The Hoxton hotel Roma: l’hotel open house ispirato al design italiano degli anni ’70

The Hoxton hotel Roma è ai Parioli con 192 stanze di design anni ’70. È il primo hotel in Italia del marchio inglese e il decimo nel mondo.

The Hoxton hotel Roma ha aperto i battenti ai Parioli, e vanta 192 camere da letto; Cugino, una caffetteria e bar per l’aperitivo in collaborazione con il ristorante e micro-bakery locale Marigold; una grande lobby aperta; una bellissima terrazza esterna; e L’Appartamento, uno spazio unico per riunioni ed eventi. Un secondo ristorante aprirà a settembre 2021.

Situato in un edificio degli anni ’70, The Hoxton, Rome si trova ai Parioli, non lontano da alcuni dei parchi più belli della città, tra cui Villa Borghese, da esplorare a piedi.

The Hoxton hotel Roma: le camere

Le 192 camere dell’hotel sono distribuite su sette piani e si dividono in 6 tipologie in base alle dimensioni: Shoebox, Cosy, Cosy Up, Roomy, Roomy Terrace e Biggy. Le stanze prendono spunto dagli interni nostalgici dei grandi classici del cinema italiano, che hanno reso celebre Roma.

Queste presentano pavimenti in parquet rustico, travi laccate e pietre locali, mentre i bagni dai colori vivaci strizzano l’occhio al design italiano degli anni ‘50. Tutte leggermente diverse, le camere vantano preziosi rivestimenti in legno, una testiera disegnata su misura e un mix eclettico di arredi. In alcune delle camere più grandi, sono stati recuperati dall’edificio originale splendidi lampadari in vetro di Murano.

Gli ospiti che optano per una camera Roomy Terrace, possono approfittare della propria terrazza solarium, con arredi da esterno, perfetta per godere dei caldi raggi di sole del Belpaese.

The Hoxton hotel Roma: design

Ennismore Design Studio ha trasformato radicalmente l’edificio degli anni ’70 in un The Hoxton, collaborando con Fettle Design per il disegno degli spazi pubblici e attingendo a piene mani dai dettagli originali dell’edificio e dalla ricca architettura della Città Eterna. La facciata dusty pink è rimasta in gran parte intatta, mentre all’interno, l’edificio è stato completamente rivoluzionato, trasformato in uno spazio modernista degli anni ’70 con un piano terra che comprende una grande lobby aperta inondata di luce naturale; un ampio bancone bar e caffetteria dalle linee curve e una nuova terrazza esterna ombreggiata.

Marmi locali e battuto di terrazzo alla veneziana sono presenti in tutto lo spazio sui ripiani dei tavoli e sui frontalini dei bar, insieme agli elementi di design che sono la cifra stilistica dei The Hoxton, come i rivestimenti alle pareti e i pavimenti in legno. Nella lobby, texture elaborate e colori accesi caratterizzano i divani di tendenza, mentre l’illuminazione italiana vintage rende gli interni ancora più accoglienti.

L’edificio esistente era carico di elementi italiani tipici degli anni ’70, che sono stati ripresi e hanno fornito un buon punto di partenza per lo studio nella ricerca in tutta Italia e in Europa di arredi di design antichi e vintage italiani. I dettagli più significativi dell’architettura locale e del quartiere sono stati reinterpretati e riproposti in chiave inedita, infondendo un senso di familiarità che accomuna tutti gli hotel The Hoxton e li rende così autentici rispetto al contesto che li ospita.

Cugino

Cugino è una destinazione per tutto l’arco della giornata, che sposa la filosofia “from farm to table”, gestita in collaborazione con il ristorante e micro-bakery locale Marigold. Qui, gli ospiti e la gente del posto possono gustare caffè, dolci appena sfornati, colazioni, brunch, pranzi veloci e informali e aperitivi nella caffetteria o sulla terrazza all’aperto.

I piatti forti della colazione e del brunch includono: swirl all’arancia appena sfornati; Cugino granola fatta in casa, servita con yogurt e composta stagionale; uova al tegamino con salsiccia toscana, fagioli cannellini e ketchup fatto in casa; bagel sandwich con roast beef, formaggio di capra e salsa verde; e per dolce, pan brioche tostato con crema di ricotta e composta di fragole.

Dalle 18:00, Cugino si trasforma agilmente in un bar per l’aperitivo con snack e antipasti fatti in casa, prima di diventare cocktail bar fino a notte fonda. Simone De Luca ha curato il menù dei cocktail, con specialità stagionali e cocktail classici.

Un menù è a disposizione in tutta la lobby durante l’intera giornata, con piatti come il sandwich Hox-tail (pan brioche fatto in casa, coda alla vaccinara sfilacciata, maionese alla paprika e sedano in agrodolce); il riso venere con verdure, con patate dolci, verdure di stagione, giardiniera e citronette di miele di acacia; e la quesadilla con i friggitelli con scamorza affumicata, composta di cipolle di Tropea e guacamole.

L’Appartamento

L’Appartamento, situato al piano seminterrato, è uno spazio dedicato a riunioni ed eventi con cinque sale di varia grandezza. Disposte attorno a una cucina in comune, ogni stanza presenta pavimenti in legno, tappeti vivaci e note/tocchi di vintage italiano. Questo spazio unico e multifunzionale, al centro di ogni hotel The Hoxton, è perfetto per cene intime, eventi e feste private, quando la socializzazione tornerà di nuovo nelle nostre vite!

The Hoxton ha collaborato con partner locali in vari aspetti che riguardano l’hotel. L’illustratore Michele Marconi ha realizzato le illustrazioni che troverete sulle chiavi card e in tutto il materiale collaterale nelle camere. Sarà anche il primo artista a essere esposto nella Hox Gallery: uno spazio espositivo nella lobby, che cambierà a rotazione più volte l’anno, ospitando talenti locali ed emergenti.

The Hoxton ha attivato una collaborazione anche con il duo romano, Realthings, per la sua collezione Best Of, una collezione in vendita al dettaglio attentamente curata da scoprire in hotel, con brand locali tra cui i calzini Arturo Stories, i poster H501, la pelletteria Hang, i detti romani di Rome is More, le stampe artistiche di Slurp e gli articoli per la casa PPPattern. Realthings sostiene prodotti realizzati con cura che migliorano la quotidianità e sono l’anima dietro Wave Market Fair, una fiera d’arte e design molto amata, che si svolge un paio di volte all’anno, riunendo 140 brand locali selezionati.