Zanat Design Positano Stoccolma: il nuovo ristorante arredato dal brand bosniaco

Il design scandinavo incontra l’alta artigianalità bosniaca. Scoprite tutto su Globe Styles

Zanat Design Positano Stoccolma – Zanat e il suo direttore creativo Monica Foster annunciano la collaborazione con Positano, nuovo hotspot della scena gastronomica internazionale a Stoccolma gestito da Joel Söderbäck, Andreas Bergman e Robert Rudinski – già proprietari dell’acclamato Södermalmskrogen Tjoget, inserito nella lista dei World’s Best Bar per 4 anni di fila – si trova al secondo piano del lussuoso department store NK (Nordiska Kompaniet), nel cuore della capitale svedese.

Appena aperto in occasione della Stockholm Design Week, lo spazio è stato progettato dal Monica Förster Design Studio (MFDS) in collaborazione con il rinomato studio di architettura svedese Wingårdhs Architects. Il concept mira a creare un luogo in cui il design nordico minimalista incontra sensuali cibi e bevande italiani.

Gli arredi sono stati realizzati quasi interamente da Zanat, brand bosniaco di design in rapida ascesa noto per la realizzazione di esclusivi mobili e oggetti intagliati a mano che combinano legno massiccio e altri materiali naturali. Monica Förster, oltre a firmare il design dell’interior di Positano che include diversi pezzi progettati e realizzati ad-hoc, è direttore creativo di Zanat sin dal lancio del brand nel 2015.

Il nuovo ristorante ospita 60 posti a sedere oltre al bar, dove predomina un lungo piano in legno (18,6 metri) colorato in un verde intenso, in perfetto contrasto con le ciotole rosse Nera incastonate sulla sua superficie. La pluripremiata sedia Sana, disegnata da Monica Förster per Zanat e intagliata a mano, è stata trasformata in uno sgabello da bar, appositamente personalizzato per Positano.

Tavoli in legno nero e tavolini da pranzo con uno speciale motivo intagliato si trovano intorno alla corte luminosa. Da qui una splendida vista sull’edificio storico con le sue incredibili opere in marmo. Tutti gli arredi Zanat sono stati realizzati esclusivamente in legno (acero nero e frassino) utilizzati e ricavati in maniera sostenibile.

“Positano è stato un progetto molto impegnativo e al contempo divertente da realizzare, un progetto che ha messo alla prova i nostri ingegneri spingendoli a riflettere su cosa fosse effettivamente realizzabile in legno massiccio. Ci auguriamo che sia un esempio a cui guardare con ammirazione per molti anni a venire, come i mobili realizzati un secolo fa dai nostri antenati sono ancora aggi custoditi e apprezzati nelle case di famiglia e nei musei” ha raccontato Orhan Nikšić, Zanat Ceo & Co-founder.

“Immagina un piccolo villaggio sulla Costiera Amalfitana, circondato da forti colori caldi provenienti dal mare e dalla campagna. Buon cibo, ottimi drink e il profumo dei limoni che ti accolgono mentre entri lentamente e ti siedi… Vogliamo che Positano sia proprio questo. Un luogo accogliente e rilassato che offre cibo di alta qualità, bevande, design e soprattutto una calda atmosfera” ha concluso Monica Förster, direttore creativo di Zanat.