Venezia 76 red carpet seconda serata: tutti i look delle celebrity

Su Globe Styles tutti i look dei red carpet di Ad Astra e Marriage Story al Festival del Cinema di Venezia 2019.

Venezia 76 red carpet seconda serata – Si è svolto l’atteso red carpet di Ad Astra, il thriller fantascientifico ambientato nel futuro, in concorso, che presenta Brad Pitt nel ruolo di un astronauta che viaggia fino all’estremo limite del sistema solare per trovare suo padre, da tempo disperso, e cercare di svelare un mistero che minaccia la sopravvivenza del nostro intero pianeta. Diretto da James Gray, AD ASTRA è interpretato anche dall’attore premio Oscar Tommy Lee Jones, dall’attrice Ruth Negga, da Liv Tyler e da Donald Sutherland.

In occasione della premiere, Anais Gallagher sceglie Salvatore Ferragamo e ha indossato un completo in tessuto jacquard con motivo floreale abbinato a sandali con tacco scultura della collezione Pre-Fall 2019; Bar Rafaeli ha sfilato sul red carpet indossando un elegante abito nero con drappeggio e spacco della collezione Manila Grace. Bar Rafaeli ha lasciato intravedere il pancione che annuncia la sua terza gravidanza.

Annabelle Belmondo, nipote dell’attore Jean-Paul Belmondo ha indossato per il suo Red Carpet al Festival del Cinema di Venezia un abito fuxia con spacco e drappeggio della collezione Manila Grace. Ruth Negga ha indossato look Louis Vuitton in occasione della première del film “Ad Astra”, un abito custom made, clutch e sandali, tutto Louis Vuitton.

Elsa Hosk ha indossato uno scultoreo body in velluto di seta nero abbinato ad un’ampia gonna a portafoglio in lamé di seta stampata firmato da Etro; Candice Swanepoel ha indossato la classica camicia GE01 a righe bianca e blu con cintura dalla maxi fibbia oro antico di Etro.

Laura Dern ha indossato un abito lungo in seta verde con cristalli e paillettes, cintura trompe l’oeil e applicazioni ricamate con motivo floreale e pavoni. Sandali platform a tacco alto in pelle metal argento di Gucci.

La cantante Elodie, interprete del successo estivo “Pensare Male”, ha indossato un esclusivo abito Blumarine. L’abito indossato da Elodie è a sirena e caratterizzato da un ampio scollo sulla schiena e un all over di paillettes su cui sono stati applicati a mano 25.000 cristalli. Per la sua realizzazione per 5 interi giorni 4 sarte hanno ricamato a mano i dettagli.

Eloide ha abbinato al suo abito i gioielli Messika. Ad impreziosire il suo look, il bracciale Beloved Feather della collezione di Alta Gioielleria “Once Upon A Time”, l’anello Toi & Moi e gli orecchini My Twin entrambi della collezione “My Twin”. Per il suo hairstyling uno short cut con ciuffo laterale che acquista carattere grazie al colore dalle schiariture a contrasto curato da Kérastase.

Per la seconda serata del Festival Alessandra Mastronardi, Madrina della 76esima Edizione del Festival del Cinema di Venezia, ha indossato un abito lungo in raso color ocra con profondo scollo a V, con applicazioni e ricami floreali sulle spalle e ricamo pipistrello in canottiglie nere in vita, sandali a tacco alto in pelle nera. A completare il look orecchini con dettaglio GG e motivo pipistrello e falena in metallo color oro e perle, bracciale con dettaglio GG e motivo pipistrello in metallo color oro e perle, tutto firmato Gucci. Per l’hairstyling Alessandra ha scelto un capello sciolto con un leggero movimento, volume in radice e riga centrale, firmato Kerastase.

Kate Upton e Paola Turani scelgono il brand PLEASEDONTBUY signed by TWINSET per il red carpet della seconda serata del Festival del Cinema di Venezia. La bellissima Kate Upton ha indossato uno slipdress con strascico in satin incrociato sui fianchi con profonda scollatura sulla schiena. Il suo hairstyling vede onde sinuose di ispirazione anni ’40 con un leggero effetto volume in radice e lunghezze che scendono morbide sulle spalle.

Paola Turani ha indossato un abito a bustier in tulle leggero degradè con gonna asimmetrica plissettata multistrato con strascico e ruota in crinolina e lo completa con un elegante hairstyling raccolto basso e morbido, sdrammatizzato da due ciuffi laterali lasciati liberi sul volto.

Ancora capelli raccolti, questa volta per la bellissima Hofit Golan, che sfoggia un fiabesco abito lungo a balze. Per lei uno chignon basso molto pieno ottenuto incrociando due ampie sezioni di capelli. Fondamentale per realizzarlo, la massima corposità della fibra, ottenuta con la crema Materialiste di Kérastase.

Hairlook fresco per Matilde Brandi con lunghezze lasciate libere per un effetto molto naturale. Per creare il leggero movimento sui capelli, il siero Eau de Vagues di Aura Botanica firmato Kerastase e la Lacque Couture per fissare il risultato senza appesantire ma proteggendo i capelli dal crespo.

Greta Scarano splende in Damiani con orecchini Mimosa e anello della collezione Spicchi di Luna e con un messy bun morbido e naturale, per un effetto chic e senza tempo firmato Cotril. I capelli, lavorati ad onde, sono stati raccolti sotto la nuca con l’aiuto di Red Carpet, la crema che dona luminosità ai capelli, proteggendoli dall’effetto crespo e dall’umidità tipica della laguna. Tocco finale con la lacca Wind, che fissa il look senza appesantirlo.

Madalina Ghenea sul red carpet della seconda serata della 76esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia indossa gli orecchini pendenti Damiani della collezione Mimosa con diamanti bianchi e l’anello Farfalla con diamanti fancy, abito Zuhair Murad e scarpe Gianvito Rossi.

Madalina Droftei, fidanzata dell’attore e modello Alessandro Egger, impreziosisce il suo look con il bracciale e la collana Damiani Notte di San Lorenzo in oro bianco.

Cristina Musacchio ha indossato un wrap dress Blumarine preview della collezione primavera estate 2020 in jersey crepe nero con profondo scollo e drappeggio laterale impreziosito da una rosa tridimensionale; anche Eleonora Carisi ha scelto un iconico abito Blumarine rivisitato ad hoc dall’ufficio stile della maison per l’occasione, in chiffon di seta color cipria con profondo scollo a V, polsi e strascico profilati in piume marabù e ricamo in vita con micro cristalli Swarovski trasparenti.

credit Image by Press Office La Biennale di Venezia – photo by Getty Images & ASAC