Salvioni Milano Durini 2019: due linee inedite di boiserie e le nuove installazioni

Lo spazio architettonico di Salvioni Milano Durini si apre a un nuovo progetto di allestimento e presenta due inedite linee di boiserie. Scoprite tutto su Globe Styles

Salvioni Milano Durini 2019 – Lo spazio architettonico di Salvioni Milano Durini si apre a un nuovo progetto di allestimento curato dal Direttore Artistico architetto Riccardo Rocchi.

Attraverso i 1100 metri quadri del concept store si sviluppa un percorso volto ad esaltare la vocazione del marchio e gli inediti progetti che per coerenza con la visione e il linguaggio di Salvioni trovano ospitalità nei suoi ambienti in occasione dell’ultima Milano Design Week.

“Today is the Day” è il titolo scelto per il progetto, a rappresentare l’ideale fil rouge esistente tra un piano e l’altro dell’incantevole palazzo novecentesco.

Dalle carte da parati d’autore firmate WallPepper con le sue grafiche dal forte impatto visivo, ai tessuti decorativi KOHRO realizzati con maestria e le più nobili materie prime, ai complementi in vetro di fferrone che ridisegnano lo skyline delle tavole, ai tessili selezionati da Roberto Molteni Interior Decoration che rendono ogni ambiente accattivante e riconoscibile, ogni singolo protagonista concorre a creare atmosfere dense di fonti d’ispirazione.

Emozioni uniche sono offerte anche grazie alle installazioni site-specific create appositamente per Salvioni Milano Durini. Catellani&Smith, festeggia i suoi 30 anni e presenta una nuova e affascinante creazione
di Enzo Catellani attraverso un’opera di luce in cui l’oggetto viene smaterializzato e la fonte luminosa viene convertita in decorazione.

RODA, oltre ad arredare le celebri terrazze di Salvioni Milano Durini, disegna una vetrina fresca e originale, che cattura l’attenzione. Firma il racconto, che suggerisce una scena di vita boschiva, Rodolfo
Dordoni, art director del marchio.

Salvioni Design Solutions presenta in esclusiva due nuove collezioni di prodotti: BEWALLS, un progetto di boiserie dello Studio Rocchi Architettura, e una boiserie disegnata dall’Architetto Maurizio Di
Mauro e prodotta da Con.Ca.Marmi.

Lo Studio Rocchi Architettura ha scelto di sviluppare la collezione di boiserie che troviamo da Salvioni Design Solutions partendo dai materiali. L’idea è di offrire una linea di prodotti che diano la possibilità di unire e rivestire le pareti con modularità inusuali, dimensioni customizzabili, colori, texture e materiali mixati con armonia ed eleganza.

A partire da una collezione base, ogni proposta sarà studiata e ideata in funzione dello stile di ogni cliente e del progetto di interior in cui dovrà andare a inserirsi. La decorazione passa anche attraverso le pareti che con questa proposta possono diventare uniche. Lo Studio Rocchi Architettura nello sviluppo di questo progetto si è
ispirato a un approccio mutuato dalla composizione architettonica. Mischiare materiali, colori, linee, forme per dare vita a pareti composite.

Finiture di legno o di resina o di metallo, unite a tessuti o a rivestimenti di carta, per combinazioni personalizzate con uno o più materiali. Pannelli ricomposti di carta con barre di ottone tridimensionali o boiserie dove sono il legno e il tessuto ad essere protagonisti. Moltissime le possibilità di abbinamento e materiali disponibili. La customizzazione è centrale. Ognuno potrà scegliere il quadro perfetto e avere un elemento d’arredo unico, moderno e minimale, o romantico e fantasioso, più o meno colorato.

Il progetto è in evoluzione. Cinque le prime proposte, prodotte in collaborazione con le aziende WallPepper, Ottini Group, Roberto Molteni Interior Decoration e HD Surface, che possono integrarsi e adattarsi a qualsiasi zona della casa, dal living alla camera da letto.

Un materiale classico come il marmo viene reinterpretato e attualizzato nella boiserie disegnata da Maurizio Di Mauro e prodotta in esclusiva da Con.Ca.Marmi per Salvioni Design Solutions. Ispirandosi alla lavorazione delle colonne doriche, caratterizzate da profonde scanalature verticali concave, l’architetto Di Mauro ha voluto ricreare un singolo modulo accostabile all’infinito, come tante lesene, in grado di creare un fronte continuo classico, ma allo stesso tempo inconsueto.

Il singolo elemento in marmo lucido è attraversato da una profonda scanalatura verticale ottenuta manualmente, caratterizzata dalla superficie opaca in contrasto con quella lucida delle rimanenti parti piane. Questa variazione di opacità amplificata dalla curvatura del piano, interagisce con la luce interrompendone la linearità, ricreando sulla superficie un drappeggio scultoreo.

Presentata in marmo Breccia Capraia, materiale proveniente da una antica cava medicea, la boiserie è proposta anche nelle varianti Travertino classico e Bardiglio, materiale più recente utilizzato prevalentemente in epoca Liberty. Rispettando quella che è l’attitudine di Salvioni di trovare soluzioni su misura, a seconda dei desideri del committente e dei singoli contesti arredativi, si potrà valutarne l’associazione con altri marmi o pietre.

Inoltre sorgenti luminose dimmerabili e personalizzabili in base al progetto possono essere inserite tra le scanalature verticali che intervallano le lesene marmoree e sono allo studio alcuni accessori che possano renderla anche funzionale e non solo decorativa in ambito bagno o SPA. Interagendo con la luce attraverso il movimento della superficie, o creando una scenografia preziosa per altri elementi d’arredo di uso più comune, questa boiserie si presta a conferire carattere ai progetti di interior.