William Fan, alcuni fra i talentuosi vincitori del Mercedes-Benz International Designer Exchange Program, un’iniziativa che mette i talenti creativi a contatto con un pubblico internazionale e che fornisce loro tutto il supporto necessario affinché possano compiere un passo decisivo nella loro carriera.

Solange Knowles: “Il potere della conversazione è inestimabile, e sono estremamente entusiasta di esplorare il futuro della tecnologia insieme a un partner che ha investito così coerentemente nelle arti in modo così innovativo. Credo in questo gruppo di persone e nel loro contributo per un cambiamento dell’arte, della moda e dell’espressione”.

Kevin Ma: “Mercedes-Benz ha molta eredità ma allo stesso tempo è aperta e guarda al futuro non solo nella mobilità ma nell’umanità il che è super cool”.

Hans Ulrich Obrist: “Se vogliamo affrontare le grandi questioni del futuro, del XXI secolo, dobbiamo superare la paura di mettere in comune le conoscenze e riunire tutte le discipline. Questo è il motivo per cui il progetto è così interessante”.

Carol Lim e Humberto Leon: “È eccitante lavorare a questo progetto con Mercedes-Benz perché, come noi da Opening Ceremony, hanno sostenuto talenti emergenti e hanno promosso la creatività. Il marchio è sinonimo di innovazione, classe, qualità e mostra una forte spinta verso il futuro”.

Slick Woods: “Sono orgogliosa di far parte della famiglia Mercedes-Benz. E è ancora più entusiasmante che capiscano che il progresso della tecnologia non solo riguarda tutti, ma non può progredire senza collaborazioni tra diversi percorsi della vita, tra cui età, etnia, religione e status sociale. Mercedes-Benz è rimasta un marchio di lusso senza privare gli altri della loro cultura, patrimonio o idee. È un compito difficile, e questo lo so bene”.

Kimberly Drew: “Sono felice di unirmi a questo incredibile gruppo di leader del pensiero. Ogni partecipante rappresenta in modo perfetto ciò che spero che il futuro conterrà”.

La macchina Concept EQ rappresenta un design all’avanguardia e una visione audace del futuro: entrambe qualità condivise dalla moda. Proprio come l’abbigliamento offre un mezzo per esprimere la propria personalità e le tendenze servono a riflettere le sfumature culturali del tempo, così anche Mercedes-Benz Concept EQ ha il ruolo di definire la mobilità nell’era digitale in rapida evoluzione.

Concept EQ, con il suo aspetto sportivo da SUV coupé, ha un proprio stile “elettro-estetico” distintivo che si ricollega ai valori del marchio Mercedes-Benz: intelligenza ed emozione. Le vetture ibride plug-in di Mercedes-Benz, come la Classe E, rappresentano un’importante tecnologia che getta un ponte sulla strada verso l’elettromobilità. Attualmente Mercedes-Benz offre vari modelli ibridi plug-in con tecnologia EQ Power, dalla Classe C Berlina al GLE SUV, per arrivare alla rivoluzionaria smart vision EQ fortwo, che offre una nuova visione della mobilità urbana personalizzata, flessibile e moderna come forma di efficiente trasporto pubblico locale.