Santoni campagna primavera estate 2019: On Beauty, il concetto di Bellezza

Santoni svela On Beauty, la nuova campagna pubblicitaria primavera estate 2019 con 10 ambassador creativi. Scopri tutto su Globe Styles

Santoni campagna primavera estate 2019 – Per la stagione primavera estate 2019, Santoni dà espressione ai valori fondanti del marchio con una campagna che esplora il concetto di Bellezza.

Si chiama “On Beauty” e presenta un gruppo di 10 ambassador creativi che condividono i valori e lo spirito autentico del brand e che, proprio come Santoni, sono dei “Costruttori di Bellezza”, ciascuno nel proprio campo.

Santoni dà vita a delle vere e proprie espressioni di bellezza, oggetti ricchi di sentimento, veridicità ed autenticità. Il progetto On Beauty riflette pienamente questi valori, documentando e raccogliendo riflessioni ed opinioni altrettanto autentiche e vere.

“On Beauty” è quindi una serie di ritratti e brevi filmati realizzati dal fotografo e regista Koto Bolofo per ritrovare il senso più autentico della bellezza: la bellezza è innata o può essere acquisita nel tempo? Dove trovi la bellezza? La bellezza è un concetto assoluto o aperto all’interpretazione? La bellezza è permanente? Qualcosa o qualcuno può essere fin troppo bello?

I #makersofbeauty di Santoni sono: Alberto Zontone, imprenditore; Amina Gaye Moroso, studentessa di architettura; Atip Wananuruks, fashion director; Charles Compagnon, ristoratore; Giulio Cappellini, architetto; Guglielmo Miani, imprenditore; Hannah Martin, jewellery designer; Dr James M. Bradburne, museum director; Patricia Urquiola, architetto e designer ed infine Sofia Sanchez de Betak, creative director.

“La bellezza nasce da un vero e proprio incontro dei sensi. Può manifestarsi nella vita di tutti i giorni come un insieme di valori tangibili ed intangibili, spesso quando meno la si aspetta” Alberto Zontone.

“Io cerco la bellezza nelle forme di arte, nelle piccole cose di tutti i giorni, nelle persone. Se la si cerca, la bellezza può essere trovata in qualsiasi cosa. Ognuno ha la propria visione sul concetto di bellezza, ma penso che in alcuni casi essa sia eterna, ne vediamo molti esempi in natura” Amina Gaye Moroso.

“Spesso ritrovo la bellezza nelle cose che vedo ogni giorno, dal sorriso o la risata di un bambino, al malizioso luccichio negli occhi dei miei nonni, quando mi trovo ad ammirare tramonti, albe. Esiste una storica definizione di bellezza risalente al periodo greco-romano quando veniva definita da un punto di vista fisico, ossia intesa come armonia delle forme, perfetta proporzione delle parti. Ma ciò che apprezziamo al giorno d’oggi supera quei confini – poiché siamo arrivati a vedere la bellezza interiore” Atip Wananuruks.

“La bellezza non ha limiti. Ritengo che la bellezza sia innata in ognuno e può essere trovata in qualsiasi cosa. È soprattutto una questione di gusto personale; il modo in cui si vede la vita, come si affrontano le situazioni; cosa ti rimane impresso dalle persone, dai paesaggi, dal cibo. La bellezza può essere acquisita solo se ci si impegna nel cercarla. Non penso che esista il concetto di bello assoluto. È un qualcosa che è soggetto a mutare nel corso nel tempo, ed è così personale” Charles Compagnon.

“Per me la bellezza si realizza nella ricerca della felicità e della serenità. Una tale ricerca rappresenta un elemento intrinseco della natura umana. Si può trovare la bellezza dappertutto; nella natura, nelle persone, nelle cose. Non ci sono limiti ad essa; la bellezza assoluta è indiscutibile” Giulio Cappellini.

“Che cosa si intende per bellezza dipende dal personale modo di essere e di pensare. Siamo naturalmente predisposti a vedere la bellezza in tutto ciò che appare intorno a noi, ma è una dote che va coltivata. Se qualcosa è innato, creatosi spontaneamente, non ritengo possa mai raggiungere un tanto elevato livello di bellezza; non sempre si è in grado di comprendere la bellezza, se costruita. Come imprenditore, ed attraverso tutti i miei lavori, cerco di rappresentare la bellezza, sempre” Guglielmo Miani.

“La bellezza è negli occhi di chi guarda; è proprio vero. Lasciare spazio alla bellezza dentro di sé significa imparare a trovare il proprio stile e a sentirsi bene con se stessi. Trovo spesso la bellezza nelle cose che sono all’avanguardia, fuori dagli schemi, cose che non sono belle in senso classico ma che suscitano qualcosa dentro di me. Lotto per il mio concetto di bellezza. Ho sempre desiderato creare gioielli che esprimessero sensualità, fascino e prestigio – questa è la vera bellezza per me” Hannah Martin.

“La bellezza è un concetto incerto perché non è solo negli occhi di chi guarda, ma dipende in ogni modo dal contesto. Si trova bello qualcosa quando appare in un certo modo, ed in un determinato momento. Solo se si è pronti ad accoglierlo. È proprio durante il percorso della vita che si devono cercare le giuste situazioni nelle quali ritrovare la bellezza. I momenti più belli nascono dal felice connubio tra emozione e ispirazione. Cerco spesso la bellezza nella struttura delle cose e nella costruzione dei pensieri. Una profonda bellezza risiede nella coerenza, nell’eleganza, nella semplicità; la riscopro in una bella pittura, in un brano musicale, in una frase ben costruita. Non penso che la bellezza possa essere mai intesa come assoluta. D’altro canto, non credo nei concetti assoluti. Non solo essa non è assoluta, ma anche noi stessi non lo siamo. Viviamo in uno stato di continuo divenire nel quale ci si sviluppa insieme” Dr James M. Bradburne.

“Il mio rapporto con la bellezza ha molto a che fare con il mio legame con l’Oceano Atlantico. Anche la bellezza ha un ritmo, come le onde del mare. Sono cresciuta nel nord della Spagna, dove l’orizzonte non si lega solamente all’immagine dell’alba o del tramonto; ma a che fare con un altro tipo di luce, che adoro. Quando sorrido, riscopro in me un senso di bellezza” Patricia Urquiola.

“Per me la bellezza rivive nell’innocenza e nella sincerità delle cose semplici della vita, nell’amore, nel senso di umorismo e nella natura. Si raggiunge la bellezza con semplicità tanto più si è sereni, a proprio agio, tranquilli e sicuri di sé. La cosa più bella che io abbia mai visto è mia figlia; lei è deliziosa, meravigliosamente deliziosa. Cosi come un luogo puro ed incontaminato risulta bellissimo ai miei occhi, trovo la stessa bellezza nell’innocenza di mia figlia” Sofia Sanchez de Betak.