Pitti Uomo Gennaio 2019 Save the Duck: le innovazioni tecnologiche in chiave outdoor

Save the Duck presenta a Pitti Uomo 95 la collezione autunno inverno 2019 2020 all’insegna delle innovazioni tecnologiche in chiave outdoor. Scoprite tutte le novità su Globe Styles

Pitti Uomo Gennaio 2019 Save the Duck – Save the Duck, brand di piumini animal-friendly e green, presenta a Pitti Uomo 95, la collezione autunno inverno 2019 2020 all’insegna delle innovazioni tecnologiche in chiave outdoor derivate dall’impresa senza precedenti dello scalatore vegano Kuntal A. Joisher.

Un traguardo storico, la conquista degli 8.516 metri d’altitudine, raggiunto con una tuta ideata e prodotta da Save the Duck. Per la prima volta la sfida alla montagna è stata effettuata con capi tecnici senza piuma d’oca, un’avventura epica che segna uno spartiacque nella storia dell’abbigliamento tecnico-sportivo.

Il nuovo inverno di Save the Duck è segnato dunque da importanti novità dal punto di vista tecnologico. Questa evoluzione ha come assoluta protagonista la linea Protech che spinge l’urban lifestyle sempre più verso i confini del puro outdoor, grazie all’utilizzo del tessuto Gore-Tex, sinonimo di impermeabilità totale, antivento e traspirabilità durevoli nel tempo.

Questa nuova generazione di capi è in grado di rispondere alle esigenze della vita quotidiana offrendo al contempo performance di alto livello. Le novità della linea Protech non si fermano qui: Save the Duck ha desiderato spingersi ancora oltre, verso una direzione profondamente Outdoor, con il Lhotse Parka, caposaldo di questo nuovo segmento tecnico e stilistico.

Save the Duck prosegue il suo percorso d’avanguardia e di ricerca su tutte le linee che compongono la collezione Uomo, Donna e Bambino. La linea Recycled, icona dello spirito green del brand, viene ampliata e continua la sua evoluzione in chiave minimal-chic, con la nativa ispirazione sportswear sempre più in linea con i trend del segmento fashion.

La proposta dei Basici, simboli del brand fin dalla sua fondazione, resta coerente con il design originario del brand ma si evolve con capi dalla silhouette over e imbottiti con ampie trapuntature. La proposta Rain presenta modelli lisci, dallo stile urban ma anche di chiara ispirazione militare, come sempre dallo spiccato carattere metropolitano.

In collezione trovano sempre posto le eco pellicce del programma Fury, simbolo dell’attenzione assoluta che il brand pone nei confronti della tutela degli animali e capi molto richiesti per il loro animo spiccatamente glamour.

Le palette e di toni si ispirano alle novità della collezione e guardano alla montagna, passando dai bianchi, ai grigi delle rocce, al mondo magico dei campi base, che punteggiano il bagliore della natura incontaminata con i colori vivaci dello sport outdoor, quelli degli scalatori, punti di luce incastonati nell’abbagliante bianco di ghiaccio e neve.