OAMC autunno inverno 2021: contrasti materici e grafiche distopiche, tutti i look

OAMC autunno inverno 2021: la collezione gioca con l’opposizione tra i materiali e la stratificazione. I look sono enfatizzati da grafiche distopiche.

OAMC autunno inverno 2021 – Collage e assemblaggi. Nel vocabolario di Robert Rauschenberg, “combinare”. L’idea di mescolare i materiali, matura durante il suo primo anno al leggendario Black Mountain College, sotto la guida di Josef Albers. Questa idea è spesso alla base del suo design: trovare il giusto equilibrio e vibrazione tra due diversi materiali, colori o tecniche, e il punto di partenza iniziale della nuova collezione autunno inverno 2021 2022.

I materiali misti assumono la forma di pannelli di organza applicati a sottili sovracamicie in lana giapponese o popeline di cotone, colletti in maglia vengono attaccati a cappotti di lana, mentre pezzi metallizzati decorano capi di sartoria, camicie, calzature e accessori.

Tuttavia, al di là della semplice opposizione dei materiali, lo studio estetico si è evoluto nel mescolare anche idee e sentimenti. Materiali di lusso sono utilizzati in silhouette più rilassate, come tute da ginnastica e comode giacche e pantaloni di pelle con elastici e coulisse, ampie sovracamicie di lana jacquard con colletti svasati in shetland double face di viscosa e nylon.

Anche la stratificazione è importante. Sia in termini di costruzione della silhouette, ma anche per offrire una profondità visiva attraverso la leggerezza dell’organza stampata e il popeline grafico stampato. Il lavoro illustrativo e grafico riflette il cambiamento nel tempo e nello spazio attraverso l’esplorazione di come il recente passato sia percepito come storia antica. Cassette, macchine da bobina, nastri VHS, TV; tutte le forme e gli aspetti della tecnologia che non provengono da un passato troppo lontano, ma che oggi sembrano decisamente antichi. Un analisi sul concetto di tempo e della storia recente e sui cambiamenti nel modo con cui oggi viviamo i media, le rivoluzioni che hanno avuto luogo negli ultimi 20 anni.

Ulteriori motivi grafici si concentrano sulla natura, da un punto di vista forse distopico, se non leggermente ambientalista. Uccelli che migrano, piante appassite e orsi polari. Simboli della nostra bellissima Madre Terra che ha ancora bisogno di cure e attenzioni.

Gli accessori riflettono sia l’approccio al collage sia la trasparenza. I guanti sono in materiali misti e industriali, le borse e la piccola pelletteria a tracolla sono elastiche, con dettagli in metallo duro, e le collane sono catene di metallo a maglie intrecciate con corde. Continuando la collaborazione con Adidas, OAMC ha progettato la Type O-9, con la suola Bounce e le parti superiori scolpite in TPU trasparente che avvolgono la scarpa, rivelando la pelle scamosciata a pelo alto e i pannelli in pelle sottostanti. Gli stivali utility sono inondati di colore, con suole Vibram colorate personalizzate.

La palette di colori riflette sia raffinatezza che vivacità. Le lane Melange Harris Tweed sono nei toni del marrone caldo e del petrolio e si mescolano con il giallo brillante, il fucsia, il verde menta e il blu pallido. E ancora il jacquard bianco e nero è in contrasto con il verde intenso, il blu navy e il grigio nebbia. La lucente pelle nera incontra il blu brillante e il bianco ceramica. L’organza è nei vibranti colori verde, giallo, blu e rosso, nonché in bianco naturale, e fornisce la base per squisiti stampe derivate ​​dal cianotipo in nero, viola e color acqua.