Eros Ramazzotti Vita ce n’è tour: il cantante indossa look personalizzati da Diesel

Per il tour Eros Ramazzotti ha scelto lo stile grintoso di Diesel e, in alcune date, indosserà una selezione di capi della collezione primavera estate 2019 e modelli customizzati ad hoc per l’artista. Scoprite tutto su Globe Styles

Eros Ramazzotti Vita ce n’è tour – Dopo il grande debutto all’Olympiahalle di Monaco di Baviera, con due serate che hanno registrato il tutto esaurito, e il successo dei primi live della leg europea tra Germania e Lussemburgo, arriva in Italia il VITA CE N’È WORLD TOUR di Eros Ramazzotti, una nuova grandiosa avventura live per cui sono già state annunciate 81 tappe in 32 paesi del mondo.

Il tour mondiale è approdato al Pala Alpitour di Torino, con un sold out per la prima data in Italia, per arrivare con quattro concerti imperdibili al Mediolanum Forum di Assago e quattro appuntamenti al Palazzo dello Sport di Roma.

A pochi mesi dall’uscita del nuovo album VITA CE N’È, Eros Ramazzotti è tornato in concerto nelle arene più importanti del mondo per festeggiare 35 anni di carriera, con un tour dalla produzione internazionale e un allestimento innovativo.

Come per il nuovo album, l’auspicio di buona vita è anche al centro dello show prodotto da Radiorama e organizzato da Vertigo, che si apre sulle note di Vita ce n’è con l’immagine dell’albero della vita, simbolo riconosciuto in molte culture che gli attribuiscono significati mistici e magici ed è considerato con i suoi tre elementi (radici, tronco e foglie), come la sorgente della vita. La stessa immagine che Eros ha scelto di tatuarsi sul braccio per portar sempre con sé la sua famiglia.

Il fulcro di tutto lo spettacolo rimane la musica e sono 30 i brani che ripercorrono i 35 anni di carriera di Eros, per uno show di oltre due ore. In scaletta, oltre ai grandi successi (da Musica è a Più bella cosa da Dove c’è musica ad Adesso tu) che l’hanno reso celebre e con cui ha conquistato milioni di spettatori in tutto il mondo.

Sul palco insieme a Eros Ramazzotti, otto musicisti d’eccezione e due coristi per una produzione internazionale: Luca Scarpa, Giovanni Boscariol, Giorgio Secco, Christian Lavoro, Paolo Costa, e le tre new entry internazionali Corey Sanchez, Eric Moore fenomeno dell’r’n’b e della musica gospel e Scott Paddock, americano celebre per le sue influenze jazz. Ad accompagnare la voce di Eros, Monica Hill e Giorgia Galassi.

Eros Ramazzotti, dopo aver attraversato l’Europa passando per Francia, Spagna, Svizzera, Belgio, Olanda, Inghilterra, Germania e Austria, e dopo le anteprime di Torino, Milano e Roma, partirà a maggio alla volta del Messico per arrivare negli USA, a Panama, in Brasile, Cile, Argentina, Canada, e sul prestigioso palco del Radio City Music Hall di New York, che aveva già calcato nel 1991 come primo artista italiano a soli 5 anni dall’inizio del suo percorso artistico.

Il tour tornerà poi in Europa e Ramazzotti calcherà i palchi di due delle location più suggestive del nostro paese: il Teatro Antico di Taormina e l’Arena di Verona, con tre appuntamenti per città. Dopo le tappe in Serbia, Grecia, Repubblica di Macedonia, Bulgaria, Slovacchia e Ucraina il tour approderà in Russia con i concerti a Mosca e San Pietroburgo per proseguire con le date in Finlandia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Danimarca, Svezia e Slovenia e tornare di nuovo in Italia a fine 2019.

Eros per questa importante occasione ha scelto lo stile grintoso di Diesel e, in alcune date, indosserà una selezione di capi della collezione primavera estate 2019 e modelli customizzati ad hoc per l’artista.

Il look personalizzato pensato da Diesel per Eros comprende una serie di t-shirt che riportano il testo della canzone Vita ce n’è, title track del nuovo album e tour, un biker nero in pelle con frange e una giacca in denim che riporta sul retro l’immagine dell’albero della vita, simbolo riconosciuto in molte culture a cui sono attribuiti significati mistici e magici e che Eros ha deciso di tatuarsi per portar sempre con sé la sua famiglia.

credit image by Press Office – photo by BRAINSTORM AGENCY