Salone del Mobile 2019 Giada: la collezione d’arredo con Giorgetti

Giada presenta un inedito progetto di interior lifestyle realizzato in collaborazione con Giorgetti. Scoprite tutto su Globe Styles

Salone del Mobile 2019 Giada – In occasione del Salone del Mobile 2019, m2atelier presenta un progetto di interior design realizzato per Giada – il ricercato brand di prêt-à-porter – e in collaborazione con Giorgetti, storico marchio del design Made in Italy.

Design e moda si intrecciano per dar vita alla prima collezione di arredi Giada by Giorgetti, firmata dalla coppia di designer m2atelier, Marco Bonelli e Marijana Radovic, e pensata per arredare le boutique della maison, a partire da quella di via Montanapoleone a Milano, contribuendo a creare l’atmosfera luxury e accogliente che accompagna l’esperienza d’acquisto.

Poltrone e divanetti, pouf e specchi, consolle e tavoli dalla forte impronta di design reinterpretano le geometrie precise e il segno essenziale delle linee moda della maison, raccontando l’identità fluida della collezione Giada by Giorgetti, che riesce a inserirsi con la stessa naturale eleganza sia negli spazi delle boutique Giada che negli ambienti domestici. Le proposte, infatti, sono state studiate perché possano essere funzionali anche alle esigenze abitative e acquistate dagli appassionati di design.

Moda e design, residenziale e contract si fondono in un gioco di contaminazioni creative. A definire il fil rouge di questa esperienza dell’abitare sono i valori di eccellenza qualitativa, sartorialità e raffinata ricerca formale condivisi sia da Giorgetti sia da Giada.

“Con questo progetto ci rivolgiamo ai protagonisti di un nuovo nomadismo, i globtrotter contemporanei che per business o piacere viaggiano il mondo: sono consumatori attenti alle tendenze che non rinunciano a un’estetica timeless. La collezione stessa ha una natura fluida perché è capace di inserirsi perfettamente in ambienti caratterizzati da linguaggi molto diversi: dall’industrial al barocco, fino al minimalismo orientale”, hanno raccontato Marco Bonelli e Marijana Radovic, fondatori dello studio m2atelier.