Iceberg Donna capsule autunno inverno 2021: Knitwear Utopia, il luxury loungewear

Iceberg Donna capsule autunno inverno 2021: maxi cardigan, cappotti avvolgenti e pull vaporosi danno vita ad un esclusivo luxury loungewear.

Iceberg Donna capsule autunno inverno 2021 – Atmosfere rarefatte, nuance pacate, texture soffici sono gli ingredienti principali della nuova Iceberg Knitwear Utopia Capsule Collection.

Il brand celebra così il suo heritage proponendo una vasta gamma di capi tricot in colori naturali, il mood della collezione fonde la tradizione manifatturiera italiana con la necessità di ripensare la quotidianità. Maxi cardigan, cappotti avvolgenti, pull vaporosi e comode sweatshirt danno vita a un esclusivo luxury loungewear in grado di coniugare coolness e relax.

Iceberg Donna capsule autunno inverno 2021: il digital fashion show

“Ho pensato a un guardaroba completo, fatto di abiti che si adattano a ogni momento della giornata, dal mattino alla sera. Indumenti pensati per una donna contemporanea attenta alla cura dei dettagli, immersa in una realtà diversa, meno caotica. Le consuete cromie pop di Iceberg sono smussate in favore di una palette essenziale per evadere dalla realtà e per tuffarsi in un universo parallelo cucito a maglia sulla pelle” ha spiegato il direttore creativo James Long.

Questa capsule, prende spunto dalla collezione autunno inverno 2020, purtroppo accantonata con lo scoppiare della pandemia di Covid-19. È da qui che prende vita questo nuovo progetto 100% maglieria, una reazione stilistica alla nuova quotidianità.

Svelata durante l’ultima edizione digitale di Milano Moda Donna, Iceberg Knitwear Utopia racchiude i capisaldi del mondo Iceberg, dalla logomania ai pattern grafici reinventati in chiave soft, un invito a rivedere l’agenda in favore di un’armonia scandita da più silenzi e meno rumore.

Il video di presentazione enfatizza i nuovi propositi posizionando le modelle al centro di ambienti regolari dalle linee simmetriche. I set seguono il variare della palette cromatica che si snoda dalla luce bianca attraversata gradualmente da sfumature grigie fino ad deep black notturno. Le immagini e il sound, inoltre, enfatizzano la quiete di spazi sospesi tra utopia è realtà, proprio come le celebri piazze metafisiche di Giorgio De Chirico.