Nuovo Miss Dior Eau de Parfum: il bouquet Millefiori, la campagna con Natalie Portman

  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum
  • Nuovo Miss Dior Eau de Parfum

Nuovo Miss Dior Eau de Parfum: Natalie Portman torna protagonista della campagna della nuova fragranza millefiori della Maison.

Nuovo Miss Dior Eau de Parfum – «Createmi un profumo che sappia d’amore…» Nel 1947, Miss Dior è nata da questo slancio folle, da questo forte desiderio di incantare nuovamente la vita delle donne, di ridonare loro i colori cangianti dell’amore. All’epoca, dopo tempi bui, questo profumo rappresentava, per Christian Dior, un sinonimo di felicità, poesia e armonia ritrovata. Di speranza in un futuro migliore.

Nuovo Miss Dior Eau de Parfum: la nuova campagna con Natalie Portman

Oggi il mondo è cambiato e Miss Dior con esso. Sicura di sé e ardimentosa, ci prende per mano, con la gioia nel cuore. E ci mostra, ancora e ancora, l’essenza dello spirito Dior: essere tutt’uno con la bellezza. Celebrarla, ovunque essa sia. Semplicemente, amarla.

Miss Dior è, da sempre, una promessa di felicità, una prodezza olfattiva oggi spettacolarmente rivisitata in un oceano di petali multicolori. Il suo nuovo “Millefiori” cangiante ci sprona a riscoprire le bellezze che ci circondano, perché, per Dior, il lusso è, da sempre, una promessa di felicità e la bellezza è il mezzo assoluto per riconciliarsi con la vita. Ancora più luminosa, dispiega i suoi accenti floreali, diventa ancora più ampia, restando leggera. Immediatamente accattivante ed elegante, la sua composizione unisce carezza e freschezza.

Composta da François Demachy, celebra, come sempre Rose, la sua firma emblematica, ma un Iris nobile le offre anche un tocco poudré, accompagnato da un pizzico di Peonia sensuale. Vellutata come un petalo, fresca come un sottobosco, sensuale e avvolgente, è una nuova
Miss Dior sorprendente che divampa. Ancora più raffinata, si orna di un nuovissimo fiocco couture, meraviglia in miniatura cosparsa di fiori delicatamente intessuti. Alcuni centimetri di lusso assoluto annodato al collo del flacone leggendario.

Non lontano da “Les Fontaines Parfumées”, François Demachy, mentre è in compagnia di Carole Biancalana, fedele fornitrice della Maison Dior in Rose Centifolia, scopre, nel suo giardino, una rosa che non conosce. Una rosa molto bella ma, soprattutto, ricca di potenti sfumature olfattive che lo colpiscono. Vellutata e fruttata, pungente ed elegante, unisce, con forza e delicatezza, sfaccettature incredibili.

Fonte immediata d’ispirazione, “Sweet Love” diventerà il punto di partenza della sua nuova Eau de Parfum Miss Dior, sotto il segno di uno slancio, di un risveglio dei sensi.

«La rosa “Sweet Love”, un nome che le calza a pennello, è stata una scoperta per me. Mi è apparsa da subito molto bella, con i suoi petali generosi, di un bel colore rosa madreperla pallido e iridato. Poi, sono stato sorpreso dal suo profumo. Che forza! Che potenza esplosiva e avvolgente, con picchi vivaci, fruttati e dolci assolutamente inaspettati! È stata la mia base di partenza creativa per questa nuova Eau de Parfum. Ho voluto circondarla di fiori per ottenere un mazzo vivace ed elegante al tempo stesso, sensuale senza essere pesante» ha raccontato François Demachy, Parfumeur-Créateur Dior.

La fragranza

La nuova Eau de Parfum Miss Dior si reinventa in modo spettacolare in un mazzo di fiori colorati, perlati di freschezza e sensualmente vellutati. Poudré, esplosiva e fruttata, morbida e pungente, è una Miss Dior sensuale, multipla estrabiliante che dispiega una nuova profusione floreale sostenuta dall’eleganza dei legni.

Come ricamata con mille fiori sbocciati, la nuova Eau de Parfum Miss Dior è un bouquet splendente. La Rosa Centifolia le dona la potenza carnale delle sue note mielose e pepate. Coltivata nelle tenute partner di Grasse, con i loro raccolti destinati esclusivamente ai profumi Dior, questo fiore emblematico è un’ode a una terra unica. Una celebrazione della bellezza ottenuta solo grazie a mille gesti esperti e preservati.

Rigoglioso, questo bouquet invita il fiore preferito di Christian Dior, un Mughetto chiaro e gioioso, i cui freschi accenti floreali sono qui esaltati da una nota Verde, come una rorida sensazione vegetale deposta su di esso da una rugiada delicata. Altra novità, una Peonia espressiva si aggiunge a questa sinfonia floreale. Colorata e sensuale, generosa e pungente, dispiega la sua femminilità con un pizzico di note di albicocca.

Presenza inedita, un Iris nobile e carezzevole, poudré e molto elegante, patina il bouquet e gli dona una bella raffinatezza. Alla fine, nasce così un bouquet Millefiori ricco e contrastato, nel quale si dipana un dialogo costante tra sensualità vellutata e delicata freschezza.

A conclusione si insediano i muschi, offrendo la loro scia persistente. Con loro, un tocco di Vaniglia di Papua si mescola a un pizzico di Benzoino e di Fava Tonka. Tutta questa dolcezza finalmente incontra un cremoso Legno di Sandalo che ne avvolge la base, facendo risplendere tutte le altre note senza mai spegnerle. Reinventato, il lato floreale di Miss Dior esulta. Non era mai stato così luminoso, fresco e
vellutato. Attraente, sa adesso puntare su una meravigliosa sensualità, conservando, al contempo, l’eleganza della leggerezza.

La campagna

Calda e dorata, una luce sublime circonda i paesaggi, accarezza il suo viso, abbraccia le immagini del regista Manu Cossu. L’immensità di un campo verde ondeggia sotto il vento, accogliendolo come un letto di natura. Miss Dior non è mai stata così libera, Natalie Portman non è mai stata così bella. Balza, scatta e corre, grida e ride, ama e, soprattutto, agisce. Portamento e carattere: Miss Dior è una ragazza moderna, affermata e volitiva.

Un’eroina firmata Dior, sul modello della femminilità forte e affermata immaginata nelle sue collezioni da Maria Grazia Chiuri. È lei che guida le danze e ravviva i colori di una vita liberata. Con un abito ricamato Millefiori o a piedi nudi sulla sabbia, è un sogno di lusso in technicolor. Si fonde con la natura, tuffandosi in un oceano di fiori e facendo spiccare il volo agli uccelli con un unico magico gesto.

Il nuovo abito

Ispirata dall’irresistibile vitalità del primo profumo Dior, Maria Grazia Chiuri ha immaginato un nuovo abito, spettacolarmente femminile e moderno al tempo stesso. Ricamato con una miriade di fiori “Millefiori”, sembra abitato da un giardino meraviglioso, animato da un bouquet di fiori selvatici multicolori che sbocciano sulla raffinatezza di una seta plissettata. Uno slancio floreale un po’ folle, quasi vivo sotto i nostri occhi, che si arrampica e sembra invadere irresistibilmente il corpetto e la corolla.

Blu acceso, rosa fucsia, giallo solare… I fiori, che sfoggiano colori intensi, quasi insolenti nella loro vivacità, sono disposti sul tessuto gazar di seta plissettata, sgualcito a mano e poi sovratinto con un chiaroscuro che va dal color carne a un grigio caldo. Questi singolari disegni di fiori selvatici sono a metà tra influenze classiche e un approccio estremamente contemporaneo. Tratti incisivi che esprimono un incontro libero tra un’ultra-femminilità Dior e una modernità trionfante.

Questa delicatezza grafica combinata con un tocco rock’n’roll firma un lavoro di ricamo eccezionale, frutto di una tecnica lunga quanto esperta. I fiori infatti sono innanzitutto dipinti a mano e poi stampati, prima di essere ricamati artigianalmente, uno ad uno, con un mix di fili multicolori di cotone e seta. Questa tecnica, destinata a sublimare il disegno di ogni fiore, li lascia apparire qua e là, in un dialogo ricamo-pittura dalla bellezza stravolgente. Virtuoso, paziente e ispirato, il lavoro delle mani esperte degli atelier Couture Dior ha richiesto ben cinquecento ore per far sbocciare questo abito unico…