Pitti Uomo Giugno 2019 Luigi Bianchi Mantova: look poetici e sartoriali

A Pitti Uomo 94, Luigi Bianchi Mantova Sartoria presenta la nuova collezione primavera estate 2019, uno stile senza tempo, valorizzato da elementi d’espressione artistica.

La spensieratezza suburbana di metà secolo ispira i look poetici di Luigi Bianchi Mantova Sartoria per la prossima primavera estate 2019, che sarà presentata a Pitti Uomo 94.

Lana, lino, seta e cotone sono i capisaldi attorno ai quali si costruisce la collezione più sartoriale dell’azienda mantovana, che in questa stagione rivela un tripudio di fantasie e disegni, sulla giacca come sull’abito: check, overcheck, Principe di Galles, madras, gessato diventano tema predominante, in un sapiente gioco di contrasti e abbinamenti più fusi, tono su tono.

I tessuti, selezionati come sempre in partnership con le più prestigiose aziende del settore, sono permeati da leggeri effetti di movimento, dati dall’intreccio di filati diversi tra loro sia nei falsi uniti sia nei mix dei colori.

A livello cromatico la collezione si presenta molto chiara, spiccatamente estiva. I blu notte lasciano spazio a tinte più chiare e aperte, fino a sfociare nell’azzurro più luminoso; il verde, nelle sue tinte più bosco, rilassa e sdrammatizza.

Un’ampia selezione di tinte naturali – sabbia, nocciola, tortora, fino a sfumature più calde color mattone – accanto ai colori più chiari – avorio, bianco latte, panna – completano l’ampia palette. Il team di stilisti Luigi Bianchi Mantova propone per la nuova stagione modelli frutto di un profondo lavoro di ricerca e innovazione nella costruzione dei modelli, con l’obiettivo di realizzare capispalla sempre più leggeri, decostruiti, destrutturati ma senza rinunciare a fit e caduta impeccabili.

Diversi sono i modelli decostruiti, monopetto e doppiopetto, con gli interni alleggeriti grazie al lavoro di ricerca di nuovi materiali, e con dettagli innovativi realizzati a mano, come per esempio la manica inserita
a camicia, naturale e morbidissima.

Accanto agli iconici capispalla del brand mantovano, troviamo una proposta sviluppata di abiti da giorno, pensati appositamente per le occasioni diurne dell’uomo di oggi. Non manca una selezione di gilet, nei colori di collezione, che completano il look.

Infine, una speciale capsule outerwear, dal gusto sartoriale ma con un altissimo contenuto di ricerca e grandi livelli di performance: troviamo infatti trench e travel jacket trattati con procedimenti antiacqua e antivento, con cuciture termonastrate, realizzati con tessuti che vengono dal mondo tecnico-nautico ma che mantengono l’allure elegante dei capi da città.

Tra le proposte più rappresentative dei mood di collezione primavera estate 2019: la giacca sfoderata in lana seta con ampio rever, disegno Principe di Galles su fondo mosso. E’ un modello decostruito, con spalla vuota e naturale e interni leggerissimi e essenziali, che mantiene allo stesso tempo una caduta impeccabile.

Il doppiopetto sfoderato in pura lana, extralight, un modello con ampio rever punta lancia, fodera bianca a contrasto e bottone in madreperla con disegno macrocheck fuso su fondo verde bosco; la giacca sfoderata in una preziosa mischia di seta lana in Principe di Galles su fondo crema tagliato con filati color Terra di Siena effetto mélange. Sotto, gilet doppiopetto con rever a giacca in lana cotone seta, in una calda nuance mattone.

E ancora la giacca sfoderata in cotone lino lana, madras fuso in diverse tonalità di blu su fondo mosso azzurro ghiaccio; la giacca sfoderata in cotone lino seta, Principe di Galles sui toni naturali del nocciola, sabbia e testa di moro. Il cotone, al posto della lana, rende il capo leggero e ingualcibile. Sotto, gilet in lana lino color cioccolato.