Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino: il Grand Tour in Sicilia, Giappone e Sud America

  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino
  • Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino

Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino: la collezione primavera estate 2022 ci conduce in un Grand Tour tra Sicilia, Giappone e Sud America.

Pitti Uomo Giugno 2021 Borsalino – All’origine della leggendaria storia di Borsalino c’è un viaggio: quello intrapreso dal fondatore Giuseppe Borsalino che, giovanissimo, lasciò l’Italia a bordo di una nave diretta in Francia. Non conosceva Parigi e non parlava francese, ma era spinto da un’energia travolgente: l’immaginazione.

È proprio l’immaginazione, momento fondativo del viaggio e condizione trascendentale dell’esperienza, a ispirare la ricerca stilistica del Creative Curator Borsalino Giacomo Santucci, che per la primavera estate 2022, presentata a Pitti Uomo 100, ci propone un’audace fuga dalla realtà: un visionario Grand Tour in tre tappe – Sicilia, Giappone e Sud America – che si apre volentieri a erudite divagazioni sulla
contemporaneità e sulla storia dell’arte. Ogni tappa del viaggio è una sorpresa, perché il mondo è sempre un altrove, una scoperta di noi stessi attraverso gli altri.

Da monologo interiore il Grand Tour diventa così dialogo, scambio di idee e creazione di segni proiettando la collezione primavera estate 2022 nello spazio dell’inaspettato. La purezza delle forme Borsalino incontra appunti di viaggio, ricordi e souvenir: Sicilia, Sudamerica e Giappone si sovrappongono e si fondono in un universo multicolore in costante dialogo fra passato e presente, arte e artigianato, essenzialità e incanto.

La prima tappa del viaggio ci catapulta in Sicilia, l’isola più grande del Mediterraneo, terra di contaminazioni e crogiolo di culture. Qui, nuovi lati e aspetti dei classici Borsalino vengono rivelati, dando vita a stimolanti suggestioni. Tra le proposte irrinunciabili, il Toledo in Treccia Paglia decorato con piume di marabù, la Cloche in rafia a fantasia floreale realizzata all’uncinetto e i Panama Quito e Crochet con le lettere B-o-r-s-a-l-i-n-o che si rincorrono, ricamate a mano, attorno alla cupola. Non mancano le proposte arrotolabili, ideali per i globetrotter contemporanei.

Eccoci quindi in Giappone con il suo intrinseco dualismo: radici che affondano nella tradizione e sguardo costantemente rivolto al futuro. Il savoir faire Borsalino, elemento cardine dell’identità della Maison, omaggia due elementi tipici della tradizione del Sol Levante come l’obi e l’origami rendendoli protagonisti di alcune, iconiche, proposte estive. Nel solco di questi intramontabili codici culturali, ecco il Giappone ipermoderno dall’estetica punk, raccontato attraverso bucket decorati con pendenti e spille e proposte in denim con grafiche manga.

Destinazione finale del Grand Tour è il Sud America, laddove nascono paglia, canapa e rafia, materiali naturali che sono il simbolo delle collezioni estive della Casa di Alessandria. Qui, spinti da un’irrefrenabile voglia d libertà, i modelli d’archivio Borsalino si sovrappongono agli stilemi locali – fiocchi peruviani e tessuti multicolor andini – diventando l’emblema di mondi e discorsi estetici che si incontrano.

Ciò che permane dopo questo lungo viaggio, ricordo dopo ricordo, suggestione dopo suggestione, è l’idea del cappello come manifesto di espressione individuale, capace di tirare fuori il meglio di ognuno di noi. La collezione Borsalino primavera estate 2022 pone l’accento sulla personalità di chi la indossa, aprendo così la via a una nuova pluralità.