Milan Design Week 2018 Attilio Ladina: la lampada b e il restyling della Gigi Lamp

L’interior designer Attilio Ladina presenterà al Fuorisalone 2018 la sua nuova creazione la “lampada b” e un restyling della “Gigi Lamp”. Scopri tutto su Globe Styles

Per la Milano Design Week 2018, il designer Attilio Ladina presenta la Lampada b che si ispira al design degli anni 40-50 conferendo un tocco retrò agli spazi contemporanei, con un gradevole accostamento di materiali quali l’alluminio laccato lucido con policarbonato.

Per l’occasione viene presentato anche il restyling della Gigi Lamp, firmata da Attilio Ladina, Luca Alessandro Amendola e Gianluca Geroli. Presentata come prototipo al fuorisalone del mobile 2015, la Gigi Lamp viene riproposta, in concomitanza con l’edizione 2018, in una nuova versione: il diffusore non è più in policarbonato ma è realizzato in alluminio dai colori pastello che vanno dal giallo al Tiffany fino al nero, la struttura è disponibile sia cromata lucida che ottone e la fonte luminosa è doppia, orientata sia verso l’alto che verso il basso.

Un oggetto nella sua essenzialità ricco di incanti e suggestioni. La forma a clessidra rimanda all’archetipo di un oggetto senza tempo e i materiali lo rendono contemporaneo e tecnologico grazie all’utilizzo di una fonte luminosa modulabile a LED. Gigi non è solo una lampada, ma anche un omaggio, una dedica a Gigi Scagliotti, interior designer, socio ma prima ancora amico.

Attilio Ladina Nato a Cremona nel 1952, studia presso lo IED “European Institute of Design” 1973. Nel 1978 completa gli studi all’Istituto Crossignani come Interior Decoration. Lavora nello studio Scagliotti dal 1978 occupandosi della progettazione di alcuni prestigiosi shops e showrooms milanesi nell’ambito della moda da Versace a Iceberg, da Gio Moretti a Jean Paul Gautier. Sviluppa progetti di interni in prestigiose residenze private, a Madrid, Milano, Parigi, New York, Roma, Napoli, Mosca, Santo Domingo. Realizza anche progetti di restyling per gli hotel del circuito Relais & Chateaux ad Aosta e Punta Ala, curando l’immagine delle nuove camere e delle parti comuni come i ristoranti, le hall e le sale fitness.