Ray-Ban San Babila: aperto il primo pop-up store a Milano, il party

Ray-Ban San Babila, aperto il primo pop-up store a Milano, il party con le celebrity. Guarda tutte le immagini su Globe Styles

Ray-Ban, uno dei marchi eyewear più iconici al mondo, ha celebrato l’apertura del primo pop-up store in Italia e la prima location a Milano in Piazza San Babila, 3. Questo nuovo spazio, che ospita un’ampia ed esclusiva offerta di prodotti Ray-Ban, rispecchia perfettamente lo stile del marchio e vuole costituire il luogo dove il consumatore può entrare in contatto con la storia e il futuro del brand, compiendo un viaggio all’interno del suo mondo.

Un viaggio che inizia dall’esterno, dove ampie vetrine arricchite da contenuti video conducono il consumatore nel mondo delle storiche icone e dell’edizione limitata Ray-Ban Aviator 1937. Le interfacce interattive presenti nello store saranno periodicamente aggiornate con nuove storie che mostreranno ai consumatori l’evoluzione dei modelli Ray-Ban, dalle fasi di progettazione e design fino al prodotto finale disponibile in-store per essere provato e acquistato dai consumatori.

Il messaggio dominante delle vetrine e all’interno di questo pop-up store, è la Reinvented Campaign: una campagna lanciata per celebrare gli 80 anni del Ray-Ban Aviator, l’icona per eccellenza. Nel celebrare questo importante traguardo, la nuova campagna, dimostra come la storia di Ray-Ban sia una continua reinvenzione e reinterpretazione dei suoi modelli iconici, uno sguardo costante al futuro senza mai dimenticare il passato, mantenendosi sempre all’avanguardia della tecnica e dello stile. All’interno del negozio i consumatori possono dar vita a questa campagna tramite due selfie experiences, vivendo così un’esperienza d’acquisto coinvolgente in cui possono esprimere la loro creatività, completamente immersi nel mondo Ray-Ban.

All’evento di inaugurazione hanno partecipato numerosi ospiti tra cui Alvin, Chiara Galiazzo, Lodovica Comello, Lorenzo Richelmy, Luca Vezil, Michele Riondino, Nicola Savino, Paola Iezzi, Paolo Stella, Simone Rugiati, Stefano Tratto e Tess Masazza.