Seletti wears Toiletpaper: aperto a Milano il pop-up store dedicato ai tappeti

Seletti ha inaugurato ieri a Milano il suo primo pop-up store dedicato interamente ai tappeti della collezione Seletti wears Toiletpaper. Guarda tutte le immagini del cocktail party su Globe Styles

Seletti ha inaugurato a Milano il suo primo pop-up store interamente dedicato ai tappeti nati in collaborazione con TOILETPAPER, il magazine di sole immagini ideato da Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.

Insieme a Stefano Seletti, Art Director Seletti, hanno festeggiato l’apertura dello store, Maurizio Cattelan, Paola Marella, Victoria Cabello, Davide Oldani. E ancora, tra gli altri: Guido Bagatta, Umberta Gnutti Beretta, Warly Tomei, Charley Vezza di Gufram, Lady Tarin, Carolin Corbetta.

Per tre settimane lo spazio Dream Factory sarà invaso dai nuovi tappeti della collezione Seletti wears TOILETPAPER che, nelle versioni rettangolare e tonda, diventano finalmente disponibili per il grande pubblico, dopo le anteprime di Miami nella lounge della fiera d’arte Untitled e di Parigi nel pop-up shop della Galleria Perrotin.

Ciascun tappeto presenta un’immagine scelta da Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari stampata sul tessuto utilizzando macchinari a getto d’inchiostro creati appositamente per i grandi formati. I tappeti, la cui superficie è realizzata al 100% in poliestere ricavato da materiale riciclato, sono realizzati con un particolare trattamento termico che garantisce la resistenza della stampa e la vivacità dei colori.

I tappeti sono l’ultima aggiunta al catalogo Seletti Wears TOILETPAPER e confermano l’attenzione del brand verso i progetti creativi più all’avanguardia con la volontà di integrarli ad oggetti di uso comune. Disponibili in 14 versioni (Two of Spades, Eye & Mouth, Fingers, Lipsticks rectangular, Phone, Legs, Snooker, Cat, Lipsticks round, Teeth, Food with Holes, Game Over, Lady on a Carpet, Snakes) offrono la possibilità al pubblico di arredare – ad un prezzo democratico – il proprio spazio con vere e proprie opere d’arte ideate da Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.