Sanremo 2021 look terza serata: i negramaro, Achille Lauro e Zlatan Ibrahimovic, tutti gli abiti

Sanremo 2021 look terza serata: la notte dei duetti, con negramaro, Emma Marrone e Ibrahimovic. Tutti i look dei cantanti sul palco dell’Ariston.

Sanremo 2021 look terza serata – Una serata quella dei duetti in cui ha trionfato la Musica! Sul palco dell’Ariston Amadeus sfoggia un nuovo completo di Gai Mattiolo, in compagnia del Mattatore Fiorello sempre in Armani. I negramaro si sono esibiti come superospiti del Festival e hanno indossato una selezione prevalentemente di capi sostenibili, fatta all’interno dell’ampio assortimento offerto da Zalando. La selezione di capi prevalentemente sostenibili, rispecchia l’animo pop rock della band e l’ottimismo del brano presentato – perché il mondo è ancora qui pronto a sorriderci e insieme possiamo sconfiggere il buio e trovare la luce. Abiti eleganti, ma super colorati: dal ruggine del completo firmato Bertoni, al malva dell’abito Lindbergh, al verde smeraldo del completo Esprit Collection e il carta da zucchero del completo Viggo. Completano e sdrammatizzano il look le camicie con stampe e motivi geometrici di Études e The Kooples e gli stivali in pelle liscia e scamosciata Everyday Hero e The Kooples nelle tonalità del nero e del cuoio.

Achille Lauro, ospite fisso della 71° Edizione del Festival di Sanremo, per la terza performance sul palco dell’Ariston ha indossato una tunica monospalla in maglia metallica argento, impreziosita da una broche di cristalli Swarovski sulla spalla. A completare il look, una coroncina in metallo con finitura oro anticato, tutto by Gucci. Emma Marrone, sul palco insieme ad Achille Lauro, ha scelto un abito lungo realizzato esclusivamente per lei, interamente ricamato in perline argento con drappeggio in cristalli indossato su un top in tulle nude con ricamo in paillettes. Sandali con platform a tacco alto in pelle argento, sempre by Gucci.

Noemi, sul palco con Neffa con Prima di andare via, ha scelto un look di Dolce & Gabbana a cui ha abbinato i nails ring di Alcoolique. Il designer Rocco Adriano Galluccio e la stylist Susanna Ausoni hanno pensato ad un bijoux che potesse essere un po’ diverso dal classico anello, il risultato sono degli anelli per le unghie.

Willie Peyote è stato accompagnato sul palco da Samuele Bersani sulle note di “Giudizi Universali” ed entrambi i cantautori hanno scelto di indossare total look di Carlo Pignatelli. L’incontro dei due artisti sul Palco dell’Ariston è risultato doppiamente magico grazie ad outfit capaci di sublimare i nuovi e particolari accordi delle voci e l’approccio avanguardista dei due cantautori, in cui la tradizione del bel canto italiano non rinuncia a un tocco di sperimentalismo vincente. Esattamente come lo stile di Carlo Pignatelli riassunto nell’abito dalla classica forma a doppio petto e realizzato in una texture nobile, il twill di lana e cotone, capace di accompagnare con grazia la silhouette e completato da una camicia in cotone e viscosa dalla linea grintosa. Un outift che, nella sua essenzialità, ha esaltato il mood unconventional di Willie Peyote con il plus di tagli sartoriali e una rilettura accattivante di un grande classico maschile in chiave contemporanea. Per Samuele Bersani, invece, la scelta è ricaduta su un abito modello guru, preziosamente intenso, con giacca a un bottone e gilet abbinato ton sur ton, per un effetto sofisticato e casual insieme, proprio come la versatilità artistica del cantautore romagnolo.

Zlatan Ibrahimovic ha scelto tre splendidi completi di Brunello Cucinelli sul palco della 71esima edizione del Festival di Sanremo. Un tuxedo petto sciallato tela di cashmere navy, con camicia cotone lavorazione stone wash scuro e la scarpa francesina nero lucida, ha poi indossato un altro tuxedo con petto sciallato velluto grigio tortora con pantalone a contrasto tela di lana seta, camicia cotone plastron ed infine un tuxedo sciallato velluto rosso cabernet, panciotto grigio medio in saia di lana e camicia plastron.

Vittoria Ceretti ha indossato un abito monospalla Atelier Versace interamente ricamato con intarsi di georgette, chiffon e tulle che lasciano intravedere la silhouette. L’abito è impreziosito da cristalli Swarovski che ne sottolineano le sinuose linee, ispirate alle venature delle ali di farfalla che scivolano asimmetricamente sulla sua lunghezza. Durante la serata Vittoria ha indossato anche un look di Valentino.

Francesca Michielin ha indossato un look di Miu Miu e Fedez in Versace che sul palco hanno pensato a un medley originale che spazia tra i generi, omaggiando la storia della musica italiana. Il medley parte morbido, tra piano e archi che accennano a “Del verde” la ballad di Calcutta, che lentamente si trasforma in un “Le cose in comune” di Daniele Silvestri, in una inedita versione brass band ispirata all’era delle grandi orchestre jazz di Benny Goodman e in cui riecheggia “It’s oh so quiet” di Björk. Con uno scatto estemporaneo, gli archi catapultano in atmosfere Ska/Punk in cui va a incastonarsi l’originale versione di “Felicità” della coppia Albano e Romina, dove fa incursione anche “Fiumi di Parole” dei Jalisse. Il cerchio si chiude e tornano le atmosfere più soft che accolgono “Non Amarmi” di Aleandro Baldi e Francesca Alotta in una versione j-pop all’italiana. E’ anche un omaggio musicale al duetto, il format sanremese per eccellenza che negli anni, sul palco dell’Ariston, è diventato cult.

Dopo il grande successo ottenuto dal look della prima serata, Francesca Michielin, per la sua seconda esibizione al Festival di Sanremo, ha scelto un hair look Cotril dall’allure contemporanea, caratterizzato da una texture molto materica che rende il capello elastico ma non rigido e leggermente tirato all’indietro. La riga cade lateralmente creando maggior volume nella parte superiore della testa e lasciando più schiacciati i lati. Il beauty look natural è stato realizzato da Yves Roches.

Per questa serata speciale Gaia ha scelto un abito lungo Salvatore Ferragamo con pannello inserito sul fianco che si chiude sulla lunghezza mini davanti, guanti ton sur ton decorati con frange e sandali in morbidi tubolari di nappa bianca, impreziositi da anelli in metallo, con tacco fiore da un disegno originale del 1936, annodati alla caviglia.

In occasione della serata dei duetti, Max Gazzé e Daniele Silvestri hanno indossato Sandro Paris. Per Max Gazzé total look Sandro, un completo blu, t-shirt nera e boots. Per Daniele Silvestri, camicia in seta fantasia, jeans neri e boots.

Per l’attrice Emanuela Fanelli, ospite nella terza serata del Festival di Sanremo nel duetto con lo Stato Sociale, gli hairstylist Cotril hanno realizzato un look molto femminile e di grande impatto, che strizza l’occhio agli anni ’70, caratterizzato da un semiraccolto laterale che lascia le lunghezze libere e lavorate con onde definite ma dall’effetto molto naturale.

Rockmantic Boudoir, per la performance Amandoti, ispirati alle atmosfere decadenti dei poeti maledetti, i Maneskin indossano camicie guscio d’uovo con sovrapposti corsetti stringi vita in satin color carne e pantaloni maschili over in lana neri, tutto by Etro. Damiano indossa una camicia in jacquard di seta con manica balloon e dettaglio criss cross, Ethan una camicia in plumetis di cotone con maxi colletto, smerli e nastri macramè, Thomas una camicia in satin con rouches al collo in pizzo chantilly e Victoria una camicia in tulle con una rouches piatta che profila il carré ricamato con pizzi macramè e perline, a cui hanno abbinato scarpe Giuseppe Zanotti.

Gli hairlook dei Maneskin curati dal team Toni&Guy, in collaborazione con L’Oréal Professionnel, hanno pensato per Damiano uno sleek look con riga laterale molto marcata. L’effetto glossy ne esalta la sensualità. Mattia e Samy hanno applicato il gel effetto bagnato Tecniart Extreme Splash in miscela con l’Huile Original Mythic Oil di L’Oréal Professionnel, per esaltare ancora di più la brillantezza. Per Victoria sono state create delle flat waves con tessitura ed un finish shiny. Per realizzarle è stato applicato lo spray texturizzante Tecniart Constructor prima di passare il ferro, e sulla frangia il sieroTecniart Liss Control per ottenere l’effetto liscio.

Un hairlook con effetto molto vissuto per Thomas: Mattia e Samy hanno creato una texture estrema per enfatizzare e valorizzare l’effetto spettinato, utilizzando lo spray fissante Tecniart 6-Fix. Ethan ha scelto un raccolto, che Samy e Mattia hanno realizzato chiudendo i capelli in una coda bassa, interrotta in più punti da un filo per riproporre il movimento intrecciato del corsetto. Sulle lunghezze si applica Tecniart Trasformer Gel per dare corpo e consistenza e per il fissato leggero la lacca Infinium Pure di L’Oréal Professionnel.