Colore dell’anno 2020: PPG svela il Chinese Porcelain

Un blu che unisce la brillantezza e l’energia del cobalto a una punta di nostalgia, capace di stimolare la calma e il riposo: questa l’essenza di Chinese Porcelain, il colore dell’anno 2020 di PPG.

Colore anno 2020 – In un mondo frenetico e sempre più connesso, l’uomo di oggi cerca una via di fuga che gli consenta di ritrovare semplicità e autenticità in ciò che lo circonda. Il team di esperti del colore PPG ha saputo decifrare questo moderno contesto culturale e individuare bisogni ed esigenze di chi lo abita ed è proprio per questo che il brand ha scelto Chinese Porcelain come colore dell’anno 2020, una tinta capace di riallacciare il rapporto dell’uomo con la natura e l’infinito, richiamando i toni del cielo e del mare.

Il blu è la via di accesso più immediata al mondo del colore, una tonalità dalla doppia anima che si esplicita nell’energia e nella profondità di Chinese Porcelain. Se infatti il blu è un colore che dà sicurezza, infonde calma e crea un’atmosfera meditativa, al contempo contiene qualcosa di promettente, un richiamo all’infinito del mare e del cielo che dà slancio e speranza. Un colore elegante e senza tempo.

Colore anno 2020: Blue is flow and flow is blue

Le nostre vite sono impregnate dalla bellezza e dall’infinito che il blu evoca, valori che si inseriscono in quello che PPG chiama Flow, flusso. Di fronte alle grandi sfide di un mondo in continuo mutamento, non ci si può più tirare indietro ma è necessario entrare nel Flow of life, ossia lasciare spazio all’integrazione e alla relazione umana.

In questa visione, PPG individua tre trend per il 2020: “on the move”, “at the core” e “in the know”, che raccontano tre modi diversi di trovare un equilibrio in una realtà in continuo cambiamento e che si traducono in tre diverse palette di colore.

“On the move” è dedicato alla creatività, a chi è sicuro di sé e ama essere sincero; a chi, pieno di immaginazione, ama i colori e non teme di combinarli in modi inaspettati. “At the core”, invece, mette l’accento sull’equilibrio e la sostenibilità. Si rivolge a chi ricerca benessere e comodità, proponendo tonalità confortanti, spesso mezzi-toni, che richiamano la natura.

La conoscenza, invece, è il focus del terzo trend, “in the know”, che pone l’accento sull’innovazione e sul futuro, dando spazio a chi entusiasta vuole contribuire alla sua costruzione e al cambiamento in atto. La palette di colori dà voce alla convergenza tra tecnologia ed elementi della terra; per questo combina colori crudi e grezzi a tonalità più calde e naturali.

Presentando Chinese Porcelain, PPG mette in evidenza lo stretto legame che intimamente unisce l’uomo e il colore. Un rapporto che entra nella vita di ciascuno, permeandone l’emotività e la personalità, nonché la psicologia.

Secondo gli studi di Jung, celebre psichiatra e antropologo del secolo scorso, i diversi comportamenti e attitudini dell’uomo sono conseguenza di quanto ciascuno lasci spazio (più o meno consapevolmente) alle funzioni psicologiche di base: pensiero, sentimento, sensazione e intuizione. Non solo, ad ogni funzione dominante è possibile anche associare la preferenza individuale per un colore, rispettivamente blu, rosso, verde e giallo.

Il legame tra psicologia e colore, rende ancora più complesso, intimo e profondo il “mercato psicologico” del colore. Per questo è necessario trovare risposte cromatiche innovative, che, attraverso un utilizzo funzionale e consapevole del colore, sfruttino al massimo le sue potenzialità benefiche, riportando al centro del progetto l’individuo e il suo benessere nell’ambiente in cui vive.